Home
  • Newsletter Informati n° 19 Luglio 2016 - Giochi olimpici 2016
 
Logo Informati
 

Newsletter Informati n°19 Luglio 2016 - Giochi olimpici

 
 
 
 

Giochi olimpici 2016


 

L'edizione 2016 dei giochi olimpici e paralimpici si svolgerà in Brasile rispettivamente dal 5 al 21 agosto e dal 7 al 18 settembre 2016.
Tutti gli sport avranno luogo interamente a Rio ad eccezione del torneo di calcio che prevede partite anche in altre zone.

 
 
 
Carta geografica rappresentante le zone di Rio che ospitano i giochi
Carta geografica rappresentante le zone di Rio che ospitano i giochi


 
Carta geografica delle città che ospitano gare di calcio
Carta geografica delle città che ospitano gare di calcio


 
 
 
 

E' molto importante che chi si accinge a partire per il Brasile sia consapevole dei potenziali rischi sanitari connessi al viaggio. In particolare è importante conoscere il rischio di :

Infezione da Zika virus
In Brasile è in corso un'epidemia di infezione da Zika viruse anche se i giochi olimpici avranno luogo durante la stagione invernale brasiliana quando il clima più fresco e asciutto riduce la densità delle zanzare, i visitatori debbono essere consapevoli del rischio individuale e di importazione in Italia della malattia in un periodo in cui è presente un vettore (zanzara tigre) potenzialmente in grado di diffondere questo virus.
Si tratta di un'infezione emergente che si può contrarre principalmente con due modalità: tramite la puntura di zanzare infette del genere Aedes che pungono nelle ore diurne oppure attraverso rapporti sessuali non protetti con partner infetto.

Nell'adulto l'infezione comporta in genere una sintomatologia modesta (febbre lieve, eruzioni cutanee, dolori muscolari earticolari) che si risolve nel giro di pochi giorni e solo eccezionalmente può determinare una complicanza neurologica nota come sindrome di Guillain-Barrè.In caso di gravidanza concomitante con l'infezione invece le conseguenze possono essere molto gravi: il neonato potrebbe risultare affetto da disturbi neurologici e cognitivi. Per questo motivo si consiglia alle donne in gravidanza o che cercano una gravidanza di EVITARE viaggi in Brasile o altre zone endemiche.

Alle persone affette da malattie del sistema immunitario o con gravi patologie croniche che sono a maggior rischio di sviluppare, in caso di infezione, la sindrome di Guillain-Barrè è raccomandata una attenta valutazione col proprio medico curante prima di intraprendere il viaggio.

Ad oggi non si dispone di alcun vaccino o farmaco in grado di prevenire l'infezione da Zika virus e si può ridurre il rischio di infettarsi solo attraverso comportamenti adeguati che evitino le punture di zanzare e la trasmissione sessuale.

Per evitare le punture di zanzare:
- utilizzare repellenti cutanei per uso topico sulle parti scoperte del corpo
- indossare abiti di colore chiaro che coprano la maggior superficie della cute
- evitare l'uso di sostanze attrattive per gli insetti quali profumi, lozioni dopobarba
- trattare gli indumenti con un insetticida a base di permetrina
- soggiornare in ambienti dotati di aria condizionata o di zanzariere o in alternativa utilizzare elettroemanatori di insetticidi liquidio a piastrine o zampironi

Per evitare la trasmissione sessuale :
- gli uomini e le donne che si recano in Brasile (o in altra zona endemica per Zika virus) devono avere rapporti sessuali protetti utilizzando in modo corretto il preservativo durante il soggiorno e per almeno 3 mesi dopo il rientro anche in assenza di sintomi (per 6 mesi se il partner maschile ha avuto sintomi)
- gli uomini con partner gravida che si recano in Brasile (o in altra zona endemica per Zika virus) dovrebbero astenersi dall'attività sessuale o fare correttamente uso del profilattico fino alla fine della gravidanza
- le coppie o le donne che programmano una gravidanza che si recano in Brasile (o in altra zona endemica per Zika virus) debbono attendere 3 mesi dopo il rientro prima di concepire se asintomatiche mentre se uno o entrambi i partners ha sviluppato sintomi è necessario attendere 6 mesi

 

Altre malattie trasmesse da zanzare


 

La Febbre gialla è provocata da un virus che viene trasmesso all'uomo con la puntura di zanzare infette appartenenti al genere Aedes.

La Febbre gialla è presente in alcune delle municipalità che ospiteranno le partite di calcio

La Febbre Gialla può manifestarsi con vari gradi di gravità: si va da forme asintomati che o con sintomatologia lieve e aspecifica a forme molto gravi con manifestazioni emorragiche e compromissione della funzionalità epatica e renale.

Per la prevenzione della febbre gialla, oltre alle misure comportamentali, è consigliabile la vaccinazione: il vaccino anti-febbre gialla è un vaccino allestito con virus vivi attenuati con un'efficacia protettiva superiore al 90-95%. Viene somministrato in dose singola dopo valutazione del rischio e di eventuali controindicazioni, e conferisce un'immunità di lunga durata. Gli anticorpi protettivi compaiono dopo 7-10 giorni dall'inoculazione.

Carta geografica rappresentante le zone endemiche
Carta geografica rappresentante le zone endemiche
 
 

Anche la Dengue e la febbre Chikungunya, presenti in tutto il Brasile, sono provocate da virus che vengono trasmessi attraverso la puntura di zanzare infette appartenenti al genere Aedes. Il periodo di incubazione varia dai 3 ai 14 giorni, in media è di 5-7 giorni. Si manifestano generalmente con febbre, cefalea, nausea, vomito, dolori articolari (molto forti nella febbre Chikungunya). Per la Dengue sono possibili forme gravi emorragiche.
La malaria è una malattia febbrile acuta con un periodo di incubazione di almeno 7 giorni causata dal protozoo Plasmodium. Il parassita della malaria è trasmesso dalla zanzara femmina Anopheles che punge principalmente tra il tramonto e l'alba.

La malaria si manifesta generalmente con febbre, brividi, cefalea, dolori muscolari, debolezza, che possono essere accompagnati da vomito, diarrea, dolori addominali, tosse.
Per la prevenzione della malaria , oltre alle misure di protezione dalle zanzare, può essere consigliata l'assunzione di farmaci antimalarici, secondo schemi diversi a seconda del prodotto indicato,da iniziare prima della partenza, proseguire durante il soggiorno e per un periodo dopo il rientro.

 
zone endemiche per malaria in Brasile
Zone endemiche per malaria in Brasile
 
 

Altre Malattie a trasmissione sessuale

 


I viaggi possono essere occasione di incontri, occorre però porre particolare attenzione alle malattie sessualmente trasmesse : i rapporti sessuali possono rappresentare un serio rischio per la trasmissione di malattie come epatite B, HIV-AIDS, sifilide, gonorrea, scabbia, oltre che per l'infezione da Zika virus.
La possibilità di protezione è essenzialmente costituita dall'uso corretto del preservativo, molto utile per prevenire le infezioni più gravi, come quella da HIV e l'epatite B, ma non utile per prevenire la scabbia, che si trasmette per contatto stretto cute-cuteo attraverso la condivisione di lenzuola, asciugamani, ecc.

 

Malattie a trasmissione alimentare

 


I viaggiatori diretti in Brasile possono essere a rischio di contrarre malattie tramite il consumo di acqua o cibo infetto. Per limitare il rischio di diarree infettive o di altre gravi malattie come epatite A o febbre tifoide è fondamentale prestare attenzione a ciò che si mangia e si beve (evitare i cibi crudi o poco cotti, ad eccezione di frutta personalmente sbucciata, bere solo acqua imbottigliata evitando il ghiaccio, evitare gelati sfusi e dolci a base di creme, ecc) e avere una accurata igiene delle mani lavandole frequentemente con acqua e sapone o utilizzando soluzioni idro-alcoliche.
E' inoltre altamente raccomandata l'esecuzione della vaccinazione contro l'epatite A ancora endemica in Brasile.
Anche in occasione di questo importante evento, quindi, è indispensabile che il viaggiatore prima della partenza contatti gli ambulatori per i viaggiatori internazionali del Servizio Igiene Pubblica per ricevere informazioni puntuali sulla situazione epidemiologica nelle Regioni che visiteranno, sui corretti comportamenti per minimizzare i rischi sanitari e sulla opportunità di effettuare profilassi vaccinale e farmacologica

 
 

Informazioni ai viaggiatori internazionali


 

Il Servizio Igiene Pubblica fornisce informazioni personalizzate sui rischi sanitari legati ai viaggi internazionali e sulle misure per evitarli nelle sedi riportate in tabella.

La consulenza è gratuita e si effettua su prenotazione telefonando direttamente ai seguenti numeri:

Sede di Carpi
+39.059.659912
lun, mer, ven: 10.00-12.00
Sede di Castelfranco E.
+39.059.929159
gio: 9.30-12.30
Sede di Mirandola
+39.0535.602873
lun: 14.30-17.00; mar e gio: 10.00-12.30
Sede di Modena
+39.059.3963155
lun, mar, mer, gio, ven: 12.00-13.00
Sede di Pavullo n./F.
+39.0536.29359
lun, mar, mer, gio, ven: 9.00-12.00
Sede di Sassuolo
+39.0536.863725
lasciare un recapito telefonico alla segreteria telefonica per essere contattati.
Sede di Vignola
+39.059.777044
lun, mar, mer, gio, ven: 9.00-12.00
 

La disdetta può essere effettuata telefonando ai numeri sopra indicati.
La prestazione vaccinale è assoggettata al pagamento di tariffa prevista da Delibera Regionale (Vedi tariffa)

 

Per leggere le altre newsletter e altre informazioni visitare il sito del Servizio Igiene Pubblica continua

Ultimo aggiornamento: 07 Febbraio 2019