1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
Ausl Modena - Testata per la stampa
  1. Facebook
  2. Twitter
  3. Linkedin
  4. YouTube

Contenuto della pagina

Formazione per la ricerca

Per favorire l'accesso alle fonti di informazione scientifica e la crescita negli operatori sanitari di una cultura volta all'uso di informazioni valide e affidabili è stata creata, nel 1997, all'interno del Ce.V.E.A.S. una Biblioteca dove sono presenti la maggiori riviste internazionali (primarie e secondarie).
La Biblioteca gestisce abbonamenti cartacei e online (circa 1500), oltre a un patrimonio di circa una ottantina di monografie, patrimonio che viene incrementato ogni anno.

 

Attività della biblioteca

  • Gestione abbonamenti delle riviste cartacee dell'Azienda USL
  • Gestione abbonamenti online a riviste, banche dati e e-books attraverso il consorzio regionale GOT
  • Valutazione e aggiornamento del catalogo riviste
  • Document delivery, che consente di richiedere la copia di un documento, non presente in Biblioteca, ad altre strutture italiane
  • Ricerche bibliografiche sulle banche dati in abbonamento presenti in Biblioteca e in Internet
  • Ricerche bibliografiche per progetti interni al CeVEAS (pacchetti, linee guida, ...)
  • Corsi di formazione per tutti i professionisti dell'Azienda sull'utilizzo delle risorse a disposizione in rete
 

Nel 2010 sono stati richiesti gratuitamente presso altre strutture 310 documenti, mentre ne sono stati forniti a biblioteche esterne 200.
Il servizio è gratuito. La biblioteca aderisce, infatti, ai maggiori cataloghi collettivi italiani che prevedono lo scambio reciproco e gratuito dei documenti.
Sono state effettuate sulle banche dati in abbonamento presenti in Biblioteca e in Internet 105 ricerche per diversi professionisti dell'azienda.
Nel corso del 2010 la biblioteca ha organizzato 20 giornate di formazione sull'utilizzo delle risorse online; in particolare sono stati trattati i seguenti argomenti: le Riviste elettroniche, la banca dati Medline (base e intermedio), la banca dati Embase, la Cochrane Library, Clinical Evidence, le linee guida, i Motori e sulla ricerca delle evidenze in rete..
Ai corsi, accreditati per tutte le professioni, hanno partecipato circa 300 operatori.
La biblioteca ha organizzato anche corsi specifici per il Servizio Infermieristico e Tecnico (24 ore) e per il Servizio Infermieristico dell'Ospedale di Sassuolo  (36 ore).
Nel corso dell'anno 2010 il sistema CLAS, attraverso il quale tutti gli operatori dell'Azienda possono consultare dall'esterno tutte le risorse della biblioteca, ha visto un incremento di registrazioni pari a circa 150. Sono regolarmente organizzati seminari per illustrare le modalità di accesso e le potenzialità del servizio.
L'acquisizione di tutte le risorse online (pacchetti di riviste degli editori più autorevoli: Elsevier, Lippincott, Blackwell, Oxford University Press, BMJ, Springer, Journal of the National Cancer Institute,  Wiley e banche dati quali Embase, CINAHL, the Cochrane Library, Clinical Evidence, nonché i principali testi di riferimento per la medicina) è stata fatta in forma consortile.
Tutti gli acquisti sono stati fatti in collaborazione con il servizio Acquisti Economale e Logistico e la  spesa complessiva per tutte le risorse online nel 2010 è stata pari a 75.000 €.
 

Nel 2009 è stato avviato uno specifico progetto finalizzato alla promozione in Azienda della formazione per la ricerca.
La medicina di oggi rende sempre più necessario il ricorso all'esercizio della logica e della "riflessione critica"; le informazioni, infatti, si accumulano incessantemente e chi lavora in sanità deve costantemente riconsiderare il proprio agire elaborando criticamente le notizie così che possano essere trasformate in conoscenze tramite un'attenta valutazione. Il passo fondamentale è legato al sentirsi parte di una comunità scientifica che non soltanto utilizza conoscenze ma ne produce attivamente.
 

Il ciclo di workshop "Chi RICERCA Trova" è stato riproposto nel 2010. Obiettivo della proposta formativa è ridurre la distanza tra il personale sanitario e la produzione di saperi. Suddiviso in due seminari ciascuno della durata di due giorni, nella prima "tappa" ha approfondito la relazione diretta tra l'attività di ricerca e la condivisione dei risultati attraverso la pubblicazione degli stessi. Il secondo appuntamento è stato dedicato alla produzione di letteratura professionale: come pubblicare i propri lavori, selezionando le fonti bibliografiche più utili, scegliendo gli interlocutori editoriali più adatti, superando la severità dei revisori, acquisendo la capacità di comunicare con efficacia.

 

 

Il "capitale" per la ricerca

 La filiera della ricerca ha uno dei suoi punti di arrivo nell'acquisizione di conoscenza, disponibile alla comunità scientifica e non solo. In medicina la pubblicazione scientifica rappresenta la miglior forma di divulgazione delle osservazioni; la raccolta e la condivisione dei saperi porta valore alla comunità, ai professionisti stessi e all'Azienda USL.
In questo senso il primo punto di partenza è stata una ricerca nelle principali banche dati elettroniche di letteratura medica per individuare le pubblicazioni prodotte nell'anno 2010 da professionisti dell'Azienda.
 

 

Una specifica progettualità consentirà di completare il censimento con tutte le attività di "produzione dei saperi" diverse dalle pubblicazioni sui circuiti editoriali comuni.

Menu di sezione