Condividi

La scheda

Il protocollo

In questi anni, la stretta collaborazione tra le Associazioni di volontariato, Istituzioni scolastiche e Azienda USL Modena ha dato vita alle prime esperienze di somministrazione di insulina ai bambini con diabete da parte degli insegnanti di alcune Scuole della Provincia di Modena. Da tali positive esperienze è nata l’esigenza, condivisa, di un protocollo. 
Il minore con diabete tipo 1 trascorre infatti, in un anno, tra le 800 e le 1200 ore a scuola. È necessario che gli operatori scolastici si facciano carico del controllo e del supporto di ogni bambino con diabete, ma è altrettanto indispensabile disegnare un percorso di inserimento scolastico personalizzabile da soggetto a soggetto ed adattabile alle varie realtà locali.
La procedura del Protocollo viene offerto a tutti i minori con diagnosi di diabete tipo 1 che frequentino una comunità scolastica/educativa, che vengono poi seguiti per tutto il percorso scolastico. Il personale scolastico viene invitato a partecipare agli incontri di informazione/formazione sul diabete tipo 1, organizzati dalla Pediatria di Comunità e concordati con la scuola: è fondamentale infatti saper riconoscere i “segnali di allarme” di eventuali crisi ipoglicemiche. La corretta formazione del personale scolastico è infatti necessaria per una serena e sicura vita scolastica sia per gli operatori stessi che per il minore.
Al fine di ottenere un inserimento efficace, all’interno del protocollo si prevede che durante l’orario scolastico sia garantito al bambino il diritto di controllare la glicemia, trattare l'ipoglicemia con zucchero (o con glucagone se necessario), trattare l'iperglicemia con insulina, consumare i pasti scolastici nei modi e nei tempi appropriate, avere la possibilità di bere, mangiare e andare in bagno quando richiesto, svolgere in sicurezza le attività ludico-sportive.

 
 

Il diabete di tipo 1

È la più frequente patologia endocrino-metabolica dell'età evolutiva. Rappresenta circa il 93% di tutti i casi di diabete in infanzia-adolescenza e comporta una carenza assoluta di insulina: il paziente necessita dunque di terapia insulinica e di un attento autocontrollo glicemico. In provincia di Modena il tasso di incidenza nella fascia d'età 0-14 anni è di 17.2 casi su 100mila abitanti/anno. Dati nazionali ed internazionali mostrano un aumento dell’incidenza del diabete tipo 1 (+3-4%/anno) soprattutto fra i bambini più piccoli (0-4 anni: +5.4%/anno; 5-9 anni +4.3% anno), è dunque ragionevole pensare a un raddoppio dei casi nei prossimi 10 anni. Attualmente in provincia di Modena risultano in carico ai servizi sanitari 193 minori (età <18 anni) affetti da diabete tipo 1. 

 
 

[4 aprile 2019]

Ultimo aggiornamento: 04 Aprile 2019