1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
Ausl Modena - Testata per la stampa
  1. Facebook
  2. Twitter
  3. Linkedin
  4. YouTube

Contenuto della pagina

Ricerca e formazione per il Governo Clinico


Consolidata in Azienda l'attività multidisciplinare e multiprofessionale di elaborazione di protocolli diagnostico-terapeutici per specifici interventi sanitari di particolare interesse, con la finalità di garantire la disponibilità e l'accesso delle prestazioni secondo i bisogni clinici, identificati dal medico per il singolo paziente. Il principio dell'appropriatezza nell'erogazione delle prestazioni costituisce una delle basi dei livelli essenziali di assistenza e rappresenta una sfida continua per la rapida evoluzione delle conoscenze in campo medico. Per perseguire tale obiettivo occorre disporre di strumenti che siano in grado di promuovere l'appropriatezza e l'efficacia degli interventi ed un uso più razionale delle risorse.

Nel 2010 è stato sviluppato il progetto: "La Risonanza Magnetica in Provincia di Modena: strutture in rete per l'eccellenza delle prestazioni offerte ai cittadini".
 
Il progetto si inserisce nell'ambito delle attività multidisciplinari e multiprofessionali di elaborazione di protocolli diagnostico-terapeutici per specifici interventi sanitari di particolare interesse per la loro complessità, per la documentata variabilità nella qualità, per l'elevato assorbimento di risorse. Il principio dell'appropriatezza nell'erogazione delle prestazioni costituisce una delle basi dei livelli essenziali di assistenza e rappresenta una sfida continua per la rapida evoluzione delle conoscenze in campo medico. Per perseguire tale obiettivo occorre disporre di strumenti che siano in grado di promuovere l'appropriatezza e l'efficacia degli interventi ed un uso più razionale delle risorse.
Coerentemente a tali indirizzi strategici gli obiettivi del progetto citato sono quelli di:
- migliorare l'appropriatezza di questo tipo di prestazioni
- di uniformare modalità di esecuzione e refertazione con il coinvolgimento delle strutture private accreditate che eseguono l'esame in provincia di Modena.
In questo modo si tenta di intervenire sulle liste d'attesa e sul fenomeno della mobilità passiva.
Nel corso del 2010 l'Azienda USL ha consolidato un gruppo di lavoro di cui fanno parte radiologi delle strutture sanitarie pubbliche e private accreditate di Modena e provincia: è stata compiuta una ricognizione completa sulle 18 apparecchiature per la risonanza magnetica presenti in tutto il territorio provinciale per verificarne le caratteristiche e il livello di avanzamento tecnologico. Inoltre sono stati concordati gli standard relativi alle modalità di esecuzione delle indagini a seconda delle parti del corpo interessate ed è stato stabilito che cosa dev'essere scritto nel referto. L'attività del gruppo di lavoro si è anche concentrata sull'appropriatezza della richiesta dell'esame da parte dei medici di famiglia, che sono stati coinvolti insieme agli specialisti e che hanno partecipato ad alcuni incontri con i radiologi di verifica di qualità ed appropriatezza di un campione di prestazioni (Audit).
Ogni due mesi il gruppo di lavoro si è incontrato prima per definire i protocolli sia di esecuzione sia di refertazione delle indagini più frequenti e poi per controllare a campione gli esami eseguiti da tutte le macchine attive in provincia. Il progetto prevede che sia consolidata l'attività di audit e di definizione di linee-guida di esecuzione e refertazione della rete dei produttori per perseguire l'obiettivo di garantire lo stesso livello di prestazione a prescindere dalla struttura cui il cittadino si rivolge. In prospettiva si cercherà di far sì che anche i centri privati convenzionati siano messi in condizione di accedere all'archivio telematico (referti ed immagini) degli esami pregressi dei pazienti.

Per approfondimenti vedere l'Allegato

                                                       


Menu di sezione