1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
Ausl Modena - Testata per la stampa
  1. Facebook
  2. Twitter
  3. Linkedin
  4. YouTube

Contenuto della pagina

La partecipazione degli enti locali a programmazione sanitaria

La centralità del cittadino in quanto titolare del diritto alla salute, espressa a livello individuale e collettivo, è uno dei fondamenti della Legge di riforma regionale 29/2004 del Servizio Sanitario Regionale dell'Emilia Romagna e del Piano Sociale e Sanitario Regionale 2008-2010.
Per dare una risposta ai bisogni sempre più crescenti delle famiglie l'integrazione socio-sanitaria costituisce uno degli ambiti più importanti delle attività dell'Azienda.
In questi anni, gli Enti locali stanno consolidando il loro ruolo nel nuovo sistema di governance regionale tramite la Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria e i Comitati di Distretto, interpretando con sempre maggiore partecipazione la loro responsabilità sulle scelte in materia sanitaria e sociosanitaria.
E' proseguito nel 2010 il lavoro dell'Esecutivo della CTSS e del relativo tavolo tecnico di supporto, composto da dirigenti dell'Azienda e dei Comuni Capo Distretto. L'Esecutivo ha approvato ed esaminato fra gli altri le linee di indirizzo e il riparto per le risorse FRNA per i disabili e gli anziani;  i bilanci e i piani programmatici delle aziende sanitarie  i piani programmatici delle aziende di servizi alla persona.
Nel corso del 2010 è stato intrapreso il percorso che porterà nel 2011 alla approvazione del nuovo Piano Attuativo Locale 2011-2013, dove sono disegnate le future strategie della nuova organizzazione della sanità modenese.
 
 
 

Menu di sezione