Home

Condividi

GIORNATA NAZIONALE “UNA MANOVRA PER LA VITA”

AUSL e SIMEUP insieme a Sassuolo, per insegnare ai cittadini a prevenire e trattare l’ostruzione delle vie aeree in età pediatria

Domenica 13 ottobre, in viale XX Settembre un evento aperto a tutta la cittadinanza

Saranno a Sassuolo domenica 13 ottobre insieme all’Azienda USL di Modena gli operatori SIMEUP (Società Italiana di Medicina d’Urgenza ed Emergenza Pediatrica), per spiegare a tutti i cittadini l'importanza della prevenzione e del trattamento immediato dell'ostruzione delle vie aeree da corpo estraneo in età pediatrica. Vere e proprie “manovre salvavita” che da alcuni anni in tutta Italia con successo SIMEUP, ente senza fine di lucro, porta nelle piazze in occasione della giornata nazionale “Una Manovra per la Vita”.

Il soffocamento da corpo estraneo è una delle principali causa di morte nei bambini da 0 a 3 anni, e il rischio resta elevato fino all’adolescenza. Gli incidenti possono capitare ovunque, a casa, a scuola, in piscina. Ma una semplice manovra da eseguire con le mani può salvare un bambino in difficoltà. “Una corretta prevenzione da parte degli adulti e soprattutto un corretto trattamento immediato con manovre semplici – afferma Battista Guidi, Pediatra e Presidente regionale Simeup – facili da apprendere da chiunque, può essere determinante per il decorso e il benessere dei nostri bimbi".

L'iniziativa, organizzata dal Centro di Formazione e di Riferimento Regionale Emilia Romagna PBLSD ed Emergenze Pediatriche dell’Azienda USL di Modena, quest’anno si svolge a Sassuolo, in viale XX Settembre, domenica 13 ottobre dalle 9 alle 13.  La partecipazione è libera (non serve prenotarsi) e gratuita.

“L'obiettivo – osserva Federica Ronchetti, Direttrice del Distretto sanitario di Sassuolo - è sensibilizzare e informare il maggior numero di cittadini e genitori a svolgere le manovre salvavita per i bambini. È un importante esempio di come i servizi sanitari lavorano in prossimità e si avvicinano ai cittadini in contesti territoriali informali. Davvero mai come in questo caso è la rete che può salvare una vita”.

Saranno presenti gli istruttori PBLSD (supporto di base delle funzioni vitali e defibrillazione precoce) dell’Azienda USL di Modena, che mostreranno la procedura da eseguire per la disostruzione da corpo estraneo, i gesti da compiere e la giusta pressione da esercitare, differenziando le manovre per lattanti e bambini fino a un anno di vita da quelle per bambini con più di un anno e utilizzando appositi manichini su cui le persone interessate potranno esercitarsi.

 
 

[11 ottobre 2019]

Ultimo aggiornamento: 15 Ottobre 2019