1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Ausl Modena - Testata per la stampa
  1. Facebook
  2. Twitter
  3. Linkedin
  4. YouTube

Contenuto della pagina

BREAST CRAWL

logo
"Dopo la nascita, mamma e bambino hanno estremamente bisogno del contatto pelle a pelle,
di potersi riconoscere l'uno nell'altra, attraverso lo sguardo.....
Non c'è fretta di fare nulla
sta avvenendo 'il Sacro'„


-Michel Odent-
 
 

Ogni neonato, quando viene posato sull'addome della mamma subito dopo la nascita, è capace di trovare il seno materno da solo e di decidere quando fare la prima poppata. Il breast crawl è il comportamento istintivo e naturale del neonato umano.
La diade madre/neonato risulta vicendevolmente ricettiva nel periodo più sensibile che dura da mezz'ora ad un'ora dopo il parto. Questo periodo è cruciale per costituire il fondamento di un efficace allattamento al seno.
I vantaggi derivati dalla pratica dell'allattamento al seno sono innumerevoli, il più importante dei quali è una riduzione significativa della mortalità, morbilità e malnutrizione infantile. Questo video ed il documento che ne è derivato in occasione della Settimana Mondiale dell'Allattamento al Seno (WBW) 2007 hanno dimostrato l'efficacia del Breast Crawl e gli importanti principi ad esso correlati. Fino dalle prime emozionanti osservazioni sulla capacità del neonato di avanzare strisciando verso il seno materno poco dopo la nascita, di attaccarsi e di iniziare a succhiare, madri e padri sono stati incantati da questa sbalorditiva impresa.
I genitori hanno aspettato molti mesi per vedere il loro bambino e sorprendentemente alla nascita il neonato si trova in uno speciale stato di veglia - chiamato Stato Quattro - lo stato tranquillo della coscienza, pronto ad incontrare i genitori, e ed è particolarmente interessato al volto della madre e del padre. In questo stato speciale, gli occhi del piccolo sono ben aperti, ed il bambino è tranquillo. Il neonato ha ascoltato e ricorda la voce della madre dalla vita intrauterina e sarà in grado di distinguere la sua voce da quella di altre donne; inoltre l'80% dei neonati ricorda la voce paterna. Il piccolo viene riscaldato dal petto della madre e calmato dal suo tocco. Questo periodo di calma trascorso insieme serve nel passaggio dalla vita intrauterina al mondo esterno. L'UNICEF, l'OMS e il WABA, insieme alla comunità scientifica, raccomandano di iniziare l'allattamento al seno entro mezz'ora dalla nascita. Questo stato speciale nel neonato dura da 30 a 45 minuti o più.
In questo primo periodo della vita si verificano e possono essere osservati molti eventi sfumati, ma molti di più potrebbero essere perduti a meno che non se ne abbia cognizione. In questo periodo di speciale tranquillità, la madre e il piccolo fanno conoscenza l'uno con l'altra, il primo difficilmente piange, e si stabilisce il fondamento di un attaccamento sicuro da parte del piccolo e di una maggiore fiducia della madre in se stessa, nelle sue capacità di alimentare ed allevare il bambino nel legame che via via li unisce.La comunità scientifica però non ha finora raccomandato nessun metodo specifico per iniziare l'allattamento al seno. È anche noto che pure i bambini possono iniziare da soli l'allattamento al seno, in analogia ai cuccioli degli animali, se hanno il contatto pelle a pelle con il seno materno. Questo fenomeno è conosciuto con il nome di "Breast Crawl".


 

Menu di sezione