Promozione salute e benessere psico-fisico dei dipendenti

 
In Azienda sono state sviluppate una serie di iniziative per la promozione della salute e del benessere degli professionisti ed Operatori e per facilitare la compatibilità tra vita lavorativa e vita familiare.
 

Vaccinazione antinfluenzale

Viene promossa all'interno dell'Azienda, con varie modalità informative, la opportunità/necessità, per gli operatori sanitari, di aderire alla  campagna vaccinale 2009/2010 sottoponendosi alla vaccinazione antinfluenzale stagionale .
 

Nella proposta si fa leva sugli argomenti ampiamente pubblicizzati nella campagna della Regione enfatizzando il rischio di contagio per l'operatore sanitario e la riduzione del rischio delle complicanze e tuttavia in questo ambito vi è stato un calo drammatico delle adesioni. Gli operatori che hanno aderito sono stati 610
 

Sul piano operativo sono stati individuati punti vaccinali, articolati in un ampio calendario, per il periodo novembre-dicembre, in ogni sede di lavoro con ampie fasce orarie di accesso al fine facilitare l'adesione di tutti i Professionisti ed Operatori dell'Azienda. 
 

 

Vaccinazione contro l'epatite B

Viene effettuata, in quasi tutta l'azienda, su indicazione dei medici competenti, dal personale infermieristico che collabora con il Servizio di Sorveglianza sanitaria Aziendale. Dal 1/1/08 è attiva la procedura sulla sorveglianza sanitaria del nuovo assunto che è sottoposto alla visita di idoneità specifica alla mansione prima dell'immissione in attività. Nell'ambito della visita viene effettuata la vaccinazione l'Epatite B a tutti i suscettibili che andranno a svolgere attività a rischio ed è fortemente consigliata anche al personale di ruolo amministrativo.
Nel corso del 2010 sono state effettuate complessivamente 150 dosi vaccinali (in massima parte cicli vaccinali completi su nuovi assunti)
In via generale è una vaccinazione non solo offerta, ma fortemente consigliata fino quasi ad essere imposta e il tasso di adesione è intorno al 100%.

Sorveglianza Tubercolare

La vaccinazione tubercolare non è più obbligatoria negli operatori sanitari ad esclusione di quelli che operano in particolari situazioni di rischio che tuttavia non sono presenti nella nostra Azienda. La sorveglianza del personale si effettua attraverso l'esecuzione della intradermoreazione secondo Mantoux, con eventuali accertamenti laboratoristico/strumentali, in tutti gli operatori esposti al rischio. La sorveglianza è effettuata su tutti i nuovi assunti, periodicamente secondo un protocollo definito, e in via straordinaria in caso di contatto.
Nell'anno in esame sono stati monitorati complessivamente 1900 operatori sanitari (in preventiva, periodica o straordinaria per contatto). Il monitoraggio ha vcomportato l'effettuazione di test intradermoreazione alla tubercolina, dosaggio Quantiferon, Rx torace.

 

Aggiornamento delle procedure

L'aggiornamento delle procedure per la gestione delle esposizioni a rischio biologico contenute Circolare Regionale 7/2009
A tal proposito è stato aggiornato il percorso per la gestione degli infortuni a rischio biologico. L'aggiornamento ha coinvolto i Servizi di Pronto Soccorso Aziendali e il Dipartimento di Patologia Clinica (CORELAB). Si è proceduto all'aggiornamento del personale coinvolto nella gestione e in particolare coordinatori e dirigenti delle UUOO e operatori dei Pronto Soccorso e Laboratorio. 
Il Programma, nell'ambito della campagna Regionale per il controllo del morbillo e varicella, di screening immunologico sui sanitari che operano nelle U.U.O.O. ritenute a rischio e individuate dalle stesse Circolari Regionali è in fase di completamento

 
Ultimo aggiornamento: 03 Luglio 2018