1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
Ausl Modena - Testata per la stampa
  1. Facebook
  2. Twitter
  3. Linkedin
  4. YouTube

Contenuto della pagina

L'assistenza ospedaliera

 
Numerose sono le iniziative di miglioramento intraprese a livello di singoli presidi e dipartimenti sul tema dell'assistenza ospedaliera. Fra queste riportiamo le iniziative sulle liste di attesa, sull'emergenza e sulle attività di controllo delle cartelle cliniche.
 
Alcune di queste iniziative legate alle reti cliniche sono state rendicontate nella sezione degli obiettivi specifici aziendali.

Nella sezione del profilo aziendale vengono riportati i principali dati dell'assistenza ospedaliera.

Liste attesa ricoveri

E' stata ultimata la fase di implementazione del nuovo programma di gestione delle liste di attesa per ricoveri programmati in tutte le unità del presidio (mediche e chirurgiche) ed è proseguita la fase di sperimentazione dello stesso. Il nuovo programma consente una gestione informatica della lista con possibile sostituzione del registro cartaceo in quanto sono presenti tutti i campi previsti dalla normativa vigente.

La prenotazione delle prestazioni di ricovero ospedaliero è pertanto informatizzata su tutta l'Azienda. Essa può avvenire attraverso due distinti percorsi: o effettuata direttamente dal medico al termine della visita ambulatoriale dell'utente, o effettuata da altro personale dell'unità operativa in un momento successivo alla visita su prescrizione del medico.
Il programma prevede, al momento della prenotazione, l'inserimento obbligatorio di un codice priorità che, come da indicazioni regionali, è distinto in quattro livelli (A,B,C,D).

 

Emergenza Territoriale

In tema di miglioramento dell'appropriatezza d'uso dei servizi di emergenza, l'Azienda USL dal 2004 effettua un monitoraggio (con reportistica trimestrale degli accessi suddivisa per codice colore in entrata) in tutti i Pronto Soccorso e Punti di Primo Intervento.

Nel 2008 è stato avviato il Progetto regionale di Modernizzazione dal titolo "Indagine sull'accesso dei codici bianchi in Pronto Soccorso in relazione ad analoghe tipologie di pazienti che accedono agli ambulatori di Medicina Generale". Nel mese di aprile 2008 sono stati presentati al Comitato Etico di Modena i protocolli di ricerca e dal mese di luglio è iniziata la raccolta dei dati e la somministrazione dei questionari sia presso le strutture di Pronto Soccorso, sia presso gli ambulatori dei MMG partecipanti allo studio.

L'azienda ha individuato fra gli obiettivi assegnati alle Cure Primarie alcuni progetti prioritari: fra questi: estensione dell'ambulatorio Codici Bianchi festivo-prefestivo in tutti i distretti ed estensione oraria per le forme associative dell'attività alla ottava, nona e decima ora per garantire la continuità assistenziale e la risposta ad eventuali urgenze con fasce orarie di riferimento dalle 8 alle 13 e dalle 13 alle 19.

Nel 2008  l'Azienda USL ha partecipato con un proprio referente  al gruppo di lavoro che vede coinvolte le provincie di Bologna-Modena-Reggio Emilia per lo sviluppo del progetto relativo al passaggio dalla rete radio operante in tecnologia analogica VHF al sistema digitale TETRA. E' stata avviata una prima fase di sperimentazione attraverso l'acquisizione dall'Azienda USL di Bologna delle dotazioni tecnologiche necessarie: al momento tali dotazioni strumentali sono state posizionate sui mezzi di trasporto utilizzati per i trasporti ordinari. Sono in corso azioni specifiche per la formazione degli operatori e per l'analisi della fase di sperimentazione. 

In tema di accreditamento del soccorso territoriale e del trasporto non urgente svolto a mezzo di ambulanza, l'Azienda USL ha partecipato con un proprio referente al Gruppo di lavoro coordinato dall'Agenzia Sanitaria Regionale per la stesura del documento sui "Requisiti specifici per l'accreditamento dei Servizi di trasporto Infermi". 
  
L'Azienda USL, sede di Centrale Operativa 118, aderisce all'obiettivo di attivare percorsi comuni di valutazione delle potenzialità/opportunità di integrazione in ambito di Area Vasta ed assicura la propria disponibilità a fornire supporto, per il tramite delle componenti tecniche della centrale Operativa 118, allo sviluppo di una convenzione unica regionale fra Azienda USL di Bologna e SAER/CNSAS. 
 
 

 

Attività di controllo cartelle cliniche

In questo ambito sono state adottate una serie di iniziative.
Sono state controllate tutte le strutture pubbliche e private della provincia; ai controlli sui ricoveri per residenti sono stati aggiunti, da quest'anno,  anche controlli   per ricoveri dei fuori provincia e fuori regione nelle strutture private del nostro territorio. Sono state controllate anche le SDO dei residenti ricoverati nelle strutture fuori provincia aderenti all'accordo AIOP regionale.

Sono stati attivati controlli anche delle lettere di dimissione allo scopo di verificare quanto contenuto nei contratti di fornitura rispetto alla prescrizione  dei farmaci rientranti nel Prontuario terapeutico provinciale, come principio attivo, come farmaci equivalenti e della presenza di indicazioni delle note AIFA controllate.

A questi controlli va aggiunta l'attività di audit in area vasta sulle prestazioni di cardiologia e cardiochirurgia, coordinate dalla nostra Azienda,  che ha coinvolto tutte le Aziende pubbliche e private dell'Area vasta  che erogano tali prestazioni. 

Nel 2008 sono anche stati svolti dei controlli sulla appropriatezza specifica:
-è stato avviata una indagine esplorativa sugli interventi di prostatectomia radicale nelle 4 urologie della provincia per la verifica del livello di rischio  dei pazienti che avevano i pazienti prima di sottoporli ad intervento. I risultati  sono stati rendicontati ad ogni singola struttura controllata.

- in tema di riabilitazione dopo una analisi della letteratura  sono stati individuati i criteri da ricercare nella cartella clinica per la valutazione di dimissibilità o di trasferimento ad altro regime di ricovero (DH), di percorsi riabilitativi di dimissione  e il raggiungimento degli obiettivi identificati nel progetto riabilitativo. La rilevazione è stata svolta attraverso una scheda Scheda rilevazione Degenza in Medicina Riabilitativa .
 
E' inoltre stato aggiornato il protocollo d'intesa sulle attività di controllo, tra Azienda,Ospedali pubblici e privati della provincia, sottoscritto da tutte le parti .

A livello di area vasta AVEN, è stato concordato e realizzato un percorso di formazione dei professionisti che operano i controlli delle cartelle cliniche al fine di tendere ad una omogeneità di comportamento. L'organizzazione è stata in capo all'AUSL di Reggio Emilia a cui l'Azienda ha contribuito per alcune relazioni su controlli in psichiatria e in riabilitazione.

 

 
 
 
 
                                                  

Menu di sezione