Home

Condividi

“Non rischiare: prima di cucinarli vieni da noi”

L’invito dei micologi Ausl ai raccoglitori di funghi

La stagione dei funghi è entrata nel vivo: le sette sedi dell’Ispettorato micologico sono a disposizione dei cittadini per verificare la commestibilità del raccolto e scongiurare intossicazioni e avvelenamenti

È gratuito, non serve prenotarsi e soprattutto può evitare una intossicazione grave o persino letale. Il controllo dei funghi presso una delle sedi dell’Ispettorato micologico dell’Azienda USL di Modena presenti sul territorio provinciale è da considerarsi una buona pratica per tutti gli appassionati dei prodotti del sottobosco. Non esistono infatti mezzi empirici sicuri per capire se un fungo è commestibile, tossico o velenoso: solo un micologo, grazie alla sua vasta conoscenza in materia, può determinare con certezza la commestibilità di un fungo.

 
 
Damiano Zanni

“Si tratta di un servizio gratuito che permette di determinare la commestibilità dei funghi – spiega Damiano Zanni, coordinatore dell’Ispettorato Micologico dell’Ausl –, in modo da poterli consumare in totale sicurezza. La prudenza è raccomandata anche per i funghi ricevuti in regalo: sempre meglio farli controllare che rischiare una pericolosa intossicazione o un avvelenamento potenzialmente letale. In questo periodo si registra la forte presenza di specie fungine mortali o tossiche nelle zone montane della nostra provincia, come l’Amanita Phalloides (mortale), l’Entoloma Sinuatum (tossico) e l’Omphalotus Olearius (tossico). In media il 30% dei controlli sui funghi portati dai cittadini presso l’Ispettorato Micologico evidenzia la presenza di specie tossiche. È frequente anche la certificazione di funghi alterati, e per questo non commestibili, dovuta a una inadeguata raccolta o conservazione da parte dei raccoglitori. L’invito è dunque di portare sempre i funghi raccolti all’Ispettorato micologico prima di cucinarli. D’altronde, perché rischiare?”.

La stagione di raccolta è entrata nel vivo e le sette sedi dell’Ispettorato micologico (Modena, Carpi, Mirandola, Vignola, Sassuolo, Montefiorino e Pavullo) sono tutte attive. Il punto di Modena è aperto tutto l'anno mentre a Pavullo e Montefiorino i micologi effettuano i controlli dei funghi fino a fine ottobre; a Carpi, Mirandola, Sassuolo e Vignola fino a fine novembre.

Per conoscere sedi e orari dell’Ispettorato più vicino, è possibile chiamare il numero verde regionale 800 033 033 (dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 17.30 e il sabato mattina dalle 8.30 alle 13.30) o consultare la pagina dedicata nel portale dell’Azienda USL. Fuori degli orari stabiliti, inoltre, è possibile far controllare i funghi per autoconsumo o quelli destinati a vendita e somministrazione su appuntamento telefonico.

Per altre informazioni utili è possibile consultare la pagina www.ausl.mo.it/funghi.
Sul canale Youtube dell’Azienda USL di Modena è disponibile anche un video con intervista a Damiano Zanni.

 
 

[4 ottobre 2019]

Ultimo aggiornamento: 04 Ottobre 2019