1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Ausl Modena - Testata per la stampa
  1. Facebook
  2. Twitter
  3. Linkedin
  4. YouTube
  5. Instagram

Contenuto della pagina

Mirandola, anche l'ospedale interessato dal nubifragio

Si sono verificati alcuni allagamenti dovuti all'imponente massa d'acqua caduta in poco tempo

Anche l'ospedale Santa Maria Bianca di Mirandola è stato colpito dal violento temporale di questa sera e alcuni ambienti sono stati interessati da allagamenti dovuti al grande quantitativo d'acqua caduto in poco tempo. Si tratta di aree circoscritte, collocate nel laboratorio analisi, nella radiologia (solo zona d'attesa), negli ambulatori della pneumologia e della medicina preventiva, nel corridoio di collegamento al primo piano e in un locale delle camere ardenti. Non sono stati toccati gli ambienti di degenza e di attività clinica; tutta la parte di attività ambulatoriale in quelle aree era già terminata e dunque non vi sono state interruzioni nell'erogazione delle prestazioni.

La direzione dell'Ospedale, presente sul posto al momento del nubifragio, ha immediatamente messo in atto le azioni d'emergenza e contattato la ditta incaricata per l'avvio tempestivo delle operazioni di rimozione dell'acqua, che proseguiranno fino alla completa ripulitura degli ambienti in modo da consentire, domani, la piena ripresa delle attività.

Dopo una prima verifica del servizio tecnico, non risultano danni all'impiantistica. Le ispezioni dei tecnici e del servizio di ingegneria clinica continueranno anche nella giornata di domani per la verifica della piena funzionalità di tutte le apparecchiature.

Nessuna variazione subiranno le attività di diagnostica e Pronto soccorso nella notte, e anche domani le attività si svolgeranno normalmente.

 

[4 giugno 2018]

Menu di sezione