Home
  • Fisica Medica

Condividi

Fisica Medica

Direttore Domenico Acchiappati
E-mail d.acchiappati@ausl.mo.it 

Il Servizio di Fisica Medica è situato presso il Centro Servizi dell'Azienda USL di Modena-Ingresso 1, Via Martiniana 21 Modena (Fraz, Baggiovara).
Tel. 059 3963630
Fax. 059 3963638
E-mail fissan@ausl.mo.it

 
 
Centro Servizi Ausl ModenaMappa Centro Servizi Ausl Modena
 

Il Servizio di Fisica Medica è una struttura che svolge attività specialistiche sanitarie nonché di progettazione, controllo e gestione connesse con l'impiego delle radiazioni ionizzanti e non ionizzanti in campo medico. La sua attività è rivolta principalmente a: Direzione Sanitaria, Direzione del Presidio Unico, Direzione dei Distretti, Servizio Attività Tecniche, Servizio Ingegneria Clinica, Servizio Economato, Servizio Provveditorato, Dipartimento di Diagnostica per Immagini, Servizi di Radiodiagnostica e tutti i Servizi che utilizzano Radiazioni Ionizzanti.

I principali obiettivi della Struttura sono:

 
  • la sorveglianza fisica della protezione dalle radiazioni ionizzanti dei lavoratori (D.Lgs. 230/95);
  • l'organizzazione ed il coordinamento delle attività dell'Esperto Qualificato (D.Lgs. 230/95 e s.m.i.);
  • l'organizzazione e il coordinamento dell'Esperto Responsabile dell'impianto di RM (D.M. 2/8/91, D.M. 3/8/93 e D.P.R. 8/8/94);
  • la valutazione della dose di radiazioni a cui sono esposti i lavoratori che svolgono attività con radiazioni ionizzanti (D.Lgs. 230/95 e s.m.i.);
  • la gestione degli isotopi utilizzati e lo smaltimento dei rifiuti radioattivi (D.Lgs. 230/95 e s.m.i.);
  • la formazione/informazione dei lavoratori sui rischi connessi con l'uso di radiazioni ionizzanti e non;
  • la gestione della protezione dei pazienti dalle radiazioni ionizzanti (D.Lgs187/00);
  • l'organizzazione ed il coordinamento delle attività di Esperto in Fisica Medica (D.Lgs. 187/00);
  • l'attuazione dei programmi di controlli della qualità periodici delle apparecchiature di diagnostica per immagini (D.Lgs187/00);
  • la valutazione della dose di esposizione alle radiazioni del paziente nella pratica radiodiagnostica e in radiologia interventistica, in particolare per i programmi di screening e le tecniche speciali (D.Lgs187/00);
  • la stima della dose al feto nei casi di esami radiologici su pazienti in stato di gravidanza (D.Lgs187/00);
  • la valutazione dei Livelli di Riferimento in diagnostica radiologica (D.Lgs187/00);
  • l'esecuzione dei test di accettazione delle apparecchiature di diagnostica per immagini necessarie al loro collaudo (D.Lgs187/00);
  • la realizzazione del Programma di garanzia della qualità in radiodiagnostica (D.Lgs187/00);
  • l'inserimento nell'Azienda e l'ottimizzazione di sistemi per la gestione, elaborazione e trasmissione delle immagini diagnostiche;
  • l'attività di studio e ricerca connesse alla sperimentazione di nuove tecnologie radiodiagnostiche;
  • la definizione dei Capitolati di Gara per l'acquisizione di nuove apparecchiature e la partecipazione alle relative Commissioni al fine di garantire l'adeguatezza delle stesse agli standard di sicurezza e qualità.