Home

Condividi

Nuovo SerT in via Nonantolana, ripresi i lavori dopo la sospensione Covid

Intervento molto atteso, doterà il servizio di spazi nuovi e più adeguati

Sono ripresi a pieno ritmo, dopo la sospensione dovuta all’emergenza Covid, i lavori nel cantiere che porterà alla realizzazione della nuova sede del Servizio Dipendenze patologiche (SerT).

In via Nonantolana le attività sono ricominciate già dal 27 aprile: la società concessionaria dell’appalto ha aggiornato il Piano della sicurezza, come previsto dal Protocollo anti contagio per la tutela della salute e sicurezza dei lavoratori, e gli operai sono tornati al lavoro per realizzare l’opera con l’avvallo del Servizio Unico delle Attività Tecniche dell’Azienda USL. Un intervento molto atteso e importante per la città di Modena, che consentirà di collocare i servizi in ambienti più adeguati e confortevoli a vantaggio dei cittadini.

Il nuovo SerT – L’edificio avrà una superficie di 750 metri quadrati e sarà circondato da aree verdi, in un terreno di 2650 mq, il cui diritto di superficie è stato ceduto dal Comune all'Azienda USL di Modena. Nella nuova sede, che sostituirà quella attuale di via Sgarzeria, operatori e utenti avranno spazi più ampi ed adeguati per le proprie attività, sia di tipo riabilitativo che lavorativo/occupazionale, con un beneficio sulla qualità delle cure. Saranno migliorate anche l'accessibilità – l’edificio si svilupperà su un unico piano – e la sicurezza.

Nelle scorse settimane sono riprese anche le attività alla Casa della Salute di Modena Nord: in via Levi Montalcini sono in corso le ultime lavorazioni, che si dovrebbero concludere entro i primi di luglio per poi dare il via ai collaudi e alle autorizzazioni finali, con la previsione di avviare i servizi a settembre.

 
 

[18 giugno 2020]

Ultimo aggiornamento: 18 Giugno 2020