Home

Condividi

Casa della Salute di Castelfranco. Volontari accanto ai cittadini per informare sui servizi

Durante i lavori di ristrutturazione, progetto di Azienda USL e Comitato consultivo misto per accompagnare nei percorsi alternativi di accesso

Proseguono i lavori alla Casa della Salute di Castelfranco Emilia per la realizzazione dell’Hospice, del nuovo Ospedale di Comunità e della piattaforma chirurgica, che hanno comportato la definizione di percorsi alternativi di accesso a diversi servizi presenti all’interno dell’edificio.

Per agevolare i cittadini i volontari del Comitato Consultivo Misto (CCM), da sempre attivi accanto alla Direzione del distretto, si propongono ora come “facilitatori”, presentando i nuovi percorsi e accompagnando i cittadini più in difficoltà all’interno della Casa della Salute.

Hanno risposto dieci associazioni del territorio, i cui volontari si alterneranno, nei giorni di mercato (martedì e venerdì mattina) che sono anche quelli di maggior affluenza ai servizi, per agevolare l’accesso. Identificato tramite un tesserino, il volontario di riferimento insegnerà i percorsi e potrà essere di aiuto per l’attività normale di ricerca degli ambulatori e dei servizi all’interno dell’edificio.

“Accanto a frecce ed indicazioni, che non devono mai mancare – chiarisce la direttrice del Distretto Antonella Dallari – pensiamo che accompagnare i propri concittadini all’interno dei servizi sanitari sia un modo per costruire salute stando vicino alle persone, ascoltando i bisogni e contribuendo al miglioramento dell’accesso alle nostre strutture”.

“Come Comitato consultivo misto, insieme all’Azienda USL, abbiamo ritenuto non solo positivo ma costruttivo dare la nostra collaborazione per un servizio che sia di accompagnamento ed educazione all’utilizzo dei servizi attivi all’interno della Casa della Salute”, spiega Luciano Sighinolfi, presidente del CCM –. Un impegno che raccoglie le esigenze dei cittadini rispetto alla qualità e all’equità dei servizi: come Comitato siamo sempre disponibili per superare insieme all’Azienda le difficoltà che possono crearsi su una struttura come questa, sempre aperta e funzionale e che deve rimanere tale anche in occasione degli importanti lavori di ristrutturazione in corso”.

 
 

[27 agosto 2018]

Ultimo aggiornamento: 29 Agosto 2018