Quality Center Network

 
Per fornire alle imprese del settore biomedicale un riferimento per la valutazione preclinica e clinica dei dispositivi medici e per poter valutare le ricadute e le conseguenze cliniche, organizzative, economiche, sociali e etiche delle tecnologie sanitarie, per concorrere nella AUSL di Modena allo sviluppo di strategie per il trasferimento nella pratica clinica delle conoscenze derivanti dal settore industriale e per contribuire nell'Università al miglioramento degli aspetti formativi, il 30 luglio 2007 è stato rinnovato il Quality Center Network.
L'accordo è stato siglato tra le Associazioni imprenditoriali del distretto biomedicale di Mirandola, dall'Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico di Modena, dall'Azienda Unità Sanitaria Locale di Modena, dall'Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, dalla Provincia di Modena, dall'Unione dei Comuni Modenesi Area Nord e da Democenter-Sipe (Centro per l'Innovazione e il Trasferimento Tecnologico della Provincia di Modena).

Link: http://www.qualitycenternetwork.it/
 
Nell'ambito del Quality Center Network è stata realizzata nel 2010 a Modena la  Prima Conferenza Nazionale "Ricerca ed innovazione per nuovi prodotti e servizi nel settore biomedicale".
Le sessioni di lavoro della Conferenza sono state:
- sessione 1: il futuro della medicina e della sanità; sessione iniziale di confronto per mettere a fuoco il domani dell'assistenza sanitaria prefigurando scenari per i prossimi 10 - 20 anni nei vari settori della medicina e dei sistemi assistenziali indicando a livello macro dove sta andando e dove andrà la innovazione soprattutto nei settori diagnostici - terapeutici e riabilitativi, evidentemente orientando le relazioni al settore biomedicale;

- sessione 2: innovazione e transferibilità; sessione di confronto sulla innovazione centrata sul trasferimento tecnologico della ricerca e su come sia possibile generare e valorizzare lo sfruttamento della conoscenza nel settore biomedico, centrando prioritariamente l'attenzione sui settori di innovazione che si stanno sviluppando in Regione Emilia Romagna nelle università, nei laboratori di ricerca e nelle imprese produttive, illustrando case histories di successo e mettendo a confronto esperti di "science business";
- sessione 3: il governo della innovazione tecnologica e le fonti di finanziamento; sessione incentrata sul processo decisionale a livello regionale e aziendale nella scelta e nelle modalità di fornitura di tecnologie innovative e sulla illustrazione di opportunità di finanziamento per la ricerca e lo sviluppo industriale esistenti nel pubblico e sui mercati finanziari.
 
 

Ultimo aggiornamento: 03 Luglio 2018