Home

Condividi

Due interventi salva-vita dell’elisoccorso

Paziente colpito da patologia cardiaca trasferito in pochi minuti da Mirandola a Baggiovara; a San Prospero i medici dell’eliambulanza intervengono grazie all’aiuto dei Carabinieri

Dal Pronto soccorso di Mirandola all’Ospedale di Baggiovara in pochi minuti grazie all’elisoccorso notturno. È il percorso che ieri sera, intorno alle ore 20, ha permesso di salvare la vita a un paziente di 80 anni, alle prese con una patologia cardiaca in atto. L’uomo, che si era presentato al Pronto soccorso del Santa Maria Bianca, è stato trasferito prima in ambulanza alla piazzola abilitata all’atterraggio e al decollo, individuata nel campo sportivo di via Tazio Nuvolari, e da qui trasportato con l’elicottero in configurazione notturna all’Ospedale di Baggiovara, dove si trova ricoverato in Terapia intensiva in prognosi riservata.
Il fattore tempo si è rivelato decisivo anche per un 71enne di San Prospero, trasportato al Policlinico di Modena per accertamenti in seguito al dolore toracico lamentato. Anche in quest’occasione è intervenuto l’elisoccorso notturno, atterrato nella piazzola più vicina, a Cavezzo. Stavolta è stato l’equipaggio medico a muoversi verso il paziente, grazie alla preziosa collaborazione dei Carabinieri della Compagnia di Carpi, che ha permesso di accorciare i tempi accompagnando con un proprio mezzo gli operatori sanitari a San Prospero. Da qui il trasporto in ambulanza al Policlinico.

 
 

[26 gennaio 2019]

Ultimo aggiornamento: 28 Gennaio 2019