Home
  • Le due sicurezze

Progetto "Le due sicurezze"

 
Immagine di una rettangolo di colore verde e una scritta in rosso scuro "Le due sicurezze"

"Le due sicurezze nell'ambito della lavorazione delle carni"
Il 6 dicembre 2018 è stato presentato a Modena il progetto “Le due sicurezze nell’ambito della lavorazione delle carni”, una proposta di modulo formativo integrato rivolto ai lavoratori del comparto agro alimentare, per la sicurezza alimentare e la sicurezza sul lavoro.

Una delle novità della proposta formativa è rappresentata dal fatto che il processo e il percorso produttivo di una azienda di lavorazione carni viene analizzato da entrambi i punti di vista con l’obiettivo di prevenire pericoli e incidenti legati alla sicurezza alimentare alla sicurezza sul lavoro.

La formazione contestuale sulle due sicurezze nello stesso momento formativo è stata progettata e preparata dagli operatori del Servizio Prevenzione e Sicurezza del Lavoro e Servizio Veterinario del Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Azienda USL di Modena.

Guarda l'anteprima video di presentazione del progetto:

 
 

Negli ultimi anni sono intervenute numerose modifiche legislative derivanti dai nuovi Regolamenti comunitari sulla sicurezza alimentare e sulla sicurezza nei luoghi di lavoro. Tali norme prevedono che i produttori e, più in generale, gli operatori del settore alimentare, mettano in atto sistemi di controllo nei loro processi produttivi atti a garantire ai consumatori prodotti sani e sicuri e ai lavoratori condizioni di lavoro adeguate a tutelare la salute e la sicurezza.

Al fine di sostenere il processo di cambiamento, che richiede lo sviluppo di approcci, metodologie e strumenti innovativi, il Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Azienda USL di Modena affianca all’azione istituzionale di controllo azioni di informazione e formazione rivolta al mondo produttivo al fine di favorire la corretta implementazione della sicurezza alimentare e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Lo strumento principale per il coinvolgimento del personale è rappresentato dalla formazione continua quale risorsa dell’aziendae dei lavoratori. La formazione continua rappresenta in prima istanza un elemento di reale qualificazione professionale, un incentivo all’assunzione qualificata e alla stabilizzazione dei rapporti di lavoro e, in generale, al miglioramento della carriera lavorativa di tutti i lavoratori interessati, in seconda istanza continua a favorire l’integrazione fra i servizi proponenti (SVET-SPSAL) sia in termini di efficacia dei controlli sia in termini di efficienza degli stessi.

Da qui l’esigenza di offrire un modulo formativo integrato sulle due sicurezze in grado di armonizzare esigenze produttive, esigenze di qualità igienico-sanitaria del prodotto alimentare, esigenze di tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori tutti i soggetti presenti in azienda devono essere consapevoli del proprio ruolo e dei propri compiti.


Visualizza la prima e seconda parte del video: Sicurezza alimentare e sicurezza sul lavoro

 
Ultimo aggiornamento: 14 Gennaio 2019