1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Ausl Modena - Testata per la stampa
  1. Facebook
  2. Twitter
  3. YouTube

Contenuto della pagina

Accedere alle cure termali

I cittadini iscritti al Servizio Sanitario Nazionale (SSN) hanno diritto a fruire, con oneri a carico del SSN, di un solo ciclo di cure termali, nell'arco dell'anno, per le patologie che possono trovare beneficio dalle cure stesse. La richiesta delle cure deve essere effettuata dal medico di medicina generale o dal pediatra sulla ricetta del SSN e deve indicare la diagnosi (corrispondente ad una delle patologie individuate dal Ministero della Salute al Decreto ministeriale 15.12.1994) e il ciclo di cure da praticare.
 
Il cittadino accede direttamente allo stabilimento termale con la ricetta del medico di medicina generale senza prenotazione.
Dal 1° gennaio 2016 il ticket per l'accesso alle cure termali è di euro 55 (legge di stabilità n. 208/201).

Coloro che sono esenti dal ticket per età/reddito devono rilasciare alla struttura termale l'autocertificazione circa l'esenzione su un apposito modulo che verrà rilasciato dalla struttura termale oppure mediante l'apposizione di un timbro sul retro della ricetta.

E' importante ricordare che coloro che si sottopongono alle cure sono tenuti a dichiarare, sul retro della ricetta, sotto la propria responsabilità, che nell'arco dell'anno solare non hanno usufruito di un altro ciclo di cure termali con oneri a carico del SSN oppure di appartenere alle categorie protette.

La normativa regionale prevede due categorie protette che godono di due diversi tipi di esenzione:

A) Primo Gruppo:
1. gli invalidi di guerra appartenenti alle categorie dalla prima alla quinta;
2. gli invalidi per lavoro con una riduzione della capacità lavorativa superiore ai due terzi;
3. gli invalidi per servizio appartenenti alle categorie dalla prima alla quinta;
4. gli invalidi civili con una riduzione della capacità lavorativa superiore ai due terzi;
5. gli invalidi civili con assegno di accompagnamento;
6. i ciechi e sordomuti indicati, rispettivamente dagli articoli 6 e 7 della legge 2/4/1968 n. 482;
      
B) Secondo Gruppo:
1. gli invalidi di guerra appartenenti alle categorie dalla sesta alla ottava;
2. gli invalidi per lavoro con una riduzione della capacità lavorativa inferiore ai due terzi;
3. gli infortunati sul lavoro o affetti da malattie professionali;
4. gli invalidi per servizio appartenenti alla categoria dalla sesta all'ottava.
 
Coloro che rientrano nel primogruppo possono effettuare due cicli di cure termali in completa esenzione dal ticket: uno come cittadino iscritto al SSN (a condizione che ne ricorrano i presupposti clinici) ed uno in relazione al proprio status invalidante.  

Coloro che rientrano nel secondo gruppo hanno diritto a due cicli di cure termali: uno come cittadino iscritto al SSN (pagando il ticket come ogni cittadino se non esente) ed ad un altro ciclo di cure per la patologia invalidante con esenzione dal ticket.

Ricordiamo che l'Azienda USL è tenuta ad effettuare controlli a campione sulle autocertificazioni, riferite sia alle esenzioni per età/reddito che al diritto a fruire del doppio ciclo di cure in quanto appartenente alle categorie protette.
Nei casi di verificata insussistenza del diritto autocertificato, l'AUSL procederà al recupero del credito nei confronti del cittadino ed alle denunce previste dal DPR n. 445/2000 per le dichiarazioni false.

 

Menu di sezione