Home
  • Mirandola 2011

Progetto di Comunità - Benessere in Comune - Mirandola 2010 - 2011

Asili nido - Scuole dell'infanzia - Primarie e Secondarie

 

Nido d'infanzia Il Paese dei Balocchi

Progetto: "Aiutami a fare da solo".
Sezione: medi (15-24 mesi circa)- grandi (24- 36 mesi circa)
Anni: 2009-2010 e 2010-2011
Bambini coinvolti: 15 
Il percorso nasce dall'esigenza di lavorare sulla consapevolezza dei bambini rispetto alle diverse autonomie, cognitive, emotive e relazionali, sull'attesa, sul rispetto dei tempi degli altri. Abbiamo deciso di concentrarci su alcune routine significative che comprendono tutti gli aspetti elencati: gioco libero e momento del pasto.  Essere autonomi significa poter scegliere, dunque da parte dell'adulto mettere in condizione il bambino di poter scegliere.
Momento del pasto. Il momento del pasto in questa fase evolutiva del bambino (dallo svezzamento fino a 36 mesi circa) rappresenta un momento importante e fondamentale, infatti è in tale momento che il bambino sviluppa e affina i gusti alimentari che lo accompagneranno per tutta la vita. Il momento del pasto al nido (come gli altri momenti di vita quotidiana nel servizio) rappresenta occasione di crescita e apprendimento che passano attraverso al capacità di attesa, il rispetto delle regole, il piacere di fare da soli, la scoperta di profumi e sapori. Al nido vengono infatti proposti alimenti vari e nuovi per consentire al bambino di assaggiare e imparare ad assaporare ogni alimento. Ci siamo trovati di fronte un gruppo di bambini che seguivano un'alimentazione poco adeguata alla loro età anagrafica: piatto unico e frullato (solo con determinati alimenti graditi ai bambini), e tale modalità non consentiva un lavoro quotidiano sulle autonomie e sulla consapevolezza. Abbiamo quindi trovato una strategia che permettesse di lavorare sul "vivere consapevolmente" il momento del pasto e soprattutto che permettesse ai bambini di capire ciò che veniva loro proposto, di scegliere se, cosa e quanto mangiare, sempre rispettando il menù del giorno.
Modalità: solitamente ai bambini veniva servito il piatto con la pietanza gia porzionata, quindi il bambino non aveva possibilità di replica!
La pietanza, ad esempio la pasta, è stata disposta in un unico piatto fondo con un cucchiaio, posto al centro del tavolo, l'educatrice al tavolo con i bambini ha proposto il piatto descrivendone il contenuto e invitando il bambino e servirsi da solo la quantità desiderata (mediata dall'adulto). Il percorso è stato attuato per gradi, proponendo prima una portata poi il pasto completo. Il percorso è ancora in atto nella sezione dei bambini "grandi" 24 -36 mesi, proponendo anche delle piccole caraffe di acqua con le quali il bambino riesce anche a versarsi l'acqua. Il progetto potrebbe diventare modalità educativa del servizio, poiché nonostante un forte investimento iniziale di energie da parte dell'adulto, si è rivelata una valida strategia educativa e di gestione del gruppo dei bambini.
Sono stati coinvolti anche i genitori dei bambini per cercare e creare una collaborazione, fondamentale, anche nella gestione "casalinga". E' importante per il bambino trovare coerenza di comportamenti nei due ambienti che frequenta: nido e casa.
Obiettivi raggiunti:
diversi sono gli obiettivi raggiunti, i più significativi:
- consapevolezza rispetto agli alimenti, odori e sapori
- assaporare e gustare nuovi alimenti con i loro sapori e odori
- autonomia anche nella motricità fine
- rispetto dei tempi di attesa
Postilla: nella programmazione educativa del nido è sempre prevista attività di manipolazione con alimenti vari: cacao, caffè, farina, ortaggi, legumi etc. Inoltre il nido d'infanzia può essere considerato "osservatorio" rispetto alle abitudini alimentari dei bambini, poiché accoglie bambini di età compresa tra 3 e 36 mesi. Il comune di Mirandola accoglie circa 150 bambini in 2 nidi comunali.
Attività Scuole Infanzia:
Progetto: "Mangia Giusto Muoviti con Gusto" - AUSL di Modena Progetto educativo su sana alimentazione e movimento.
Distribuzione materiali educativi. Attività educativa in classe svolta autonomamente dagli insegnanti. Partecipazione a concorso di educazione alimentare e motoria: Scuola dell'Infanzia di via Gramsci: 5 sezioni, 5 insegnanti, 133 bambini,

 

Nido d'infanzia

L. Malaguzzi affermava che l'ambiente è il terzo educatore e che "l'educazione è un atto di  interazioni complesse, molte delle quali si verificano solo se anche l'ambiente vi partecipa". Lo spazio va quindi strutturato in modo da rispondere alle esigenze delle diverse età, ai ritmi di vita dei singoli bambini, alla necessità di dare ed avere riferimenti fisici stabili, pur rispettando le diversità individuali.
Il nido d'infanzia accoglie bambini di età compresa tra 3 e 36 mesi. In tale periodo lo sviluppo dell'attività motoria è intenso e rapido. Le sezioni sono tendenzialmente strutturate per accogliere bambini di età omogenea. Lo spazio all'interno di ogni sezione è pensato, strutturato e organizzato per consentire al bambino un percorso adeguato in base a quelle che sono le sue fasi evolutive motorie. Tutte le sezioni sono caratterizzate da spazi flessibili per adattarsi ai vari livelli.
Sezione piccoli (3- 9 mesi circa): 
Gli spazi della sezione permettono al bambino di muoversi gattonando, gli arredi offrono sostegni su cui aggrapparsi per iniziare a camminare.
Gli "angoli morbidi" dotati di grandi e soffici tappeti e cuscini permettono la sosta a tutti i bambini che ancora non si muovono; è presente un mobile/struttura chiamato "Alessandro" composto da maniglie alle quali i bambini possono sorreggersi durante i loro primi tentativi di mettersi in posizione eretta, specchi per rafforzare l'identità, cassetti per stimolare la loro curiosità e la coordinazione oculo-manuale, tunnel per soddisfare la curiosità e per "passare attraverso" per favorire la consapevolezza delle proprie potenzialità a abilità.
Sezione medi ( 9 - 20 mesi circa):
Lo spazio è caratterizzato in modo da consentire al bambino una maggiore autonomia e voglia di scoperta attraverso una struttura composta da scala, scivolo, tunnel.
Sezione grandi (20 - 36 mesi circa):
Lo spazio è strutturato in modo da consentire al bambino di sviluppare il movimento a 360°, attraverso grandi spazi che gli permettono di correre e sperimentare le sue potenzialità corporee.

Attività Scuole Infanzia:

Progetto "Mangia Giusto Muoviti con Gusto" - AUSL di Modena Progetto educativo su sana alimentazione e movimento. Distribuzione materiali educativi. Attività educativa in classe svolta autonomamente dagli insegnanti. Partecipazione a concorso di educazione alimentare e motoria: Scuola dell'Infanzia di viale Gramsci: 5 sezioni, 5 insegnanti, 133 bambini,

 

Scuole primarie

Promozione merende a base di frutta: brevi specifiche su iniziativa (n° classi coinvolte, n° bambini coinvolti, N° insegnanti coinvolti, n° giorni/settimana per n° mesi).
Progetto COOP-Estense (animazioni + questionario rilevazione abitudini e stili di vita in collaborazione con AUSL). Classi 1°: totale classi, totale bambini, totale insegnanti. Sono state realizzate 10 animazioni "merendiamo con la frutta" con tutte  le 10 prime delle scuole primarie, adattando l'animazione classica con una versione realizzata all'interno della scuola e non in punto vendita, come da richiesta. Classi 5°: totale classi, totale bambini, totale insegnanti. Partendo dalle indicazioni ricevute al tavolo di lavoro, ed in considerazione dei vincoli posti  alla realizzazione delle animazioni in punto vendita,  il 15 dicembre 2010 è' stato realizzato un incontro con le insegnanti delle classi V per concordare una modalità di offerta ad hoc. In tale occasione si è stabilito con le insegnanti che le animazioni sul tema della merenda sarebbero state effettuate in orario extrascolastico, presso il Punto d'incontro dell'Ipermercato, previa iscrizione di bambini e genitori. La dietista ha illustrato i contenuti da affrontare e gli strumenti. Si è concordato il percorso e definiti i tempi per la realizzazione delle animazioni in funzione dei contenuti didattici affrontati dalle classi V. Per la preparazione dei due incontri calendarizzati è stato proposto alle insegnanti di utilizzare una scheda a colori con il diario alimentare da consegnare ai bambini e illustrare nella modalità di compilazione, con l'indicazione di portarla all'incontro pomeridiano per un approfondimento. Sono state consegnate alla scuola n° 250 "schede a colori". In occasione delle due date calendarizzate si sono raccolte 7/8 iscrizioni per ogni incontro. Alle animazioni pomeridiane sono intervenuti al primo incontro 4 bambini con 2 adulti, di classi V diverse (A,C,D,F) e al secondo incontro 1 bambino con 1 adulto V H (per un errore nel volantino di adesione è stato necessario riconvocare la data de secondo incontro. Nessuno dei 5 bambini era in possesso delle" schede a colori" e dichiarava di non averla mai  ricevuta in classe.
Progetto "Mangia Giusto Muoviti con Gusto" - AUSL di Modena Progetto educativo su sana alimentazione e movimento. Distribuzione materiali educativi. Attività educativa in classe svolta autonomamente dagli insegnanti. Partecipazione a concorso di educazione alimentare e motoria: classi 2° e 4°, totale 20 classi, 480 alunni.
Progetto "In salus......percorsi per sani stili di vita". Progetto "In salus......percorsi per sani stili di vita"-  CEA "La Raganella" (Coinvolte 11 Classi 3° della scuola primaria; totale bambini: 275 circa, totale insegnanti.16 ): 36 incontri in classe, nelle 11 classi terze della scuola primaria di Mirandola, di Quarantoli, di Mortizzuolo, di San Martino Spino + relative uscite in Aziende e fattorie del territorio (produzione di pane, biscotti alla frutta, formaggio alla rucola, aceto "dei 4 ladroni", marmellate di fragole  ecc 
Durante gli incontri in classe: attività di sensibilizzazione rispetto alle tematiche proposte, letture a tema,  distribuzione materiale didattico, assaggi di frutta e verdura, elaborazione collettiva di schede sui  colori, sul gusto, sulla stagionalità di  frutta e verdura, sui prodotti locali; raccolta e produzione di 1 ricettario per ogni alunno.
Il progetto ha avuto inizio con l'incontro con le classi a scuola in occasione del "Terra madre day" (una giornata di laboratori in classe), e nel pomeriggio, con le famiglie e le Pediatre (dott.sse Ranieri Giovanna e Luppi Mirta) presso la sala Granda del Comune di Mirandola.
E' terminato con l'iniziativa pubblica "mercatino bio" al Barchessone Vecchio di San Martino Spino il 7 Maggio, giornata in cui tutte le classi coinvolte sono state invitate a partecipare  assieme alle loro famiglie, e agli insegnanti, allo spettacolo organizzato dal CEA "Processo alle Verdure" a cura della Fondazione Aida di Verona, all'esposizione dei ricettari realizzati, al corso di cucina per cuochi senza fuochi a base di frutta e verdura, alla visita all'arnia didattica con degustazione di mieli e mele e alle attività proposte dalle Aziende che hanno aderito al mercatino: Yoga Yogurt, bancarelle di frutta e verdura bio, semina, assaggi, Km zero e stagionalità.
Attività motoria
Progetto "Mangia Giusto Muoviti con Gusto" - AUSL di Modena Progetto educativo su sana alimentazione e movimento. Distribuzione materiali educativi. Attività educativa in classe svolta autonomamente dagli insegnanti. Partecipazione a concorso di educazione alimentare e motoria: classi 2° e 4°, totale 20 classi, 480 alunni.
Progetto Giocosport, in collaborazione con Le Polisportive Stadium e Pico.

 

Scuole secondarie di I° grado

Progetto " Tallone d'Achille": sono stati coinvolti in questo progetto 10 classi prime per un corrispettivo di 246 alunni; gli insegnanti coinvolti, sono stati gli insegnanti di educazione fisica per un totale di 4.Scopo di tale progetto era conoscere i legami fra corpo, benessere  alimentazione e movimento e riflettere sul valore di  stili di vita salutari( fumo, alcool, alimentazione non salutare, sostanze dopanti), riflettere inoltre sugli effetti negativi delle sostanze dopanti. Gli incontri hanno avuti riscontri positivi ma si prevede per il prossimo anno di proporlo nelle classi seconde e/o terze poiché gli argomenti basilari per una  migliore comprensione di questo progetto vengono trattati in seconda e terza.
Progetto Coop Classi terze: è stata svolta l'attività dal titolo un "bambino su quattro al mondo lavora noi siamo gli altri tre", questa attività ha coinvolto solo una classe terza accompagnati da due insegnanti, in particolare la 3°I, gli alunni coinvolti sono stati 21. Tale attività  aveva come obiettivo la riflessione su:  lavoro minorile, significato di prodotti equo solidari , sia alimentari che non, la riflessione  sugli alimenti prodotti nei paesi  in via di sviluppo.
Progetto "Merenda con la frutta":sono stati coinvolti tutti gli alunni della scuola per un totale di 750 alunni circa, è stato loro proposto senza imporre alcun obbligo, di portare come merenda un frutto il giorno venerdì.
Progetto Coop classi seconde:sono state svolte due tipi di attività:
coloranti e additivi con i seguenti obiettivi:
- comprendere l'uso e la funzione degli additivi
- riflettere sull'uso del colorante
- comprendere le misteriose sigle presenti sull'etichetta
Caccia alla merenda con tali obiettivi:
- Riflettere sui consumi fuori pasto,
- Cosa piace e perché
- Comprendere l'influenza di moda e Pubblicità nelle scelte alimentari
- Promuovere consapevolezza sui reali Bisogni nutritivi
Complessivamente sono stati coinvolti 94 alunni e otto insegnanti.
I riscontri sono stati positivi e gli alunni sono stati coinvolti attivamente durante lo svolgimento.
Progetto attività fisica pomeridiana finanziato MIUR: Referente insegnante di educazione fisica prof sa Daniela Paltrinieri , nelle ore pomeridiane,diversificando le proposte di attività sportiva, (pallavolo, pallacanestro, calcio e atletica leggera) si è data la possibilità anche ai ragazzi che non svolgono attività sportive al di fuori dell'orario scolastico, di aumentare le loro competenze motorie, la socializzazione e di svolgere una sana attività sportiva.Tali obiettivi sono stati raggiunti i ragazzi hanno aderito con una partecipazione numerosa e ognuno di loro ha potuto scegliere l'attività o il gioco più adatto alle proprie esigenze e caratteristiche. L'attività si è svolta nel periodo tra novembre e maggio, durante le ore di gruppo sono stati svolti anche tornei di pallavolo e pallacanestro che hanno visto coinvolti la quasi totalità degli alunni. I ragazzi coinvolti sono stati 70 per la pallavolo, 50 pallacanestro, 60 per il calcio per un totale di 180. Questo progetto ha anche permesso la partecipazione ai giochi sportivi studenteschi di pallavolo e pallacanestro e ai "giochi dell'unione di atletica leggera" tra le scuole dei comuni dell'area Nord.

 
 

Incontri con genitori e bambini


 

Salute, benessere e stili di vita per la promozione dell'educazione alimentare e del movimento

Ultimo aggiornamento: 04 Febbraio 2019