Disturbi dello spettro dell'autismo

 

I Disturbi dello Spettro Autistico sono sindromi comportamentali causate da un disordine dello sviluppo biologicamente determinato, con esordio nei primi tre anni di vita. Sono  condizioni che accompagnano il soggetto nel suo ciclo vitale, anche se le caratteristiche descritte assumono un’espressività variabile nel tempo.


Gli aspetti prevalenti sono:

  • Deficit della reciprocità socio-emotiva, dei comportamenti comunicativi non verbali e dello sviluppo, della gestione e della comprensione delle relazioni
  • Presenza di comportamenti ristretti e ripetitivi (p.e. uso peculiare di oggetti, movimenti del corpo e delle mani anomali, cammino sulle punte)
  • Ipo o iper reattività a stimoli sensoriali (p.e. rumori forti e/o improvvisi, peculiarità visive, olfattive, selettività alimentare)
 

Dalla più recente letteratura, si evince che i Disturbi dello Spettro Autistico sono determinati da fattori genetici ed ambientali (p.e. infezioni pre e perinatali, prematurità, basso peso alla nascita, ecc) benché non sia stata ad oggi identificata un'unica specifica causa.
L’importanza di un’identificazione e un invio precoci sono ormai ampiamente documentate da una serie di ricerche.

 Formulare tempestivamente una diagnosi di disturbo dello spettro autistico significa:

  • programmare un intervento precoce.
  • rispondere ad una serie di quesiti di natura epidemiologica poiché i disturbi dello spettro autistico  potrebbero  essere  disturbi molto più frequenti di quanto ritenuto in passato
  • prevenire quella situazione di generale malessere dell’intero sistema famiglia, legata al disorientamento dei genitori che sono solitamente i primi a notare comportamenti strani nel loro bambino, ma non riescono ad avere una spiegazione dei comportamenti atipici
 

A differenza del bambino a sviluppo tipico che apprende in modo naturale per imitazione ed esposizione generalizzando spontaneamente, il bambino con disturbo dello spettro autistico  necessita di modelli ed insegnamenti strutturati.

 Il materiale proposto è stato organizzato per fasce di età e per obiettivi di lavoro.
Ogni sezione contiene attività sulle autonomie (fornendo spunti utili a sviluppare le competenze per le autonomie della vita quotidiana, difficili da raggiungere spontaneamente dal bambino con autismo e necessari per potenziare le abilità adattive per una vita indipendente e il conseguente benessere della persona), attività di potenziamento cognitivo (attività che servono a sviluppare le competenze di imitazione, logica e ragionamento induttivo), attività comunicativo-linguistiche (libri e storie CAA), attività sulle emozioni (per potenziarne il riconoscimento, l'elaborazione e l’autogestione) e attività per il tempo libero.

 

Materiale per i genitori

  • 0-6 anni - autonomie, potenziamento cognitivo, attività comunicativo-linguistiche
  • 6-15 anni - autonomie, potenziamento cognitivo, attività comunicativo-linguistiche
  • 15-20 anni - autonomie, emozioni

(pagina in aggiornamento)

Ultimo aggiornamento: 01 Settembre 2020