1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Ausl Modena | Dipartimento di Salute Pubblica - Testata per la stampa
 

Menu di sezione

Contenuto della pagina

 
 
Logo Regione Emilia-RomagnaImmagine bianca riempitivaLogo INAILImmagine bianca riempitivaLogo ECHAImmagine bianca riempitivaLogo AUSL Modena
 
 
 

CONVEGNO NAZIONALE

 
 
Logo REACH SANITA'

L'Applicazione dei Regolamenti Europei delle Sostanze Chimiche in ambito sanitario

Nell'ambito di Ambiente Lavoro 2015 - Salone Nazionale della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro
Quartiere Fieristico di Bologna - Ingresso Est Michelino,  Sala Sinfonia 1° piano

 
 

REACH, CLP, Biocidi, Dispositivi medici, Gas Anestetici, il caso della Formaldeide, la nuova valutazione del rischio da agenti chimici, cancerogeni, mutageni e le misure di gestione del rischio nell'uso delle sostanze chimiche

 

Presentazione e finalità

Negli ambienti ospedalieri, nel mondo della sanità e della ricerca sanitaria in generale l'identificazione della pericolosità chimica, la valutazione del rischio chimico e la scelta delle misure di gestione del rischio è notevolmente condizionata dalle nuove informazioni sulle proprietà pericolose delle sostanze chimiche che discendono dall'entrata in vigore dei Regolamenti Europei delle sostanze chimiche (REACH, CLP, Biocidi, ecc...) e che vengono essenzialmente veicolate nei luoghi di lavoro attraverso la nuova Scheda Dati di Sicurezza (SDS), ma ovviamente non solo. Vi è anche da sottolineare che alcuni prodotti chimici (medicinali, farmaceutici, dispositivi medici invasivi, cosmetici, ecc...) sono miscele di sostanze chimiche ad uso umano per le quali non si applica esplicitamente la normativa di prodotto in materia di classificazione, etichettatura ed imballaggio delle sostanze e delle miscele pericolose.
Inoltre, specificatamente per i prodotti medicinali, non ha nessun significato giuridico fare riferimento alle Schede di Dati di Sicurezza (SDS) che in questo caso sono un sistema specifico di informazione assolutamente volontario, non obbligatorio e non previsto dalla Regolamento (CE) n.726/2004 e pertanto non perseguibile formalmente nelle inaccuratezze e carenze di informazioni obbligatorie prescritte dal Regolamento (UE) N. 453/2010 del 20/05/2010. Nel caso in cui ci fosse incertezza classificatoria dettata dall'assenza di evidenze riscontrate in relazione alla mutagenesi e alla cancerogenesi, o del fatto che non siano stati condotti studi approfonditi per valutare il potenziale cancerogeno e mutageno, sulla base del PRINCIPIO GENERALE DI PRECAUZIONE dettato dai Regolamenti Europei delle sostanze chimiche, la tutela dei lavoratori deve ovviamente essere applicata ai più elevati livelli tecnicamente e concretamente possibili, indipendentemente dall'applicazione corretta di modelli nazionali ed europei di valutazione del rischio chimico o di opportune strategie di misurazione di esposizione agli agenti chimici presenti nel luogo di lavoro.
L'aggiornamento della valutazione del rischio e delle misure specifiche di prevenzione e protezione da parte del Direttore Generale delle Aziende Sanitarie e Ospedaliere mediante il suo Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP, ASPP) e di Sorveglianza Sanitaria (Medico Competente) dipende anche dall'avvenuto riscontro dei nuovi pericoli e dagli scenari di esposizione previsti nelle SDS estese (eSDS).
Dal 1° giugno 2015 saranno definitamente abrogati i decreti legislativi in materia di sostanze e preparati pericolosi e di conseguenza dovranno essere aggiornate le valutazioni del rischio e dell'esposizione dei lavoratori alle sostanze pericolose. Il convegno ha l'obiettivo di fare il punto della situazione in merito al profilo di salute del personale della sanità per quanto riguarda l'esposizione alle sostanze chimiche e all'applicazione dei Regolamenti Europei delle sostanze chimiche in ambito sanitario. Sarà inoltre strategico parlare, oltre che delle modifiche che dal 1° giugno 2015 avrà la nuova scheda di dati di sicurezza, delle novità provenienti dalla disponibilità di nuove e sempre più adeguate misure di gestione del rischio chimico.Sebbene sia in vigore l'indelegabilità del processo di valutazione del rischio da parte del datore di lavoro, soprattutto per quanto riguarda l'elaborazione documentale della valutazione del rischio chimico, gli attori principali sono l'RSPP aziendale ed il medico competente che tuttavia  possono avere una conoscenza limitata degli obblighi previsti dai Regolamenti Europei delle sostanze chimiche (REACH e CLP) per gli utilizzatori professionali.
L'obiettivo di questo Convegno è anche di quello di incoraggiare tutti gli attori che intervengono nella stesura del documento di valutazione del rischio chimico, ad integrare gli obblighi REACH, CLP e di altre normative d'interesse nelle attività che attualmente li impegnano a soddisfare altri requisiti normativi come, ad esempio, le nuove condizioni operative e le nuove misure di gestione del rischio rispetto alle misure di prevenzione e protezione già adottate dallo stesso datore di lavoro.

 
 

Libro degli atti dei convegni Reach_Sanità e Reach_2015

 
 

Programma del convegno

 
 
 

9.00 Apertura dei lavori - Saluti delle Autorità

Moderatori:
Giuseppe Monterastelli (Regione Emilia-Romagna)                     
Stefano Signorini (INAIL-Roma)                     
Celsino Govoni  (Azienda USL di Modena - Regione Emilia-Romagna)

10,00  L'integrazione degli obblighi REACH nelle buone prassi delle Aziende sanitarie che impiegano agenti chimici pericolosi, cancerogeni e mutageni

Augusto Di Bastiano (Risk Management Unit - ECHA - Helsinki)

 

10,30  Adempimenti normativi recenti relativi all'utilizzo di sostanze e miscele pericolose nel comparto sanitario
Ludovica Malaguti Aliberti (Centro Nazionale delle Sostanze chimiche - ISS - Roma)
Emma Incocciati (INAIL- ConTARP)

 

11,00  Il significato dei valori limite d'esposizione professionale per gli agenti chimici pericolosi e gli agenti cancerogeni e mutageni in raffronto ai DNEL e DMEL
Raffaella Butera (Toxicon - Pavia)

 

11,30Strategie di misurazione e di valutazione dell'esposizione agli agenti chimici in ambito sanitario
Danilo Cottica (Centro Ricerche Ambientali - Fondazione Salvatore Maugeri - I.R.C.C.S. Pavia)

 

12,00  La nuova valutazione del rischio da agenti chimici pericolosi, cancerogeni, mutageni nei luoghi di lavoro della sanità
Daniele Tovoli (Azienda USL di Bologna - Regione Emilia-Romagna)

 

12,30  Le misure di gestione del rischio dell'uso delle sostanze chimiche in sanità
Franco Pugliese (Associazione Italiana Responsabili e Addetti Servizi di prevenzione e Protezione in Ambiente Sanitario - Azienda USL di Piacenza - Regione Emilia-Romagna)
Paolo Giuliani (Associazione Italiana Responsabili e Addetti Servizi di prevenzione e Protezione in Ambiente Sanitario - Azienda USL di Modena - Regione Emilia-Romagna)

 

13,00  IL REACH e il CLP nelle Aziende Sanitarie Pubbliche. Un progetto in ambito SDS
Milva Carnevali, Corrado Scarnato (DSP Azienda USL di Bologna)

 

13,30  Dibattitto e Chiusura del convegno

 
 
 
 
logo ECM +CFP.

Il convegno è accreditato ECM (1,5 crediti per le figure sanitarie) e riconosce 4 CFP per chimici e 3 CFP per ingegneri.
I crediti CFP non sono gestiti dall'AUSL di Modena

 
 

Iscrizione

L'iscrizione al convegno si effettua esclusivamente tramite la piattaforma TOM  (Training On Line Management)

Per gli utenti non ancora abilitati a TOM è necessario effettuare preventivamente la registrazione in modo da ottenere account e password di accesso a questo link
NB La validazione della registrazione e conseguentemente l'arrivo delle credenziali può richedere qualche giorno.

 
 
 

Fatto salvo l'obbligo tassativo per tutti dell'iscrizione attraverso il portale TOM, condizione indispensabile per accedere al convegno, chi fosse interessato anche ai crediti CFP per chimici o ingegneri deve ripetere l'iscrizione anche presso i rispettivi portali professionali perchè i CFP non sono gestiti dalla AUSL di Modena.

Quindi chi fosse interessato ad ottenere i crediti CFP deve obbligatoriamente ripetere l'iscrizione:
- per chimici anche tramite http://formazione.chimici.it
- per gli ingegneri anche tramite http://www.iscrizioneformazione.it

 
 

Segreteria scientifica

Celsino Govoni - Regione Emilia-Romagna
Stefano Signorini - INAIL Roma
Raffaella Ricci - Azienda USL di Modena


 

Responsabile scientifico

Celsino Govoni  - Regione Emilia-Romagna - Azienda USL di Modena
Dipartimento di Sanità Pubblica Azienda USL di Modena
Strada Martiniana, n°21 - 41126  Modena  
Tel. 059 3963130  -  Fax 059 3963197  - c.govoni@ausl.mo.it

Servizio Prevenzione Collettiva e Sanità Pubblica
Direzione Generale Sanità e Politiche Sociali
Assessorato alle Politiche per la Salute - Regione Emilia-Romagna
Viale Aldo Moro, n°21 - 40127 - Bologna Tel.051/5277344 - cegovoni@regione.emilia-romagna.it

 

Responsabile della Segreteria organizzativa del Convegno

Morena Piumi - Azienda USL di Modena
Dipartimento di Sanità Pubblica Azienda USL di Modena
Strada Martiniana, n°21 - 41126 Modena
formazionedsp@ausl.mo.it



 

Comitato Promotore

Adriana Giannini - Regione Emilia-Romagna
Ester Rotoli - INAIL - DC Prevenzione
Massimo Annicchiarico - Azienda USL di Modena

 

Comitato Scientifico

Mariano Alessi - Ministero della Salute
Norberto Canciani - Associazione Ambiente e Lavoro
Rosa Draisci - CSC - Istituto Superiore di Sanità
Augusto Di Bastiano - ECHA Helsinki
Paola Di Prospero Fanghella - CSC - Istituto Superiore diSanità
Davide Ferrari - Azienda USL di Modena
Fabiano Bondioli - Ordine degli Ingegneri di Bologna
Giuseppe Gargaro - INAIL Roma
Celsino Govoni - Azienda USL di Modena
Sergio Iavicoli - INAIL Roma
Ludovica Malaguti Aliberti - CSC - Istituto Superiore diSanità
Ilaria Malerba - FEDERCHIMICA Milano
Ida Marcello - CSC - Istituto Superiore di Sanità
Luciano Marchiori - Coordinamento Tecnico delle Regioni
Giuseppe Monterastelli - Regione Emilia-Romagna
Gabriella Mortera - Ordine Interprovinciale dell'Emilia-Romagna
Tomaso Munari - Consiglio Nazionale dei Chimici
Pietro Pistolese - Ministero della Salute
Maria Letizia Polci - Ministero della Salute
Luisa Schenetti - Università di Modena e Reggio Emilia
Luigia Scimonelli - Ministero della Salute
Maristella Rubbiani - CSC - Istituto Superiore di Sanità
Giuliano Tagliavento - Coordinamento Interregionale REACH
Lorenzo Tassi - Università di Modena e Reggio Emilia


 
 

In collaborazione con:

Logo Regione Emilia-RomagnaLogo Coordinamento tecnico interregionale della prevenzione nei luohi di lavoroLogo Comitato tecnico di coordinamento DM 22 novembre 2007Logo ordine interprovinciale dei chimici dell'Emilia-RomagnaLogo Coordimaneto interregionale della prevenzione in sanità - REACH
 
 
 

REACH Sanità è una iniziativa realizzata nell'ambito di Ambiente Lavoro, XVI° Salone della Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro - BOLOGNA

Il pagamento della quota d'ingresso ad Ambiente Lavoro consente di partecipare a tutti i convegni e seminari che ne compongono il programma e, quindi, anche alla presente iniziativa compatibilmente con la disponibilità dei posti in sala. Dal mese di luglio sarà possibile acquistare on line sul sito di Ambiente Lavoro, il biglietto d'ingresso per l'accesso diretto in fiera alla tariffa scontata di € 10,00 anziché € 15,00.
Il programma generale potrà essere tratto dal sito www.ambientelavoro.it, oppure richiesto a Senaf via mail all'indirizzo ambientelavoro@senaf.ito al fax 051-324647.

 
 
 
 
 

Ultimo aggiornamento 10 Gennaio 2017

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


Invia questa pagina per email