1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
Ausl Modena - Testata per la stampa
  1. Facebook
  2. Twitter
  3. Linkedin
  4. YouTube

Contenuto della pagina

L'assistenza farmaceutica

 
Ai cittadiniresidenti in Provincia di Modena vengono messi a disposizione i farmaci rimborsati dal Servizio Sanitario Nazionale attraverso le farmacie aperte al pubblico o attraverso le strutture aziendali.
 
L'andamento della spesa farmaceutica risente delle decisioni in termini diammissione alla rimborsabilità a livello nazionale e di definizioni dei relativi prezzi effettuate dall'Agenzia Italiana del Farmaco. E' possibile analizzare in modo dettagliato l'andamento nazionale dell'assistenza farmaceutica all'interno del Rapporto Osmed 2009.
 
Negli ultimi anni l'andamento dei consumi farmaceutici nella ASL di Modena è stato influenzato dai provvedimenti di modifica dei prezzi adottati a livello centrale (con diminuzioni ed aumenti per periodi di tempo limitati e messa apunto dello strumento del "pay back" con il quale l'AIFA ha ottenuto che parte dello sfondamento del tetto di spesa fosse ripianato dalle industrie)e dalle azioni di contenimento della spesa avviate fin dal 2001 a livello locale. Tra queste lo sviluppo di un programma di informazione indipendente rivolto ai Medici di Medicina Generale e della distribuzione diretta dei farmaci in applicazione della Legge 405/2001 e degli obiettivi regionali assegnati alle Aziende Sanitarie.

Gli obiettivi assegnati dalla Regione all'Azienda USL di Modena per l'anno 2009 relativamente alla spesa farmaceutica territoriale, convenzionata ed erogazione diretta dei farmaci di fascia A, sono stati entrambi raggiunti.

La spesa farmaceutica ospedaliera, intesa come somma della spesa perl'assistenza farmaceutica per i pazienti ricoverati all'interno delle unità operative (degenzaordinaria e DH) e per i pazienti trattati con farmaci di fascia H sia in ambulatorio che a domicilio, è stata nel 2009 di circa 37.256.373 € con un incremento del 18,3% rispetto all'anno 2008. L'incremento di spesa per i farmaci H, exOsp2, registrato nel 2008, farmaci utilizzati prevalentemente su prescrizione di specialisti di altre Aziende sanitarie soprattutto Ospedaliere, si è registrato anche nel 2009 (+34,8%).

 
 

 
Anno 2007
Anno 2008
Anno 2009
Variazione %
2009 vs 2008
SPESA TERRITORIALE
 
 
 
 
Convenzionata
113.075.054
111.118.652
112.199.090
+0,97%
Distribuzione diretta Fascia A
26.861.850
25.356.984
25.922.641
+2,08%
Distribuzione per conto
294.370
1.753.230
2.537.895
+44,75%
Totale territoriale
140.231.274
138.228.866
140.659.626
+1,73%
SPESA OSPEDALIERA
 
 
 
 
Farmaci in regime di ricovero e ambulatoriali
20.452.522
18.861.355
24.919.088
+10,58%
Distribuzione diretta Fascia HOSP2
4.066.335
7.031.308
12.337.285
+37,73%
Totale ospedaliera
24.518.857
25.892.663
37.256.373
+18,30%
Totale spesa AUSL Modena
164.750.131
164.121.529
177.915.999
-4,80%

Fonte: Regione Emilia Romagna
 

Assistenza farmaceutica territoriale


I dati di spesa farmaceutica territoriale (alla cui definizione concorrono,oltre alla classica spesa  farmaceutica convenzionata derivante dalle farmacie aperte al pubblico, anche altre forme di erogazione dei farmaci attraverso le strutture aziendali come la distribuzione diretta dei farmaci, la distribuzione per conto, l'assistenza nelle strutture residenziali, semiresidenziali e diurne, le dipendenze patologiche e la salute mentale, le carceri, l'assistenza domiciliare) indicano nell'anno 2009 un aumento del + 1,8%su base provinciale rispetto al 2008.

Alla formazione del dato di spesa del 2009 concorrono quindi:

 
  • la spesa farmaceutica convenzionata con un aumento del + 0, 97%, 
  • la distribuzione diretta di farmaci di fascia A effettuata dall'Azienda USL di Modena con un aumento del + 4,8%, cui contribuiscono sia la distribuzione diretta che la distribuzione per conto (DPC),
  • la distribuzione diretta di farmaci di fascia A effettuata dall'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena con un aumento del + 9,6% rispetto all'anno 2008.


Nella tabella che segue è possibile confrontare i dati relativi alla spesa convenzionata e territoriale dal 2006 ad oggi rispetto alla Regione Emilia Romagna.

 
Spesa procapite pesata

 
Convenzionata
 
Territoriale
 
Anno
Regione ER
AUSL
RER
AUSL
2006
189,46
181,34
220,14
215,98
2007
182,25
176,59
218,37
223,12
2008
174,27
171,37
213,80
216,16
2009
172,80
170,20
214,20
216,60



Sono proseguiti nel 2009, in collaborazione con i Direttori delle Cure Primarie, gli incontri con la medicina generale durante i quali, oltre alla presentazione della prescrizione territoriale, i Farmacisti territoriali hanno illustrato gli obiettivi assegnati dalla Regione all'Azienda USL di Modena, e recepiti dall'accordo con le organizzazioni sindacali dei Medici di Medicina Generale, e sono stati diffusi, nell'ambito dell'implementazione dell'informazione indipendente, i pacchetti informativi elaborati dal Ceveas: "Prevenzione secondaria della cardiopatia ischemica -focus su stili di vita, statine e inibitori del sistema renina-angiotensina" e"Prevenzione del TEV in pazienti non chirurgici". E' stato inoltre presentatoil progetto aziendale "I farmaci
non sono ruote di scorta".

In tema di farmacovigilanza è proseguito il progettoche coinvolge le farmacie aperte al pubblico inerente tutti i prodotti della medicina non convenzionale e i farmaci senza prescrizione. (guarda il video)

L'incremento della prescrizione dalla Regione alle Aziende Sanitarie. L'utilizzo di questi farmaci consente infatti di liberare risorse dei farmaci equivalenti costituisce ormai da diversi anni un obiettivo assegnato per i farmaci innovativi, per la terapia delle malattie rare etc. Si conferma per alcune categorie terapeutiche una situazione modenese migliorerispetto al dato regionale.  Ad esempio, l'adesione dei medici di medicinagenerale alla richiesta di prescrivere, quando possibile, un inibitore di pompa protonica a brevetto scaduto ha consentito nel 2009 di avere l'80,08% delleprescrizioni di farmaci equivalenti, vs. il 78,36% regionale, sul totale delleprescrizioni di questa categoria terapeutica. Anche tra i calcioantagonisti si registra per l'amlodipina un peso percentuale del 53,57% rispettoall'intera categoria terapeutica vs il 48,17% della Regione.



Assistenza farmaceutica ospedaliera

I dati rilevati dal Sistema Informativo alimentatodalle Aziende sanitarie della regione dedicato all'assistenza farmaceutica ospedaliera, che includono i vaccini e i mezzi di contrasto, indicano per l'Azienda USL di Modena per il 2009 un importante incremento di spesa rispetto all'anno 2008. 
  
L'incremento di spesa è prevalentemente dovuto ai farmaci di fascia "HOSP2" erogati direttamente ed è quasi di 6 milioni di € in più rispetto al2008.  
 
Più contenuto l'aumento di spesa che si registra nei consumi ospedalieri interni, anche per effetto degli incontri svolti con le Unità Operative Ospedaliere da parte dei farmacisti ospedalieri sul tema dell'appropriatezza prescrittiva.

 

Azioni mirate all'appropriatezza e alla razionalizzazione dell'uso dei farmaci

Gli obiettivi per l'anno 2009, volti al miglioramento dell'efficacia clinica, dell'efficienza organizzativa e dell'appropriatezza, senza trascurare equità d'accesso e corretta informazione dell'utenza, sono stati assegnati dall'Azienda USL di Modena a tutti i medici del territorio e dell'ospedale ed hanno tenuto conto della necessità e dell'importanza di una visione provinciale del governo della spesa farmaceutica.

Nel corso dell'anno 2009 i Gruppi di lavoro regionali sull'utilizzo deifarmaci biologici sia in Dermatologia che in Reumatologia, gruppi nati su sollecitazione dell'Azienda USL di Modena ed ai quali i professionisti della provincia di Modena hanno partecipato attivamente, hanno portato a conclusione la prima parte del lavoro da cui sono scaturite le Linee Guida Terapeutiche per il trattamento sistemico della psoriasi cronica a placche moderata-grave e dell'Artrite Reumatoide nell'adulto.

Nel corso del 2009 è proseguita la collaborazione con l'Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico di Modena in particolare in ambito oncologico.
Il Gruppo Oncologico Provinciale nel corso del 2009 ha messo a punto e cominciato ad utilizzare un sistema informatico di monitoraggio dell'uso dei farmaci in particolare per quelli più nuovi e ad uso orale.

Relativamente all'appropriatezza d'uso dei farmaci è stato assegnato a tuttele Unità Operative ospedaliere ed agli specialisti dell'Azienda USL di Modena l'obiettivo specifico dell'uso controllato degli antibiotici con particolare attenzione all'insorgenza di ceppi batterici resistenti.

Coerentemente con le indicazioni regionali, dal 2008 sono stati individuatii centri abilitati alla prescrizione dei farmaci "potenzialmente innovativi" in ambito diabetologico e cardiologico, mediante il sistema di monitoraggio AIFA, puntando quindi a coinvolgere i clinici in studi volti a definire un più preciso ruolo in terapia di questi medicinali e nello sviluppo di sistemi di farmacovigilanza attiva e riduzione del rischio.

Analogamente agli oncologi viene richiesto, per i farmaci sottoposti a monitoraggio Onco AIFA, la tempestiva compilazione delle schede on-line per consentire una trasparente ed oggettiva applicazione del payment by results (sistema di riconoscimento della rimborsabilità a fronte di risultati clinici oggettivi).

Per favorire gli aspetti di sicurezza correlati all'uso dei farmaci nel 2009 sono state adottate le Procedure per la gestione clinica dei farmaci.
Allo scopo di garantire una maggior sicurezza per il paziente e per glioperatori, un supporto qualificato e costante per lo specialista, l'ottimizzazione e l'equità di utilizzo delle risorse destinate alle terapie antitumorali prosegue l'impegno del Dipartimento farmaceutico per la centralizzazione dell'allestimento di antiblastici.

In collaborazione tra il Dipartimento Farmaceutico, le Cure Primarie ed il Servizio di committenza sono state mantenute od intraprese attività per la diffusione degli obiettivi assegnati e per la relativa verifica in tema di:

 
  • appropriatezza d'uso nella prescrizione di farmaci specialistici da parte dei Centri autorizzati: l'attività di distribuzione diretta dei farmaci soggetti a note AIFA e piani terapeutici effettuata nell'Azienda USL di Modena consente di effettuare un attento controllo dei piani terapeutici, in particolare di verificare la redazione degli stessi da parte di Centri autorizzati regionali ed extraregionali e la congruenza nella prescrizione con le Note AIFA, quando presenti, o con le indicazioni terapeutiche registrate;
  • adesione ai prontuari terapeutici provinciali nella prescrizione dei farmaci e prescrizioni di farmaci a brevetto scaduto: in collaborazione con il Servizio di Committenza aziendale sono state valutate le lettere di dimissione inserite nelle cartelle cliniche che la Committenza ha visionato nel corso delle visite concordate con le Direzioni sanitarie delle diverse strutture ospedaliere convenzionate con l'Azienda USL di Modena;
  • monitoraggio delle prescrizioni di farmaci che richiedono piano terapeutico e contestazioni al medico prescrittore delle eventuali irregolarità: attraverso il programma di interrogazione dei farmaci erogati tramite le farmacie convenzionate a disposizione del Servizio farmaceutico territoriale sono state ricercate le prescrizioni di alcuni farmaci ritenuti potenzialmente a rischio di doping (es. epoietina, ormone somatotropo). Per tutte le prescrizioni è stata verificata la presenza del relativo piano terapeutico negli archivi del Servizio stesso;
  • audit clinici collegiali nell'ambito dei Nuclei di Cure Primarie per la verifica di congruità degli usi dei farmaci: nel 2009 con tutti i Medici di Medicina Generale dell'Azienda , riuniti nei Nuclei di Cure Primarie, sono stati effettuati 2 cicli di incontri cui hanno partecipato i Responsabili delle Cure Primarie di ogni Distretto ed il Farmacista territoriale. Oggetto degli incontri è stata la discussione della reportistica farmaceutica, l'illustrazione ed il monitoraggio degli obiettivi regionali assegnati all'Azienda con particolare riferimento al contenimento della spesa attraverso la prescrizione di farmaci a brevetto scaduto e con considerazioni di appropriatezza prescrittiva, riprese dai pacchetti informativi prodotti dal CeVEAS ed illustrati durante gli incontri;
  • distribuzione diretta dei farmaci per il trattamento del paziente con poli-patologia: l'attività di distribuzione diretta dei farmaci è continuata nel corso del 2009; a fine anno sono stati circa 260.000 gli accessi di persone alle strutture distributive aziendali. L'attività svolta ha riguardato la distribuzione del 1° ciclo terapeutico alle dimissioni ospedaliere, la distribuzione del 1° ciclo terapeutico a seguito di visita specialistica ambulatoriale effettuata prevalentemente per i pazienti dializzati, oncologici, trapiantati, in trattamento con ciclosporina, con morbo di Alzheimer, diabetici seguiti dai Centri Diabetologici, in trattamento con eparine a basso peso molecolare, parkinsoniani, epilettici, con glaucoma, con ipertrofia prostatica benigna. In alcuni casi viene inoltre effettuata la presa in carico del paziente relativamente alla terapia farmacologica, in accordo con i MMG ed in seguito alla presentazione di un programma/schema terapeutico dagli stessi compilato;
  • accordi con le farmacie convenzionate per la "distribuzione per conto": nel corso del 2009 sono state inserite nuove molecole nel percorso distributivo dei farmaci denominato Distribuzione per Conto (DpC) avviato alla fine del 2007; adesione ai programmi di gare centralizzate con il supporto di INTERCENT-ER: è stata data a INTERCENT-ER piena collaborazione nel processo di valutazione e selezione dei beni sottoposti a gara regionale tra i quali farmaci, vaccini, ormone somatotropo e dispositivi medici.

 
 

                                              


Menu di sezione