Home

Condividi

Taglio del nastro alla Casa della Salute di Modena, per tutti i cittadini diretta di TRC e sulla pagina facebook dell’Ausl

Su TRC e sulla pagina dell’Azienda USL di Modena si potrà seguire tutta l’inaugurazione

Taglio del nastro oggi, 22 settembre, per la prima Casa della Salute di Modena, alla presenza del Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, dell’Assessore alle politiche per la Salute Raffaele Donini e del Sindaco Gian Carlo Muzzarelli, accanto al Direttore generale dell’Azienda USL di Modena Antonio Brambilla

L’inaugurazione, su invito, sarà condotta da Federica Galli, giornalista di TRC, e sarà trasmessa in diretta su TRC e sulla pagina facebook dell’Azienda USL di Modena, così che tutti i cittadini possano assistervi. Non è infatti possibile il libero accesso in occasione dell’evento in ragione delle normative anticovid. Da domani sarà inoltre online anche la pagina dedicata alla Casa della salute sul sito www.ausl.mo.it che descrive la struttura e i servizi al suo interno. 

Accanto alle autorità locali e regionali, saranno presenti Andrea Spanò, Direttore del Distretto sanitario di Modena, Luciano Belloi, Presidente della Fondazione Gasparini Casari e Loris Piccinini, Presidente del Comitato Consultivo Misto di Modena che raccoglie i rappresentanti delle associazioni cittadine che collaborano con l’Ausl nel migliorare l’assistenza sanitaria. La Casa della Salute è intitolata al professor Gian Paolo Vecchi – medico modenese e professore ordinario di Geriatria all’Università di Modena – e punta a diventare luogo di riferimento per la salute dei modenesi, importante presidio sanitario territoriale a servizio, in particolare, di tutta l’area nord della città.

La struttura

L’edificio è costruito nel massimo rispetto per l’ambiente grazie all’utilizzo di materiali ecocompatibili, secondo principi bioclimatici e con tecnologie rinnovabili, come pannelli fotovoltaici e pannelli solari, impianti di illuminazione a basso consumo energetico, domotica applicata a tutti gli impianti, lana di roccia per l’isolamento termico, con ottime prestazioni acustiche verso l’esterno e per il comfort interno. La struttura è alta 4 piani e conta 29 metri di lunghezza, 25 di larghezza per 20 metri di altezza fuori terra. Il lotto ha una superficie di 2.480 metri quadrati.
Oltre ai quattro piani (cui va aggiunto il piano tecnologico in copertura), è dotata di parcheggi – sia sotterranei che in superficie – con posti auto a disposizione dei dipendenti e dei cittadini che accedono ai servizi. Nel parcheggio è presente anche un’infrastruttura per la ricarica dei veicoli elettrici con due prese tipo 2 con potenza di 22 kW ciascuna.

 

PIANO TERRA
Vi si trova lo sportello unico dell’Azienda USL dove il cittadino potrà effettuare prestazioni di assistenza di base come scegliere o cambiare il medico di medicina generale e il pediatra di libera scelta. Sempre al piano terra trovano spazio il Centro Prelievi, gli Ambulatori Infermieristici di Comunità (per la presa in carico della cronicità, medicazioni, terapia iniettoria, distribuzione presidi, ecc.); la Dermatologia; lo Sportello Sociale del Comune di Modena; lo Sportello dedicato al volontariato con i rappresentanti delle associazioni.  

 
Primo piano

PRIMO PIANO
Si concentrano al primo piano la Neuropsichiatria Infantile e il Servizio di Psicologia per minori e la famiglia. Tra i professionisti coinvolti ci sono medici, logopedisti, psicologi, terapisti della riabilitazione, educatori, fisioterapisti. Nell'ambito delle attività a tutela della salute nell'infanzia e nell'adolescenza (0-18 anni), la Neuropsichiatria risponde alle disabilità di origine neurologica, genetica o dismetabolica e qualsiasi condizione che comporti handicap fisico e/o psichico, alle manifestazioni di disagio psichico, difficoltà di natura affettiva o relazionale ed alle difficoltà dello sviluppo linguistico, cognitivo e degli apprendimenti scolastici. La Psicologia Clinica presidia, invece, i percorsi ad elevata integrazione socio-sanitaria relativi ai minori.

 
Secondo piano

SECONDO PIANO
Trovano spazio al secondo piano il Servizio di Diabetologia e gli ambulatori di Specialistica Ambulatoriale con la Chirurgia vascolare, l’Oculistica, la Cardiologia e la Neurologia. 

TERZO PIANO
L’ultimo piano ospita il Consultorio Familiare, che garantirà le cure primarie nell'area della salute sessuale, riproduttiva e psico-relazionale per la donna, per la coppia e per i giovani, con équipe costituite da ostetriche, medici, psicologi che offrono percorsi di prevenzione e percorsi diagnostico-terapeutici integrati con le strutture presenti nel territorio di riferimento.

 
Terzo piano

Cos’è una Casa della Salute

Le Case della Salute sono il modello organizzativo di riferimento per le cure territoriali definito dalla Regione Emilia-Romagna. Un unico luogo, accessibile e chiaramente identificato, dove si concentrano tutte le risposte ai principali e più frequenti bisogni della comunità e dove operano congiuntamente diverse professionalità – sanitarie, sociosanitarie e amministrative – a servizio della salute dei cittadini.

 
 

[21 settembre 2020]

Ultimo aggiornamento: 30 Settembre 2020