1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Ausl Modena - Testata per la stampa
  1. Facebook
  2. Twitter
  3. Linkedin
  4. YouTube

Contenuto della pagina

Struttura Complessa Patologia Clinica - Tossicologia e Diagnostica Avanzata

 

Direzione

Dott. Tommaso Trenti - Direttore. Telefono: 059-3961467 (int.31467), e-mail: t.trenti@ausl.mo.it

Sede

La Struttura si trova presso Nuovo Ospedale Civile S. Agostino Estense:
- Laboratorio piano 0 corpo 1. Telefono: 059-3961429 (int. 31431)
- Studio laureati piano 0, corpo 1. Telefono: vedi equipe laureati
Orari: dalle ore 8:30 alle 17:00

Equipe laureati

Dr.ssa Elisabetta Cariani. Telefono: 059-3961426 (int. 31426), e-mail: el.cariani@ausl.mo.it
Dr.ssa Nicoletta Lelli. Telefono: 059-3961427 (int. 31427), e-mail: n.lelli@ausl.mo.it
Dr.ssa Alessandra Melegari. Telefono: 059-3961791 (int. 31791), e-mail: a.melegari@ausl.mo.it
Dr.ssa Cristina Rota. Telefono: 059-3961426 (int. 31426), e-mail: c.rota@ausl.mo.it
Dr.ssa Alda Tiziana Scacchetti. telefono 059-3961428 (int. 31428), e-mail: a.scacchetti@ausl.mo.it

Presentazione

Patologia Clinica-Tossicologia e Diagnostica Avanzata, è la struttura complessa di laboratorio ove sono presenti le tecnologie e strumentazione per sviluppare la diagnostica in campi quali la tossicologia, la farmacologia, le indagini di neuroscienze, la biologia molecolare e lo sviluppo di quelle che sono definite modernamente come "omics", a funzione almeno provinciale.
La presenza di competenze professionali in grado di gestire l'innovazione tecnologica e le tecnologie acquisite ha permesso al laboratorio di essere individuato dalla Regione Emilia Romagna quale sede del Laboratorio Antidoping della Regione Emilia Romagna e Centro di riferimento regionale per la diagnostica di laboratorio nella Medicina del Lavoro.
La Struttura Complessa di articola su due sedi, Modena in cui si trova l'Unità Operativa di Tossicologia e Diagnostica Avanzata (TDA) e Pavullo in cui si trova l'Unità Operativa di Patologia Clinica sotto l'unica direzione del Dott. Tommaso Trenti.

Nel TDA l'attività specialistica è svolta negli ambiti della biologia molecolare e farmacologia, delle droghe e sostanze d'abuso, della immunopatologia e della tossicologia occupazionale e molecolare.

TOSSICOLOGIA OCCUPAZIONALE E MOLECOLARE - Dott.ssa Elisabetta Cariani

Finalità del settore:
- eseguire le analisi utili per il monitoraggio biologico dell'esposizione a sostanze chimiche nell'ambiente di lavoro;
- sviluppare, validare ed utilizzare metodologie analitiche innovative;
- applicare nuove tecnologie per il miglioramento della qualità e sensibilità analitiche e per l'ampliamento del pannello dei marcatori biologici relativi alle sostanze chimiche presenti negli ambienti di lavoro;
- realizzare, in proprio o in collaborazione con Istituti, Enti o Aziende Sanitarie, attività di ricerca finalizzata all'individuazione - implementazione diagnostica di nuovi biomarcatori ed allo studio degli effetti biologici dell'esposizione a sostanze chimiche negli ambienti di vita o di lavoro;
- contribuire alla divulgazione delle conoscenze sulla tossicità da agenti chimici attraverso l'organizzazione di iniziative di informazione e la preparazione e diffusione di materiale didattico;
- contribuire al miglioramento della qualità delle prestazioni analitiche di monitoraggio biologico promuovendo e coordinando programmi di valutazione esterna di qualità per laboratori di tossicologia occupazionale pubblici e privati.


MONITORAGGIO FARMACOLOGICO E TERAPEUTICO - Dott.ssa Nicoletta Lelli

BIOLOGIA MOLECOLARE - Dott.ssa Elisabetta Cariani

Nel settore sono effettuate le seguenti analisi:
- Mutazioni dei Fattori della Coagulazione - Fattore V Leiden e Protrombina 20210
- PGX-Plavix (test sperimentale)
- Omocisteina
- MTHFR - Mutazione C677T
- PGX -Thrombo test (test sperimentale)
- Benzodiazepine
- Antidepressivi Triciclici
- Attività piastrinica residua (APR) in corso di terapia antiaggregante
- Genotipo Apolipoproteina E (Apo E)
- Monitoraggio terapeutico dei farmaci (Acido valproico, Carbamazepina, Fenitoina, Fenobarbitale, Gentamicina, Teofillina, Vancomicina, Etosuccimide, Lamotrigina, Levetiracetam, Oxacarbazepina)


DIAGNOSTICA DELLE PATOLOGIE AUTOIMMUNI - Dott.ssa Alessandra Melegari

Le Malattie Autoimmuni sono un gruppo di patologie clinicamente eterogenee sia per le modalità di presentazione sia per la gravità, con quadri clinici che variano da affezioni limitate ad un organo, a forme con interessamento sistemico e lesioni a carico di differenti organi e che necessitano, per le caratteristiche illustrate, di un approccio diagnostico e terapeutico integrato e multidisciplinare fra gli specialisti coinvolti. La patogenesi di queste affezioni è legata ad anomalie del sistema immuno-competente: per questo sono molto frequentemente caratterizzate dalla presenza in circolo di autoanticorpi, immunoglobuline dirette contro costituenti dell'organismo stesso. La diagnostica delle Malattie Autoimmuni ha conosciuto nel corso degli ultimi anni una crescita rilevante come conseguenza dell'aumentato numero di patologie riconosciute come autoimmuni e della parallela crescita del numero di specificità autoanticorpali di cui si sono chiarite identità e utilità clinica.
Il progresso tecnologico, l'affinamento delle tecniche di indagine, l'introduzione di test dotati di maggior accuratezza diagnostica hanno contribuito ad aumentare il ruolo del laboratorio nei processi diagnostici di queste patologie.
Il Settore di Diagnostica delle Patologie Autoimmuni rappresenta il riferimento provinciale per l'esecuzione dei test autoanticorpali. Tale attività si sviluppa:
- combinando metodi analitici (Immunofluorescenza Indiretta, Immuno-fluorimetrico, Elisa, Immuno Dot, Western Blot, Biologia Molecolare) con differenti caratteristiche di sensibilità e specificità in considerazione del fatto che la ricerca di autoanticorpi dovrebbe essere effettuata in forma selettiva e considerando che esistono numerose situazioni di sovrapposizione sieroimmunologica.
- con una continua condivisione di percorsi in accordo con Linee Guida Nazionali ed Internazionali
con la partecipazione al Gruppo di Studio Regionale Autoimmunità , costituito nel 2007 nello sforzo di uniformare i percorsi assistenziali inerenti la diagnosi sierologica delle malattie autoimmuni da parte dei professionisti di Laboratorio dedicati a questa disciplina
-con la stretta collaborazione dei centri AVEN (Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena), con i quali nel biennio 2008-2009 è stato steso un Protocollo operativo volto a promuovere appropriatezza prescrittiva ed efficacia clinica nella Diagnostica di laboratorio delle Connettiviti con un Progetto di Modernizzazione finanziato dalla Regione Emilia Romagna.
-con la realizzazione di piattaforme condivise con i Clinici delle due Aziende Sanitarie Modenesi impegnati in questo campo diagnostico concordandone i criteri di appropriatezza prescrittivi sulla base dei piu' recenti aggiornamenti in campo clinico e diagnostico.


DROGHE E SOSTANZE D'ABUSO - Dott.ssa Cristina Rota

Il Settore Droghe e Sostanze d'Abuso effettua determinazioni tossicologiche di screening richieste a scopo puramente clinico-diagnostico.
Le analisi sono finalizzate alla diagnosi e al trattamento di tossicodipendenti o intossicati afferenti alle strutture pubbliche.
Principali droghe e sostanze psicoattive ricercate:
- Amfetamina, MDMA (ecstasy)
- Barbiturici
- Benzodiazepine
- Buprenorfina
- Cannabinoidi
- Cocaina
- Etanolo
- Metadone
- Oppiacei
- Transferrina Carboidrato Carente (CDT)
Il Settore Droghe e Sostanze d'Abuso effettua, inoltre, analisi per i lavoratori pubblici e privati che devono essere sottoposti alla ricerca di sostanze tossicologiche in base alla delibera "Accertamenti sanitari di assenza di tossicodipendenza o di assunzione di sostanze stupefacenti o psicotrope in lavoratori addetti a mansioni che comportano particolari rischi per la sicurezza, l'incolumità e la salute di terzi ai sensi dell'Intesa Stato\Regioni (Provvedimento n. 99\CU del 30\10\2007) e dell'Accordo Stato\Regioni (rep.atti n. 178 del 18 settembre 2008)"
Per questo tipo di campioni il Laboratorio garantisce la catena di custodia e la conservazione dei campioni stessi per il periodo di tempo previsto dalla delibera in oggetto.


DIAGNOSTICA ALLERGOLOGICA - Dott.ssa Alda Tiziana Scacchetti

L'anamnesi, cioè la raccolta e l'interpretazione da parte di personale qualificato, dei dati emersi dal colloquio con il paziente, costituisce la premessa essenziale per la ricerca dei potenziali allergeni responsabili di una sintomatologia allergica.
Presso tutti i "Centri Prelievo" della provincia di Modena, vengono raccolte le notizie cliniche del paziente che si accinge ad eseguire un esame per la ricerca di IgE specifiche.
Una anamnesi approfondita deve valutare la frequenza e la gravità della sintomatologia, la presenza di familiarità atopica, i fattori ambientali (condizioni domestiche, scuola, ambiente di lavoro e ambiente di svago) esposizione ad animali domestici ecc. Deve essere evidenziato il rapporto tra esposizioni e fattori ambientali incluse le variazioni stagionali e diurne.
In base all'anamnesi e alla indicazione della prescrizione, formulata dal MMG o Specialista, il personale dedicato del laboratorio seleziona gli allergeni che devono essere allestiti nella seduta analitica
Esistono test allergologici in vivo ed in vitro. I test in vivo comprendono i test cutanei (Skin Prick Test, prick by prick Patch Test) i test di eliminazione, i test di tolleranza ed i test di provocazione; quelli in vitro il dosaggio delle IgE specifiche e totali, il dosaggio dell'ECP, il dosaggio della Triptasi.
Ogni singolo caso necessita comunque dell'individuazione dei test diagnostici più opportuni. Infatti, non esiste una prova diagnostica specifica e valida per tutte le forme di allergia.
La scelta del tipo di indagine viene effettuata dallo Specialista Allergologo o dal Medico di Medicina Generale in base alle manifestazioni cliniche del paziente, al tipo di reazione che si presume possa esserne la causa, alle presunte modalità di sensibilizzazione (da contatto, da inalazione, ecc.) ed alla natura dell'allergene.
Presso Il Laboratorio di Tossicologia e Diagnostica Avanzata del Nuovo Ospedale Civile S.Agostino Estense. vengono eseguiti: IgE Specifiche (RAST); ECP; Triptasi; Test di Screening per allergeni Inalanti; Test di Screening per allergeni inalanti e alimentari; ricerca di allergeni molecolari secondo ricerca di singoli allergeni o ricerca multipla di allergeni (MICROARRAY)
Presso Il Laboratorio Centralizzato (CORElab) del Nuovo Ospedale Civile S.Agostino Estense, viene eseguita la ricerca delle IgE Totali (Prist)

Documenti di struttura

Menu di sezione