1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
Ausl Modena - Testata per la stampa
  1. Facebook
  2. Twitter
  3. Linkedin
  4. YouTube

Contenuto della pagina

Centro Regionale antidoping


Dal Novembre 2005, come riconoscimento delle attività svolte nel contesto del progetto "Tallone diAchille" (nato nel 2001) è stato istituito, con delibera regionale 1789/05, il primo Centro Regionale Anti-Doping in Emilia Romagna con sede a Modena, come Servizio dell'Azienda USL, presso la struttura complessa di Medicina dello Sport. Ciò è avvenuto in ottemperanza alle disposizioni della legge 376/2000, per la tutela sanitaria delle attività sportive e la lotta al doping, che affida alle Regioni il compito di promuovere autonomamente progetti anti-doping ed individuare competenze specifiche per le relative attività di formazione, informazione, ricerca scientifica anti-doping e controllo dello stato di salute degli atleti.

Il compito del Centro Anti-doping della Regione Emilia Romagna, infatti, è proprio quello di tutelare la salute degli atleti organizzando eventi e seminari di formazione-informazione sulla pratica dello sport sano e pulito, producendo materiale di divulgazione scientifica su sani stili di vita, sana alimentazione e rischi per la salute dall'impiego scorretto di farmaci ed integratori nello sport, proponendo consulenze controlli clinici ed ematochimici e schemi di valutazione strutturati su misura per ciascun tipo di atleta e per ogni disciplina sportiva. Il Centro infatti, oltre a disporre di moderni ambulatori per la valutazione clinica dell'atleta, si avvale di una rete di laboratori (Tossicologia Forense dell'Istituto di Medicina Legale del Policlinico diModena, Tossicologia Medica, della Struttura Complessa di Tossicologia e Farmacologia Clinica), coordinati dal Laboratorio BLU del Nuovo Ospedale S.Agostino Estense di Baggiovara  dotato delle più recenti attrezzature per la pratica analitica nel campo della biochimica e della biologia molecolare.

Tra gli obiettivi del CentroRegionale Antidoping vi è anche la ricerca scientifica al fine di approfondire sempre più lo studio sugli effetti delle nuove sostanze dopanti, sugli sviluppi del preoccupante fenomeno del doping genetico, e sui metodi di ricerca e rilevazione dei vari agenti dopanti nei liquidi biologici. Parallelamente a ciòè tra gli scopi del Centro Regionale anche la realizzazione di studi statistici ed epidemiologici per una valutazione periodica del fenomeno doping in tutti i suoi aspetti sul territorio di competenza.
 
Il Centro Regionale Antidoping con gli Assessorati allo Sport e alla Salute della Regione Emilia Romagna ha promosso il progetto "Positivo alla Salute" attraverso cui tutte le attività del Centro possono trovare espressione in ambito regionale. Grazie alla disponibilità di un camper attrezzato come ambulatorio e punto informativo è possibile infatti "installare" nell'ambito di manifestazioni sportive ed eventi culturali legati allo sport una sorta di Villaggio della Salute nel contesto del quale gli esperti del Centro possono incontrare atleti e sportivi per offrire consulenze, distribuire materiale informativo ed effettuare controlli clinici ed ematochimici per il controllo dello stato di salute dell'atleta.
 
Il Progetto Positivo alla Salute ha un sito internet www.positivoallasalute.it nel quale è possibile trovare tutte le informazioni circa le attività del Centro e materiale di divulgazione scientifica sulla lotta al doping.

E' attivo inoltre un servizio di consulenza telefonica (nato col progetto Tallone d'Achille) con numero verde (800170001) attivo dalle 14.00 ale 16.00 dal lunedì al venerdi attraverso cui gli esperti del Centro Regionale rispondono alle domande degli utenti su uso di integratori, farmaci e sostanze nella pratica sportiva e rischi per la salute correlati al loro impiego scorretto o inutile e pericoloso.
 
Il Centro Regionale Antidoping ha partecipato alle prime due edizioni del GIROBIO (giro ciclistico d'Italia dilettanti under 27), partecipa al progetto Palestra Sicura del Ministero della Salute, ha rapporto di consulenza con il Nucleo NAS del Comando dei Carabinieridi Parma e di Bologna, organizza eventi di formazione per medici di medicina generale e pediatri di libera scelta, ha inoltre prodotto lavori scientifici.


Menu di sezione