Home

Condividi

COndiVIDiamo In Famiglia, incontro online il 23 luglio

Essere genitori e adolescenti durante la pandemia: come è andata in una condizione “potenzialmente traumatica”?

La complessità delle implicazioni emergenziali del Covid-19, nella sua fase pre e post pandemica, ci ha colti impreparati e ci ha reso più vulnerabili. Abbiamo affrontato una fase critica, una 'sfida' che continueremo ad affrontare anche in questa fase del 'dopo' in cui siamo impegnati a cercare un equilibrio tra obbligo di distanziamento e quell’innato bisogno umano di relazione e vicinanza. Per questo è importante aumentare le risorse individuali per continuare ad essere funzionali nei nostri diversi contesti di appartenenza: familiare, sociale, lavorativo. Tutto questo sarà oggetto di COndiVIDiamo In Famiglia, incontro online aperto a tutti che, giovedì 23 luglio dalle 18 alle 20, si svolgerà sulla piattaforma Teams (alla fine del testo il link per il collegamento) e, per l'Azienda USL di Modena, vedrà la partecipazione della dr.ssa Cristina Bertoli (Psicologo Psicoterapeuta Consultorio Familiare Modena), della dr.ssa Erica Castellini (Psicologo Psicoterapeuta Consultorio Carpi-Mirandola) e della dr.ssa Roberta Valentini (Psicologo Psicoterapeuta Consultorio Familiare Spilamberto).


Ma… come è andata tra genitori e figli in una condizione “potenzialmente traumatica”?
Sappiamo che, in un momento di crescita qual è quello dell'adolescenza, la ricerca di equilibrio tra i limiti, la lontananza e il desiderio di mantenere relazioni, possa rendersi più complessa. I ragazzi hanno bisogno di sperimentare e sperimentarsi, andare contro le regole, ma al contempo devono sentire che i loro genitori gli restano accanto. Questi ultimi si trovano a dover superare un compito altrettanto difficile: devono fare da guida all’adolescente, pur lasciandogli la libertà di trovare la propria strada, in una continua oscillazione tra dipendenza e autonomia e affrontando dei cambiamenti che li coinvolgono. Le scoperte portate avanti dalle neuroscienze, riguardo i cambiamenti che avvengono nella struttura e nel funzionamento cerebrale, hanno messo in evidenza quanto questa fase di vita sia da valorizzare in modo adeguato e non sia solo una fase da superare. Queste opportunità di crescita e sviluppo possono essere accompagnate da momenti di tensione, sia per gli adolescenti che per i loro genitori, aspetti che nel corso di questa pandemia ci siamo trovati e ci ritroviamo tutt'ora a dover sostenere perché̀ amplificati e più complessi (socialità, scuola, aspetti di incertezza ecc).


COndiVIDiamo in Famiglia vuole offrire un'occasione con i genitori di adolescenti (13-20anni) per un confronto in cui conoscere e riconoscere le conseguenze che potrebbero insorgere dopo un evento critico; offrire uno spazio di dialogo per comprendere e sostenere al meglio la relazione tra genitori e figli; far conoscere i servizi dell'Azienda Usl di Modena per genitori e/o per i ragazzi. Proveremo insieme a comprendere come navigare in questo mare a volte quieto, a volte in burrasca, della relazione tra genitori e figli ai tempi del Covid.

I contenuti che saranno affrontati riguarderanno:
- La fisiologia, i compiti e i conflitti in adolescenza: cosa dicono le neuroscienze
- L'emergenza: vissuto emotivo e testimonianze
- Crescere insieme in tempo di emergenza e post emergenza 
- Il ruolo dei genitori : fattori protettivi per una genitorialità sufficientemente buona nel post covid

La partecipazione all'evento, per i temi trattati, è aperta a tutti gli interessati e anche agli operatori dei Servizi che si occupano di genitorialità in adolescenza e di adolescenti.
Informativa Trattamento dei dati personali da parte della AUSL di Modena disponibile su www.ausl.mo.it/privacy

 

La registrazione del webinar

 

[21 luglio 2020]

Ultimo aggiornamento: 11 Agosto 2020