Home
  • Febbre catarrale degli ovini (Blue Tongue) in Emilia-Romagna. Movimentazioni nell'ambito di aree omogenee
 

Febbre catarrale degli ovini (Blue Tongue) in Emilia-Romagna. Movimentazioni nell'ambito di aree omogenee

Fotografia di  pecore
 

L'epidemia in corso di Blue Tongue del sierotipo 4 (BTV4), ha comportato l'inserimento delle Provincia di Bologna e parte di quelle di Modena, Forlì-Cesena e Ravenna nell'elenco dei territori soggetti a restrizione.
Considerato che esistono flussi commerciali consolidati di animali da allevamento e da macello, tra le province interessate e che, in attesa di poter completare le operazioni vaccinali, sussistono gravi difficoltà per la movimentazione degli animali sensibili, si trasmette in allegato la procedura adottata al fine di consentire la movimentazione di animali sensibili alla Blue Tongue non vaccinati, in aree omogenee contigue ovvero zone di restrizione e territori con infezione in atto, per il tempo necessario a completare le vaccinazioni previste per il primo anno di applicazione del piano vaccinale straordinario e comunque non oltre il termine del periodo stagionalmente libero 2016-2017.

 
 
 
 
Ultimo aggiornamento: 07 Febbraio 2019