Home

Condividi

Sergio Venturi resta Commissario ad acta all'emergenza Coronavirus. Prorogati fino al 30 giugno gli incarichi dei Commissari straordinari delle Aziende sanitarie e Ospedaliere dell'Emilia-Romagna

La Giunta regionale designa anche due nuovi Commissari straordinari

Sergio Venturi è stato confermato Commissario ad acta per la gestione dell’emergenza Coronavirus in Emilia-Romagna, con proroga dell’incarico, in scadenza domani, fino al 31 luglio 2020, data in cui termina lo stato d’emergenza nazionale decretato dal Governo.
Per garantire la massima operatività ed efficienza delle strutture sanitarie in questa fase di emergenza, la Giunta regionale ha poi prorogato fino al prossimo 30 giugno gli incarichi dei Commissari straordinari delle Aziende sanitarie e Ospedaliere dell’Emilia-Romagna.
Al contempo, sono stati designati e nominati due nuovi Commissari straordinari per l’Azienda ospedaliero-universitaria di Modena e l'Azienda Usl di Parma, in sostituzione di quelli precedentemente in carica che avevano rassegnato le proprie dimissioni, d’accordo con la Regione, per aver maturato i requisiti della pensione: si tratta di Antonio Brambilla, attuale Direttore generale dell’Azienda Usl di Modena e che ora prende anche il posto di Ivan Trenti come Commissario straordinario dell’Azienda ospedaliero-universitaria di Modena, e di Massimo Fabi, attuale Commissario straordinario dell’Azienda ospedaliero-universitaria di Parma che ora subentra ad Elena Saccenti anche come Commissario straordinario dell’Azienda Usl di Parma.
La designazione dei Commissari straordinari, ora prorogata sino al 30 giugno, era stata decisa dalla Giunta regionale lo scorso novembre, prevedendone la permanenza in carica fino a un massimo di 3 mesi dalla data di insediamento del nuovo esecutivo regionale, poi avvenuta lo scorso 28 febbraio. E questo per garantire il funzionamento delle strutture sanitarie nella fase di passaggio tra vecchia e nuova legislatura, dando allo stesso tempo alla nuova Giunta la possibilità di decidere le nomine dei nuovi direttori generali.
La situazione che si è creata in questi mesi, con l’emergenza Coronavirus che richiede la massima efficienza organizzativa possibile, ha spinto la Giunta a prorogare gli incarichi esistenti e a definire immediatamente le due nuove designazioni (Brambilla e Fabi) per assicurare la continuità amministrativa, gestionale e organizzativa delle Aziende sanitarie, chiamate a garantire la tutela della salute e i servizi in questa fase emergenziale.

L’elenco
Questi i Commissari straordinari nominati con decreti del presidente della Giunta, che resteranno in carica fino al 30 giugno 2020:

Azienda Usl di Piacenza: Luca Baldino
Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma: Massimo Fabi
Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara: Tiziano Carradori
Azienda Usl di Ferrara: Claudio Vagnini
Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena: Antonio Brambilla
Azienda Usl di Bologna: Chiara Gibertoni
Irccs- Istituto Ortopedico Rizzoli: Mario Cavalli
Azienda Usl di Imola: Andrea Rossi
Azienda Usl della Romagna: Marcello Tonini

Restano invece in carica fino alla loro naturale scadenza i Direttori generali dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna, Chiara Gibertoni, dell’Azienda Usl di Modena, Antonio Brambilla, e dell’Azienda Usl di Reggio, Fausto Nicolini. Erano stati nominati in precedenza e non erano quindi arrivati a scadenza in prossimità della fine della scorsa legislatura.

 

[3 aprile 2020]

Ultimo aggiornamento: 06 Aprile 2020