1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Ausl Modena - Testata per la stampa
  1. Facebook
  2. Twitter
  3. Linkedin
  4. YouTube
  5. Instagram

Contenuto della pagina

Casa della Salute di Fanano: a settembre i lavori per nuovi spazi

Da lunedì 6 agosto alcuni servizi trasferiti nella sede AVIS in vista della riorganizzazione della struttura

La Casa della Salute "Cimone" di Fanano

Inizieranno nei primi giorni di settembre i lavori alla Casa della Salute di Fanano, oggetto di un intervento che prevede sostanziali novità, come l'integrazione dello Sportello sociale e del Servizio Sociale professionale (gestito dall'Unione dei Comuni del Frignano) e nuovi spazi a disposizione delle associazioni di volontariato. La ristrutturazione, finanziata interamente per 333mila euro da un bando europeo per lo sviluppo delle strutture polifunzionali socio-assistenziali promosso dalla Regione Emilia Romagna, interesserà una parte dello stabile: per la durata dei lavori, circa 90 giorni, si rende necessario il trasferimento di alcuni servizi, come il Punto unico di prenotazione e assistenza di base (CUP), il Centro prelievi e gli ambulatori infermieristici, che troveranno spazio temporaneamente, da lunedì 6 agosto, presso la sede AVIS di Fanano, a pochi metri di distanza dalla Casa della Salute. I disagi per operatori e cittadini saranno ridotti al minimo: l'Ospedale di Comunità e gli studi dei Medici di Medicina generale continueranno ad essere operativi presso la Casa della Salute "Cimone". Lo stesso Punto di Primo Intervento Territoriale (PPIT), sede anche dell'ambulanza 118, rimarrà operativo 24 ore su 24 senza subire spostamenti. Una riorganizzazione, quella in atto, che mira a garantire un servizio sempre più rispondente alle necessità dei cittadini, frutto della collaborazione fattiva tra l'Amministrazione Comunale di Fanano e l'Azienda USL di Modena.

 
 

"La Casa della Salute "Cimone" di Fanano - dichiara Stefano Muzzarelli, Sindaco di Fanano - con l'ospedale di comunità e il punto di primo intervento rappresentano una risorsa strategica per lo sviluppo della nostra montagna. Sono servizi importanti che devono essere tutelati, salvaguardati e migliorati e proprio per questo appena abbiamo appreso dell'uscita del bando regionale che destinava importanti risorse per la manutenzione e per il miglioramento dei servizi delle case della salute, abbiamo iniziato a lavorare con i tecnici Comunali supportati dall'Ausl di Modena e dall'ufficio di piano di Pavullo per le fasi di progettazione e la presentazione di un progetto sul bando. Con grande soddisfazione ci siamo aggiudicati il bando premiato per qualità e visione di territorio, portando così nella nostra Comunità risorse, quindi lavoro, più servizi ed innovazione per la salute dei cittadini. Un risultato importante per la nostra amministrazione che testimonia il grande impegno nella costante ricerca di risorse per migliorare i servizi per la nostra comunità".

 

"Le politiche per la salute sul territorio - afferma Massimo Annicchiarico, Direttore Generale dell'Azienda USL di Modena - risultano efficaci quando vengono declinate congiuntamente dagli Enti Locali e dall'Azienda Sanitaria: l'investimento che l'Amministrazione Comunale di Fanano ha inteso fare sulla propria Casa della Salute ne rappresenta un concreto esempio, che consente di aumentare la capacità di risposta sanitaria in favore della comunità locale".

Menu di sezione