Home

Condividi

Coronavirus, altri medici e infermieri in aiuto al territorio modenese grazie alla Protezione Civile

I nuovi operatori sanitari in supporto all'assistenza presso le Case Residenza Anziani, le USCA e gli ospedali della rete provinciale

Sono arrivati alla vigilia di Pasqua e sono in servizio nuovi infermieri e medici assegnati all’Azienda USL di Modena e all’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena. Tutti fanno parte del contingente di volontari “arruolati” dalla Protezione Civile e destinati in missione per un periodo di 21 giorni presso le strutture ospedaliere e sanitarie dell’Emilia-Romagna per fronteggiare l’emergenza Coronavirus.

Per quanto riguarda l’AUSL, gli infermieri sono Rosa Esposito e Antonio Cherubini, provenienti da Roma, e sono stati destinati alla Casa Residenza Anziani “Cortenova” di Novi di Modena, in supporto alle attività assistenziali a favore degli ospiti. Si tratta di operatori che vantano un'esperienza ospedaliera e dunque, essendo già formati, possono essere operatovi fin da subito. Altri due infermieri, Silvio Zupa e Cristiana Incagli (nella foto, agli estremi) hanno invece preso servizio CRA Casa della Speranza di Gusciola di Montefiorino. I quattro si aggiungono a Roberto Paludetto e Virgile Petraccone, che ai primi di aprile, sempre assegnati all’AUSL di Modena sempre dalla Protezione Civile, hanno preso servizio presso la Casa Residenza Anziani Francesco e Chiara di Pavullo.

Due sono i medici arrivati nei giorni scorsi: Gerardo Amabile proveniente da Napoli è stato affidato al Dipartimento Cure Primarie in supporto alle attività complessive. Arrivata lo scorso fine settimana anche Catia Colecchi, medico legale abruzzese, che è già al lavoro presso la Sanità pubblica. Si aggiungono a un altro medico, Michelangelo Ciurleo, che ha preso servizio ai primi di aprile presso l’Ospedale Santa Maria Bianca di Mirandola.

Anche all’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena, Venerdì Santo è entrato in servizio un medico. Si tratta del dottor Michele Gargano (nella foto, al centro) che presta servizio presso l’Anestesia, Rianimazione e Terapia Intensiva dell’Ospedale Civile di Baggiovara. Sabato scorso, invece, è entrato in servizio il dottor Giovanbattista Palmieri, (nella foto, al centro con lo stetoscopio) presso la Medicina Oncologica del Policlinico di Modena dove esiste l’Osservazione Breve Oncoematologica, che accoglie in urgenza pazienti da tutta la provincia. A questi si aggiungono 2 infermieri, Leonardo Diliso ed Eleonora Scrimali, (nella foto, agli estremi) in servizio alle Malattie Infettive del Policlinico.

 

[26 aprile 2020]

Ultimo aggiornamento: 28 Aprile 2020