Home

Combattere zanzare e pappataci

Il ruolo dei cittadini

La prevenzione è sicuramente l'azione più importante da attuare per contrastare la riproduzione e la diffusione di zanzare e pappataci.
Tutta la popolazione può contribuire efficacemente gestendo in modo corretto le aree verdi delle abitazioni private e mettendo in atto misure di prevenzione e di trattamento.

Ricorda che:

  • piccoli e grandi ristagni di acqua, specie se ombreggiati, possono essere utilizzati da questi insetti per riprodursi esponenzialmente
  • quando possibile, il sistema migliore per combattere l’infestazione da zanzara è quello di impedire la deposizione di uova o il compiersi del ciclo vitale che porta lo sviluppo dell’insetto adulto
  • le zanzare tendono a rimanere nelle immediate vicinanze del luogo in cui sono nate
 

È quindi molto probabile la presenza di focolai di riproduzione, che possono essere anche molto piccoli, nel proprio giardino o in uno di quelli confinanti.


Scarica il materiale informativo della Regione Emilia-Romagna
PER TUTTI - OPUSCOLO MULTILINGUE
PER TUTTI - PREVIENI - Zanzare e altri insetti, impara a difenderti
PER TUTTI - PROTEGGI - Zanzare e altri insetti, impara a difenderti

 

Hai controllato il tuo giardino, orto o cortile?

Occhio a....

 
CONTENITORI E TELONI DI PLASTICA, SECCHI, LATTINE, BOTTIGLIE

Sono rimovibili e spesso eliminabili

 
 
SOTTOVASI, ANNAFFIATOI

Vanno svuotati almeno ogni 4-5 giorni gettando l’acqua nel prato

 
 
CIOTOLE PER DISSETARE I NOSTRI AMICI ANIMALI

Vanno svuotate almeno ogni 4-5 giorni gettando l’acqua nel prato

 
 
GIOCATTOLI DEI BAMBINI LASCIATI NEL PRATO

Meglio riordinarli e tenerli al riparo; vanno comunque mantenuti asciutti

 
 
PISCINETTE

Se non in esercizio, vanno svuotate o comunque protette (mantenere i teloni ben tesi!) o trattate con larvicidi

 
 
ARREDI, COPERTONI, ALTALENE

Sono necessari accorgimenti per evitare le raccolte d’acqua negli oggetti stessi o nelle pavimentazioni sottostanti

 
 
IRRIGAZIONE DEGLI ORTI

Gestire i contenitori e bidoni per la raccolta d’acqua per irrigazione:

  • curare il completo svuotamento ogni 4-5 giorni, oppure garantire una perfetta chiusura (con tappi a chiusura ermetica o con rete a maglia fine)
  • utilizzare prodotti che creano biofilm sulla superficie della raccolta d'acqua (Aquatain)
 
 
VASCHE ORNAMENTALI, LAGHETTI

Vanno introdotti predatori di larve: pesci rossi, gambusie

 
 
FOCOLAI LARVALI NON RIMOVIBILI

Tombini, caditoie, bocche di lupo vanno trattati con prodotti larvicidi o protetti con barriere meccaniche (ad es. zanzariere).

 
 
PUNTI CRITICI STRUTTURALI DEGLI EDIFICI (FUORI E DENTRO CASA)

Altre raccolte di acqua di dimensioni maggiori contribuiscono allo sviluppo delle zanzare:

  • pavimenti “galleggianti”, terrazzi e coperture pianeggianti, piscine in disuso, cisterne sotterranee, vespai e cantine allagate
  • grondaie e pluviali
  • scarichi con sifone poco utilizzati, umidificatori per i caloriferi, sottovasi, idrocolture
 
 
ALTRI ASPETTI CRITICI: LA GESTIONE DEL VERDE

È necessario fare attenzione al verde incolto, sia nelle parti comuni sia in quelle private, in particolare siepi e manto erboso: la vegetazione rigogliosa fornisce un riparo alle zanzare nelle ore più calde.

 
 
QUALCHE SUGGERIMENTO UTILE

... per la gestione di giochi e materiali
Metti al riparo giochi e attrezzi di giardinaggio

... per lo svuotamento dei contenitori
Vuota sempre i contenitori per terra: se lo fai in pozzetti o lavandini, rischi di trasferire il focolaio di riproduzione delle zanzare da un sito ad un altro


Ultimo aggiornamento: 12 Giugno 2019