Home

Condividi

Ospedale di Pavullo: ecco la nuova sala operatoria

È la prima delle due previste nel progetto. Ieri il sopralluogo: entrerà in funzione a breve, dopo il collaudo e le prove microbiologiche

Si avviano verso la conclusione i lavori che permetteranno la ripresa dell’attività chirurgica all’Ospedale di Pavullo. Oggetto di una ristrutturazione complessiva, il nuovo blocco operatorio sta prendendo forma: giovedì 23 maggio personale della Direzione Sanitaria e del Servizio Tecnico dell’Azienda USL di Modena ha effettuato un sopralluogo nella nuova sala – la prima ad essere ultimata – verificando lo stato di avanzamento dei lavori. Nei prossimi giorni sono in programma le ultime rifiniture, seguiranno i collaudi e le prove microbiologiche, ultime operazioni necessarie per la ripresa delle attività. Parallelamente proseguono i lavori di ristrutturazione nel resto dell’area dedicata al comparto operatorio, dove avrà sede anche la seconda sala operatoria.

 
 

La ristrutturazione del blocco operatorio, finanziata per 1 milione e 800mila euro (1.400.000 dalla Regione Emilia-Romagna e 400.000 da fondi Ausl), permette di proseguire nel progetto di potenziamento delle attività operatorie effettuate a Pavullo (in regime ordinario, ambulatoriale e di Day Surgery) ed assicurare la degenza e osservazione di un’ampia casistica di interventi (oculistici, ortopedici, chirurgici, otorinolaringoiatrici, ecc). Grazie all’investimento sulle nuove sale operatorie e sul personale - acquisito a inizio 2019 un nuovo chirurgo e un altro chirurgo ancora è in arrivo ad aprile - Pavullo avrà un comparto operatorio caratterizzato da efficienza, alte performance, standard di sicurezza operativa e tecnologie in grado di assicurare al meglio lo svolgimento dell'attività chirurgica. La superficie complessivamente interessata ai lavori è di 748mq.

 
 

[25 maggio 2019]

Ultimo aggiornamento: 27 Maggio 2019