1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
Ausl Modena - Testata per la stampa
  1. Facebook
  2. Twitter
  3. Linkedin
  4. YouTube

Contenuto della pagina

Comitato Etico

 Il Comitato Etico Provinciale di Modena istituito nel 2001 è un organismo indipendente che ha la responsabilità di garantire la tutela dei diritti, della sicurezza e del benessere dei pazienti che partecipano ad una sperimentazione e di fornire pubblica garanzia di tale tutela; opera in condizioni di indipendenza di giudizio sia dagli enti che lo hanno istituito (AOU Policlinico, AUSL di Modena e Università degli studi di Modena e Reggio Emilia) sia da altri soggetti pubblici o privati che si fanno promotori di sperimentazioni che coinvolgono i pazienti.
Nel 2009 il Comitato Etico Provinciale di Modena ha valutato 331 ricerche. La distribuzione delle sperimentazioni nell'ultimo triennio per ente di appartenenza è mostrata in tabella 3.
 

 
2006
2007
2008
2009
Azienda Ospedaliera
101
104
103
191
Università
41
44
41
36
Azienda USL
41
58
55
89
Ospedale di Sassuolo S.p.A.
3
5
7
5
Strutture sanitarie private accreditate
4
8
7
10
TOTALE
190
219
213
331
 

 
Nel 2009 gli studi sponsorizzati sono stati 112 (33,8%) quelli non sponsorizzati 219 (66,2%). 
 
Confrontando i dati in percentuale, risulta maggiormente chiaro l'andamento degli studi sponsorizzati rispetto a quelli non sponsorizzati. Tra il 2001 e il 2009 si è registrato un lieve, ma progressivo incremento degli studi no-sponsor. Tale tendenza, nel corso del 2009, si è ulteriormente accentuata.

 

La maggior parte delle sperimentazioni è rappresentata da studi clinici con farmaci, che hanno costituito il 40,5 % di tutti i protocolli presentati, ma occorre sottolineare che, rispetto all'anno precedente, la crescita maggiore è stata degli studi osservazionali che erano 63 (pari al 29,5%) e nel 2009 sono stati 120 (pari al 36,3%) con un aumento percentuale pari al 90,5% e gli studi sperimentali senza farmaci, da 4 (pari al 1,9%) a 38 (pari al 11,5%).
Infine è stato registrato anche un notevole aumento delle richieste di accesso allargato, passate da 8 a 16.
L'area specialistica maggiormente coinvolta nella conduzione degli studi è di gran lunga l'oncologia; a seguire la cardiologia e la medicina interna.  (Tab. 4)

 
Aree specialistiche
2008
2009
Area Oncologia (compresi usi allargati)
59
103
Cardiologia
21
34
Medicina - Gastroenterologia - Endocrinologia
19
26
Nefrologia - Dialisi - Urologia
16
11
Pneumologia
14
16
Malattie Infettive
13
9
Ginecologia - Ostetricia
10
17
Area Chirurgica
8
10
Psichiatria - Neurologia
7
34
Dermatologia
5
11
Reumatologia
4
7
Area Pediatrica
4
9
Otorinolaringoiatria
3
3
Altri
30
41
Totale
213
331

 
 
 
                                                  

Menu di sezione