1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
Ausl Modena - Testata per la stampa
  1. Facebook
  2. Twitter
  3. Linkedin
  4. YouTube

Contenuto della pagina

MIGLIORAMENTO DEL SISTEMA INFORMATIVO RIVOLTO ALLE ATTIVITA' OSTETRICHE: ESPERIENZA DELL'OSPEDALE DI CARPI

 

Esperienza dell'Ospedale di Carpi

La strutturazione/organizzazione di un servizio per l'accoglienza, il controllo e la presa in carico delle gravidanze presso il termine costituisce uno strumento di lavoro indispensabile per le U.O. di Ostetricia. Questa struttura è organizzata e gestita dall'ostetrica/o.
L'ambulatorio per il controllo delle gravidanze presso il termine costituisce strumento di lavoro indispensabile in quanto:

  • consente di rapportarsi con una donna non condizionata dal dolore del travaglio;
  • è possibile dedicare a questo compito un operatore non condizionato da altri obblighi assistenziali (travagli, parti, urgenze);
  • permette di riservare il tempo necessario ad ogni donna;
  • consente eventuali approfondimenti successivi, come il controllo di esami "dimenticati" a casa o altri accertamenti da programmare, ecc.

Questa scelta organizzativa permette di valorizzare la capacità professionale dell'ostetrica, le aree di autonomia e, soprattutto di incidere particolarmente sulla umanizzazione/personalizzazione del percorso nascita. Di particolare utilità è la compilazione della cartella clinica informatizzata in vista del successivo ricovero per il parto.
La presenza di un ambulatorio dedicato al controllo delle donne "gravide presso il termine" è uno strumento importante per tracciare un percorso in grado di monitorare la fisiologia, definire i fattori di rischio, riconoscere, valutare e gestire la patologia.
Presso l'U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell'Ospedale di Carpi viene implementato dal 15/07/2010 un sistema informatizzato di refertazione utilizzando il programma SIO (Sistema Informativo Ospedaliero) dell' azienda USL di Modena.

Questo sistema di refertazione su SIO permette il conteggio delle prestazioni eseguite ed assicura il flusso dei dati verso AURIGA (sistema di conteggio delle prestazioni per la rendicontazione periodica alla regione).
Utilizzando il sistema informatizzato della gestione ambulatoriale di SIO è stata creata una pagina informatica che permette l'inserimento delle prestazioni infermieristiche e la produzione di un "referto infermieristico".
Per avere una standardizzazione ed una corretta rilevazione sono state inserite le prestazioni infermieristiche del Nomenclatore tariffario del Collegio I.P.A.S.V.I..

Lo strumento informatizzato per la rilevazione delle prestazioni ostetriche si è presentato come estremamente affidabile per la raccolta-rappresentazione delle prestazioni ostetriche e la conseguente valutazione dei carichi di lavoro.
Si è dimostrato anche un'efficace soluzione per la gestione della documentazione assistenziale, producendo un referto firmato dall'ostetrica che effettua le prestazioni e garantendo la rintracciabilità della documentazione. Documentazione che rimane archiviata come referto nella cartella clinica informatizzata completando la documentazione clinico - assistenziale del percorso di gravidanza - parto con le prestazioni ostetriche dell'ultima parte della gravidanza. Una corretta tenuta della documentazione assistenziale (documenti leggibili, istruzioni operative condivise e correttamente interpretabili) è considerata uno degli strumenti cardine per l'identificazione e la prevenzione dei rischi. La gestione del rischio clinico diventa così per l'ostetrica un imperativo etico, in quanto figura chiave nel garantire cure di qualità alla donna, al bambino, alla famiglia ed alla collettività.
Il lavoro svolto ha permesso di approfondire la conoscenza delle quantità e della qualità delle prestazioni erogate dall'ostetrica in ambito ambulatoriale ed a valorizzare il ruolo ostetrico nella gravidanza fisiologica, come è possibile vedere dai dati riportati in tabella 1 e 2.

 
 
Tabella 1
 
 

 
 
Tabella2
 

 

È opportuno sottolineare come la possibilità di costruire un flusso dinamico dei dati di attività, per il completamento della documentazione del carico di lavoro in ambito ambulatoriale (solo in parte documentato dai flussi delle prestazioni cliniche ambulatoriali), abbia creato la base per l'impiego del dato da parte dell'Ufficio Infermieristico oggettivando la valutazione dei carichi di lavoro, a sostegno dell'incremento del personale ostetrico.
Ai fini della rilevazione delle attività, è possibile affermare che lo strumento introdotto presso la unità operativa di Ostetricia-Ginecologia dell'Ospedale di Carpi, garantisce la rilevazione e la chiara documentazione delle prestazioni ostetriche, attraverso la classificazione e codifica delle stesse (con mutua esclusività) al fine di offrire un servizio inteso come insieme di atti tecnico operativi e di procedure, volte ad assicurare la qualità degli interventi, la chiarezza della refertazione e la rintracciabilità delle prestazioni.

In seguito al successo di questa sperimentazione effettuata sull'Ospedale di Carpi, si prevede l'estensione del progetto di implementazione del sistema informativo per la rilevazione delle attività ostetriche anche agli altri Ospedali dell'Azienda ove è presente un reparto di Ostetricia, ovvero l'Ospedale di Mirandola e l'Ospedale di Pavullo.

Menu di sezione