Home

Condividi

Vignola: "Camminate tra i ciliegi", al via la seconda edizione

Attività ludico motorie, a partecipazione gratuita e aperta a tutti per uno stile di vita più sano

L'Azienda Usl di Modena, la onlus modenese "Insieme si può" e il Comune di Vignola hanno organizzato la seconda edizione di "Camminate tra i ciliegi", una serie di attività ludico - motorie, a partecipazione gratuita e aperta a tutti, che si svolgeranno dalla fine di marzo fino ad agosto nelle giornate di martedì e giovedì, su percorsi ciclo-pedonali adiacenti al fiume Panaro.
Si comincia martedì 27 marzo dalle 9 alle 10,30 e dalle 17 alle 18,30, con ritrovo in entrambi i casi presso l'ostello comunale "Casale della Mora" di via Nino Tavoni 20, nell'area verde confinante con il Centro Nuoto. Gli stessi orari e lo stesso punto di ritrovo saranno mantenuti anche nelle settimane a seguire, fino ad agosto, salvo differenti indicazioni che verranno comunicate direttamente ai partecipanti. 
L'adesione alle "Camminate tra i ciliegi" è infatti gratuita, ma è richiesta la registrazione, che si può effettuare presso tre diverse strutture: o alla palestra "Centro Attività Motoria"  di Viale Mazzini 21, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12, o alla palestra "Centro Fisioterapico Città di Vignola" di Viale Mazzini 5/2, dal lunedì al venerdì dalle  9 alle 12, o direttamente presso il punto di ritrovo, l'Ostello Comunale "Casale della Mora", nelle giornate e negli orari delle camminate.
Si può accedere a questa attività spontaneamente o su consiglio del proprio medico, ma non è necessario presentare un certificato medico.

 
 

Un progetto di comunità

"Sono molto soddisfatta di questa iniziativa - osserva la Direttrice del Distretto sanitario di Vignola, Maria Pia Biondi -, un progetto di comunità che quest'anno viene sostenuto da un maggior numero di collaborazioni e da contributi importanti. Oltre al valore degli obiettivi -la promozione della salute tramite il movimento da un lato e la socializzazione e il divertimento dall'altro - voglio sottolineare l'importanza del raccordo con i Medici di Medicina Generale, che possono indirizzare al Gruppo persone con uno stile di vita sedentario o chi soffre di patologie croniche stabilizzate per le quali è consigliato fare attività motoria".

 
 

Promuovere benessere

"I Gruppi di cammino - aggiunge Emanuele Guerra, specialista in Medicina dello Sport dell'Azienda USL di Modena - sono organizzati con la collaborazione del Servizio di Medicina dello Sport dell'Azienda USL di Modena, in ottemperanza agli obiettivi del Piano Regionale di Prevenzione, per l'incremento dell'offerta gratuita di attività ludico-motoria sul territorio. Questo, al fine di promuovere benessere e sani stili di vita per la popolazione, nel rispetto delle linee guida sulla prescrizione di esercizio fisico. Il nostro servizio collabora, nell'ambito delle sue competenze, alla supervisione "passo passo" dei camminatori, alla formazione della figura di walking leader e al monitoraggio dello stato di salute dei camminatori. Siamo molto soddisfatti, questa si è rivelata una esperienza virtuosa di coinvolgimento e collaborazione tra Distretto di Vignola, Servizio di Medicina dello Sport e Comune di Vignola, palestre e centri sanitari, associazioni di volontariato e liberi cittadini, oltre alle diverse categorie di professionisti in ambito sanitario e sportivo, coinvolti a vario titolo nel progetto".

 
 

Ridurre i fattori di rischio

"Camminare - spiega Ferdinando Tripi, presidente di "Insieme si può" onlus - contribuisce a tenere controllato il proprio peso corporeo e a ridurre i fattori di rischio delle malattie cardiache e di tante altre patologie come osteoporosi, diabete, ipertensione, ansia, depressione ed alcuni tumori: chi cammina 150 minuti a settimana tendenzialmente vive di più e riesce ad avere un atteggiamento positivo nei confronti delle difficoltà quotidiane".

 
 

Mettersi in movimento

"I gruppi di cammino - commenta l'assessore del Comune di Vignola, Franca Massa - sono una opportunità preziosa per mettersi in movimento e socializzare. L'attività del camminare è rivolta a persone adulte sia in buona salute sia con salute precaria. I gruppi di cammino stimolano la socializzazione e favoriscono l'autostima. Viviamo in un'epoca ove regna il cellulare e la dipendenza da tali strumenti elettronici è sempre più in aumento. La società è povera di contatto umano e questa iniziativa ha appunto lo scopo di farci uscire da quella solitudine, dalla sedentarietà della casa per mettersi in movimento. Ciò è salutare per la propria persona ma è anche occasione per fare gruppo, conoscere nuove persone e dialogare. Il rapporto umano - che va ricucito - può essere fatto benissimo con questa iniziativa".

 
 

Partecipare a questi gruppi di cammino faciliterà dunque la socializzazione e sarà anche divertente: in alcune giornate i partecipanti, al termine della camminata, saranno accompagnati da volontari "narratori del territorio" in viaggi alla scoperta delle eccellenze storico-culturali ed eno-gastronomiche del territorio.

 

L'iniziativa si svolge in collaborazione con le palestre vignolesi CFT e Centro Attività Motorie e ha il contributo di Fondazione di Vignola e di Coop Alleanza 3.0.

 

[22 marzo 2018]

Ultimo aggiornamento: 03 Luglio 2018