1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
Ausl Modena - Testata per la stampa
  1. Facebook
  2. Twitter
  3. Linkedin
  4. YouTube

Contenuto della pagina

La valutazione delle disuguaglianze

 
Negli ultimi cinquant'anni lo stato di salute della popolazione concentrata nella fascia economicamente più avanzata del mondo sembra aver seguito un percorso evolutivo segnato da un lato dal marcato aumento della speranza di vita media, dall'altro dal progressivo intensificarsi delle disuguaglianze di salute
 
La letteratura riferita alle disuguaglianze in ambito sanitario è numerosa e ha ormai una lunga tradizione. Vogliamo qui ricordare la pubblicazione dell'Organizzazione Mondiale della Sanità al riguardo.
 
E' possibile osservare disuguaglianze nello stato di salute tra le persone come conseguenza di differenze genetiche, di condizioni socio-economiche diverse o il frutto di scelte, più o meno volute, del proprio stile di vita (Nicoli, 2007). A parità di età, il rischio di morire è più alto nelle classi sociali più svantaggiate, tra i disoccupati, tra chi abita in case e quartieri degradati, tra chi vive solo o in situazioni familiari meno protette. Il grado di istruzione è un fattore fondamentale poiché è portatore di conoscenze, abilità, possibilità di autogestione, capacità di scelta, senso di responsabilità per sé e per gli altri. 
 
1) Adozione scheda di autovalutazione regionale come strumento di equality assessment aziendale, per una ricognizione degli strumenti che l'Azienda utilizza a diversi livelli (programmazione, erogazione e gestione dei servizi/prodotti, cultura) e dell'attenzione che questi strumenti hanno verso il tema delle differenze.
- Partecipazione alla messa a punto di strumenti di valutazione delle buone pratiche in relazione alle diversità di genere, cultura, disabilità, età, ecc., in un'ottica di ottimizzazione delle risorse e stesura di raccomandazioni regionali.

2) Partecipazione dei referenti aziendali al percorso formativo regionale "Equità in sanità: i modelli, gli strumenti, le pratiche", in particolare al laboratorio "Gli strumenti per l'equality assessment", avente l'obiettivo di fornire elementi teorici e strumenti concreti di lavoro in tema di equality assessment. Il Laboratorio ha previsto una fase di presentazione teorica dei temi e una fase di lavoro di gruppo (workshop), che ha declinato nel contesto organizzativo locale e ha tradotto in termini operativi i contenuti teorici e gli strumenti di valutazione di equità presentati (check list, indicatori).

3) Partecipazione di un referente aziendale al sottogruppo ASSRER "equità e accreditamento".
- Sperimentazione nei profili di comunità di un set minimo di indicatori di disuguaglianze sociali per decisioni eque.
 



 

                                                 


Menu di sezione