1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Ausl Modena - Testata per la stampa
  1. Facebook
  2. Twitter
  3. Linkedin
  4. YouTube
  5. Instagram

Contenuto della pagina

Eventi

 

La sorveglianza epidemiologica dello screening dei tumori del colon-retto nella Regione Emilia-Romagna - 2018

 

BOLOGNA,  5 Aprile 2018

Il tradizionale seminario sullo screening colo-rettale propone una riflessione sull'andamento del programma e sull'impatto dello stesso, attraverso i tradizionali indicatori di processo e i dati del Registro tumori regionale dedicato a questa patologia.
Tra gli argomenti di approfondimento e discussione comune viene proposta un'esperienza locale di studio dei cancri intervallo nel programma di screening, un focus sull'impatto del programma di screening sulle lesioni del colon destro e una lettura sul carcinoma in stadio pT1.
In una tavola rotonda si discute lo stato dell'arte sulla colon TC nel II livello dello screening; seguono riflessioni sui determinanti dell'adesione al programma, con i risultati del questionario GISCoR, sulla prescrizione di FIT extra-screening e sull'adesione regolare al test.

 
 
 

La sorveglianza epidemiologica dello screening dei tumori del collo dell'utero nella Regione Emilia-Romagna - 2018

 

BOLOGNA,  15 Marzo 2018

Questo seminario illustra la riconversione del programma di screening cervicale regionale da Pap test a HPV test primario che è ormai in fase avanzata di realizzazione e propone alcuni scenari nuovi che saranno oggetto di discussione.
Il funzionamento del programma di screening cervicale regionale viene evidenziato attraverso l'analisi degli indicatori consolidati e il suo impatto sulla popolazione bersaglio.
Vengono inoltre approfonditi  aspetti cruciali del percorso di screening: la persistenza dell'infezione HPV a un anno dal test (anche attraverso dati interregionali), la patologia vulvare e vaginale e i suoi rapporti con lo screening, il follow-up post-colposcopia e post-trattamento alla luce delle linee guida GISCi.
Sono inoltre oggetto di approfondimento gli aspetti comunicativi con le donne in occasione del test di screening e lo stato dell'arte del rapporto tra screening e vaccinazione HPV, attraverso la messa a regime di archivi e dati adeguati.

 
 
 

La sorveglianza epidemiologica dello screening dei tumori della mammella nella Regione Emilia-Romagna - 2018

 

BOLOGNA,  8 Marzo 2018

Come ogni anno, l'obiettivo del seminario è l'aggiornamento e la condivisione degli indicatori di funzionamento e dell'impatto del programma di screening mammografico, con un adeguato spazio di discussione sui punti di forza e sulle criticità incontrate nelle singole Aziende.
Oltre alla tradizionale presentazione delle survey e dei principali dati di esito, quest'anno il seminario si concentra sull'incidenza del carcinoma mammario nella fascia di età 70-74 anni e nelle donne in premenopausa.
Il Seminario è un'occasione per la presentazione della nuova organizzazione regionale dei Centri di Senologia e del protocollo del percorso diagnostico-terapeutico e assistenziale regionale. Sono anche in programma approfondimenti sulle raccomandazioni delle nuove linee-guida europee, sul modello di "tailored screening" e sullo stato dell'arte circa l'utilizzazione della tomosintesi nello screening. Viene infine offerto un approfondimento sulla sfida comunicativa della promozione del programma di screening per il superamento dei pregiudizi che ancora lo caratterizzano, con il contributo dell'associazionismo femminile.

 
 

La sorveglianza epidemiologica dello screening dei tumori del colon-retto nella Regione Emilia-Romagna - 2017

 

BOLOGNA,   20 aprile 2017

Condivisione dati nazionali e regionali, con analisi delle criticità emergenti e le possibili azioni di miglioramento. Aggiornamenti regionali sui principali indicatori dell'incidenza. 
Inoltre sarà dedicato ampio spazio alla condivisione e alla discussione di studi ed esperienze locali su tematiche di grande attualità:
- benefici nella regolarità della partecipazione,
- implicazioni del nuovo tampone del FIT,
- utilizzo della colonscopia virtuale,
- percorsi chirurgici, follow-up degli adenomi cancerizzati
- potenzialità nell'utilizzo del fascicolo sanitario elettronico nello screening.

 
 
 

La sorveglianza epidemiologica dello screening dei tumori del collo dell'utero nella Regione Emilia-Romagna - 2017

 

BOLOGNA,  10 aprile 2017

Condivisione e confronto sull'impatto del programma sulla popolazione regionale e sul primo anno dall'introduzione del test HPV.
Inoltre, saranno argomenti di discussione:
- l'analisi degli indicatori di processo e di impatto dello screening regionale, attraverso i dati dei programmi aziendali, del Registro di patologia regionale e dei programmi di controllo di qualità;
- la fase di passaggio al nuovo programma con HPV test primario per la fascia di età 30-64 anni e le prime valutazioni sul campo delle strategie per risolvere le criticità emergenti;
- i dati di letteratura riguardanti lo screening nelle donne vaccinate.

 
 
 

La sorveglianza epidemiologica dello screening dei tumori della mammella nella Regione Emilia-Romagna - 2017

 

BOLOGNA,  30 marzo 2017

Attraverso una riflessione e una discussione condivisa verrà analizzato l'impatto del programma di screening mammografico a livello regionale, approfondendo, attraverso focus specifici, alcune delle nuove tematiche  emergenti sia da gruppi di lavoro locali che nel dibattito scientifico internazionale.
In particolare si valuterà l'impatto dello screening sulla popolazione bersaglio (e su particolari sottogruppi) e il suo ruolo nell'ambito dei percorsi diagnostici, terapeutici e di follow up dei tumori della mammella, confrontandosi sulle seguenti tematiche:
- i risultati dello screening nella fascia 45-49 anni;
- le modalità di screening nelle donne con protesi;
- lo screening con tomosintesi;
- la survey regionale sui biomarcatori;
- lo stato dell'arte dei PDTA senologici, con un focus sul linfonodo sentinella;
- il rapporto tra follow up radiologico e screening.

 
 
 

Gli Screening Oncologici, i Medici e la Popolazione

 

Screening Oncologici: cosa sono, quali sono, che obiettivi hanno

I MEDICI DIALOGANO CON LA CITTADINANZA

Clicca sull'immagine per ingrandire
 
 
 

MERCOLEDÌ 24 MAGGIO 2017
ore 20.30-22.30
SAN PROSPERO
Auditorium Comunale
"Volmer Fregni"
via 1° Maggio, 16/B

Clicca sull'immagine per ingrandire
 
 
 


MERCOLEDÌ 12 APRILE 2017
ore 20.30-22.30
CAVEZZO
Biblioteca Comunale
via Rosati, 46

Clicca sull'immagine per ingrandire
 
 
 

MERCOLEDÌ 29 MARZO 2017
ore 20.30-22.30
MEDOLLA
Auditorium, via Genova 10

Clicca sull'immagine per ingrandire
 
 
 

La medicina di Laboratorio nella PREVENZIONE ONCOLOGICA ...ma non solo

 

Modena,  2 dicembre 2016

Hotel Raffaello 

La Medicina di Laboratorio costituisce un prezioso supporto ai Programmi di Screening Oncologici Organizzati, che si avvalgono di indagini diagnostiche dalle chiare evidenze scientifiche.
Obiettivo della giornata è consolidare la conoscenza dei test "vecchi e nuovi" in questo settore, fornire gli strumenti per una prescrizione appropriata  nei diversi contesti, valorizzare il loro ruolo nei percorsi oncologici,  prospettare le possibili future opzioni offerte dalla innovazione tecnologica e scientifica.

 
 
 

Gli Screening Oncologici Esperienze e Riflessioni

 

Modena,  2 dicembre 2015

UNA  Hotel

Anche quest' anno gli operatori degli screening oncologici si incontrano e si confrontano sui risultati delle proprie attività e sulle sfide future prossime.
La macchina organizzativa, complessa e multidisciplinare, di cui fanno parte richiede un costante impegno, individuale e di team, alimentato da una forte motivazione.
Strumenti assolutamente necessari sono la consapevolezza del razionale alla base dei programmi di screening oncologici (LEA) e la conoscenza delle evidenze a supporto della loro efficacia. Conoscenza che, in questa giornata, vogliamo condividere con tutti i numerosi attori coinvolti nella promozione di salute.

L'equità sul campo - Il caso degli screening oncologici

 

Modena,  2 dicembre 2014

Centro Famiglia di Nazareth

I programmi di screening oncologici sono realtà ben radicate nel territorio modenese garantendo principi basilari come la gratuità, la accessibilità,la continuità , la presa in carico nel tempo del cittadino, la qualità dei servizi offerti .
Affrontare il tema della equità però oggi significa andare anche oltre: studiare a fondo la propria popolazione, conoscerne il contesto socio-culturale per arrivare ad individuare le fasce più "vulnerabili " e le loro necessità, capire come "andare loro incontro" e come farsene carico.
Significa integrare conoscenze ed esperienze multi professionali per definire e attuare i percorsi più appropriati.
Grazie alla Collaborazione con il Gruppo Equità Aziendale possiamo presentare un primo momento di sintesi del lavoro in corso e tracciare i percorsi futuri.
Il seminario si rivolge quindi a tutti i professionisti che , a vario titolo, sono coinvolti nelle attività degli screening oncologici e/o nella loro promozione.

 
 
 
 

Menu di sezione