Impianti di messa a terra

Descrizione

Per impianto di terra si deve intendere l'insieme dei dispersori, conduttori di terra, conduttori equipotenziali, collettori di terra e conduttori di protezione destinati a realizzare la messa a terra di protezione. Ai fini del DPR 462/01 si intendono facenti parte dell'impianto di terra anche i dispositivi predisposti per assicurare la protezione dai contatti indiretti.

 

Campo applicazione

Si applica a tutti i settori di attività, privati e pubblici con lavoratori subordinati o equiparati ad esclusione delle attività di cui all'Art. 3 del D.Lgs. 81-2008. Sono soggetti all'obbligo di denuncia di cui all'Art. 2 del DPR 462/01 gli impianti di messa a terra realizzati per la protezione delle persone dai contatti indiretti mediante interruzione automatica dell'alimentazione.

 

Requisiti richiedente

Datore di lavoro o, comunque, il soggetto che, secondo il tipo e l'assetto dell'organizzazione nel cui ambito il lavoratore presta la propria attività, ha la responsabilità dell'organizzazione stessa o dell'unità produttiva in quanto esercita i poteri decisionali e di spesa.

 

Modifiche e trasformazione

In caso di modifiche-trasformazione sostanziale di un impianto è necessario eseguire una verifica straordinaria

 

Accesso

Deve essere richiesta dall'utente compilando l'apposito modulo tramite lettera o fax ad uno dei seguenti contatti:
- PEC: dsp@pec.ausl.mo.it
- Fax: +39 059 3963402

 

Modulistica

 
 

Documenti necessari

In occasione della verifica sul posto devono essere disponibili, e messi a disposizione del tecnico verificatore, in relazione alle caratteristiche dell'impianto, i seguenti documenti:
- Progetto e allegati previsti dalla Norma CEI 02 (dove richiesto DM37-08);
- Dichiarazione di Conformità e allegati;
- Registro dei controlli di manutenzione D.Lgs. 81-08 Art. 86 Comma 3.

Per poter procedere alla verifica degli impianti di terra, si ritiene essenziale almeno la seguente documentazione:
- schemi elettrici unifilari contenenti dati/tabelle e/o diagrammi di coordinamento delle protezioni contro i contatti indiretti (quadri elettrici MT e BT principali e secondari);
- schemi planimetrici  e destinazione d'uso locali);

Ulteriore documentazione potrebbe essere necessaria per impianti complessi.

 

Erogazione

La data e l'ora della verifica sono concordate tra il Tecnico e l'utente.
Per le operazioni di verifica  i Datori di lavoro devono mettere a disposizione dei funzionari incaricati il personale occorrente sotto la vigilanza di un preposto ed i mezzi necessari per l'esecuzione delle operazioni stesse, esclusi gli apparecchi di misura.
Per misure che prevedono l'accesso a parti in tensione (prova differenziali, misure di impedenza, ecc...) è richiesta la presenza di personale con qualifica PES.

 

Documenti rilasciati

- Lettera d'accettazione di incarico di verifica periodica, (successivamente alla Richiesta di verifica). 
- Verbale di verifica periodica (a verifica effettuata).

 

Tariffa e gestione economica - Impianti di messa a terra


 

Si riportano le vigenti tariffe relative alle verifiche periodiche ed altre prestazioni. Le tariffe qui di seguito riportate si intendono onnicomprensive di tutte le spese.

Descrizione
Euro
Classi di potenza installata (KW)
.
Fino a 10 Kw
79,00 +IVA
Fino a 20 Kw
135,00 +IVA
Fino a 30 Kw
191,00 + IVA
Fino a 50 Kw
225,00 + IVA
Fino a 100 Kw
393,00 +IVA
Oltre a 100 Kw tariffazione oraria
67,00/h +IVA
Sopralluogo a vuoto

N.B. Per un tempo di verifica maggiore di 20 ore, la tariffa è diminuita del 10%

Richiesta di pagamento
Modalità di pagamento
Fonte normativa
Note ad uso interno (link attivo solo per operatori)
Prestazione
 

Leggi e norme

- D.Lgs. 81-2008;
- D.P.R. 22 ottobre 2001 n° 462
- Norme CEI

 

Diagrammi di flusso

FAQ

Risposte alle domande più frequenti, continua

 
 
 

Per ulteriori informazioni o per eventuali comunicazioni,  inviare un mail a elettrico@ausl.mo.it specificando nome e cognome del mittente, nome e sede della Ditta.

In alternativa può compilare la form appositamente predisposta, che invierà copia della comunicazione trasmessa anche al suo indirizzo di posta elettronica.  Fai click qui per utilizzare la form.

Ultimo aggiornamento: 17 Gennaio 2019