Home

Condividi

Hotel Concordia per l’isolamento dei cittadini con sintomi lievi: tutti i dettagli del progetto

La struttura a San Possidionio di Modena servirà per accogliere chi non ha ambienti adeguati presso la propria abitazione

Lo ha annunciato ieri il commissario ad acta per l’emergenza Sergio Venturi nella sua diretta quotidiana: è attivo da oggi l’Albergo Concordia Hotel a San Possidonio di Modena, messo a disposizione gratuitamente nei giorni scorsi da CPL CONCORDIA per le attività dell’Azienda USL di Modena legate all’emergenza coronavirus.

Sono serviti pochi giorni per comprendere la destinazione d’uso: accoglierà cittadini covid-19 positivi autosufficienti che necessitano di quarantena ma non dispongono delle condizioni di sicurezza, previste dal Dipartimento di Sanità Pubblica, nelle proprie abituali abitazioni. Gli ospiti – che saranno segnalati dal Punto unico di accesso socio-sanitario del proprio territorio – avranno a disposizione una stanza con bagno, al momento il progetto prevede di ospitare venti persone, estendibili fino a 50 in caso di necessità. 

La gestione prevede una presenza giornaliera di due operatori sanitari AUSL che avranno funzioni di accoglienza ed educazione alla salute e sovrintenderanno a una corretta gestione della quarantena, dal lunedì al sabato dalle 8 alle 20. A questo si affiancherà un servizio di guardia dalle 20 alle 8, a tutela degli ospiti e della struttura stessa.

I servizi generali quali pasti, lavanderia, pulizie sono a carico delle ditte affidatarie dei servizi aziendali.

L’iniziativa è stata predisposta dalla Direzione generale dell’Azienda USL di Modena in accordo con il Coordinamento provinciale della Protezione civile.

 
 

“Siamo estremamente riconoscenti a CPL CONCORDIA che con la propria generosità ha reso possibile rispondere alle esigenze di una fascia di cittadini in questo momento particolarmente fragile – è il ringraziamento della Direzione dell’Azienda USL – che grazie a tale iniziativa potrà trascorrere il periodo di quarantena in un ambiente idoneo e sicuro, non potendo per situazioni famigliari o personali, avere la medesima garanzia al proprio domicilio. La generosità dimostrata dal nostro territorio in questo momento di grave emergenza dà anche ai nostri operatori sanitari, impegnati sul campo, un fondamentale sostegno e conforto”. 

"A nome di tutti i soci e colleghi di CPL desidero condividere la soddisfazione per aver potuto fornire con il nostro hotel un aiuto concreto e immediato alla struttura sanitaria modenese così fortemente impegnata nel contenimento della pandemia - dichiara il Presidente di CPL CONCORDIA Paolo Barbieri -. Come cooperativa siamo orgogliosi di poter dare il nostro contributo per un servizio essenziale alle nostre comunità territoriali in questo momento difficile: non dobbiamo mollare, anzi, raddoppiare i nostri sforzi dal punto di vista del contrasto al virus e della tutela di persone e attività".

 
 

[26 marzo 2020]

Ultimo aggiornamento: 26 Marzo 2020