Home

Anagrafe Regionale della Ricerca


L'Anagrafe Regionale della Ricerca (AReR) è un registro prospettico che cataloga i progetti condotti nelle Aziende e negli IRCSS del Servizio Sanitario Regionale e - contemporaneamente - tiene traccia di quanto prodotto da questi studi. Si tratta di uno degli strumenti che la Regione ha disegnato per supportare le attività di governance della ricerca di Aziende Sanitarie e  IRCCS del Servizio Sanitario Regionale.
Si caratterizza per la registrazione di tutti i progetti in essere, a prescindere dalla linea di finanziamento e dalla tipologia di attività, ricerca di base, clinico assistenziale o organizzativa. L'AReR nasce nel 2007 e inizia la raccolta sistematica dei dati nel 2009.

Il Servizio Ricerca e Innovazione ha inserito all'interno dell'AReR le ricerche avviate a partire dal 2009 a tutt'oggi.

La situazione attuale è la seguente:

 
Tab. 3: Numero degli studi inseriti in AReR e avviati in Azienda, suddivisi per anno.


Trattandosi di un 'registro', la sua natura dinamica determina la necessità di tracciare in via previsionale gli aspetti economici delle ricerche, mentre i dati a consuntivo, una volta conclusi gli studi, potrebbero subire variazioni dovute a diversi aspetti (numero di pazienti arruolati, prestazioni professionali erogate, numero di mesi/persona contrattualizzati per i diversi profili professionali acquisiti, dispositivi, attrezzature e materiale consumabile acquistato, ecc.). Tuttavia, seppur nella loro genericità, i dati consentono la comparazione del volume di attività collegate alla ricerca nelle diverse aziende della Regione.

Gli aspetti di collaborazione negli ambiti della ricerca con le altre aziende regionali, nazionali e internazionali sono rappresentate dalla partecipazione ai progetti multicentrici, che costituiscono il 78% degli studi (cfr. figura 3), dei quali il 14% coordinati da professionisti dell'Azienda USL di Modena.
 

 
Fig. 3: percentuale di studi mono-multicentrici condotti in Azienda USL.

 
Le aree tematiche nelle quali sono condotte le ricerche, sono rappresentate in termini percentuali, nella tabella seguente. La classificazione utilizzata dall'Azienda, deriva dall'adozione da parte dell'Agenzia Sanitaria e Sociale Regionale e da gran parte delle strutture sanitarie internazionali, del sistema attualmente adottato dalla Clinical Research Collaboration inglese (disponibile al link: http://www.hrcsonline.net/rac/advice).

 
Tab. 4: valori percentuali relativi alle aree tematiche oggetto di studio (N=255)


Si rileva che oltre il 40% della ricerca in Azienda è condotta al fine di individuare, sviluppare e valutare l'adozione di trattamenti terapeutici, soprattutto farmacologici (35% del totale).
Meno esplorate le aree sulla eziologia e patogenesi delle malattie (16%) e sulla diagnosi, prognosi e screening delle patologie (10%). Circa il 10% della ricerca condotta, inoltre, riguarda la valutazione dei servizi sanitari e sociali erogati.
Nella tabella 5 è possibile notare che la maggior parte delle ricerche, sia in termini di valori numerici che di finanziamento assegnato (da parte di enti pubblici e privati), riguardano l'ambito neurologico, tumorale e cardiovascolare .

 
Tab. 5: : ambito delle ricerche e valori percentuali rispetto al numero totale di ricerche condotte in Azienda (N=225) e finanziamenti erogati.
Ultimo aggiornamento: 03 Luglio 2018