1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
Ausl Modena - Testata per la stampa
  1. Facebook
  2. Twitter
  3. Linkedin
  4. YouTube

Contenuto della pagina

La salute mentale

 

Il Dipartimento di Salute Mentale - Dipendenze Patologiche (DSM-DP) è la struttura preposta all'erogazione delle prestazioni relative alla tutela della salute mentale. Al proprio interno integra, in un'ottica di processo e di continuità assistenziale, le seguenti aree: Psichiatria Adulti, Dipendenze Patologiche, Neuropsichiatria Infantile, Psicologia Clinica. I Distretti e il Dipartimento condividono la responsabilità della definizione degli obiettivi, delle strategie e delle azioni concrete volte alla tutela della salute mentale di quel determinato territorio. I Distretti, inoltre, sono garanti dell'integrazione sanitaria e socio-sanitaria necessaria al perseguimento degli  obiettivi sia assistenziali che di salute mentale.
Nel corso dell' anno 2011 sono stati seguiti dal  Dipartimento i seguenti pazienti, in 4 diverse aree:

  - psichiatria adulti:  11.149  pazienti (4.202 primi contatti)
  - dipendenze patologiche: 2.665 pazienti  di cui 1.462 tossicodipendenti, 950 alcolisti, 160 tabagisti e 93 giocatori d'azzardo
  - neuropsichiatria infantile: 7.929 (2.867 prime visite)
  - psicologia clinica:  6.250 pazienti (di cui 3.733 primi contatti)

I servizi offerti

 I servizi offerti nella nostra provincia l'offerta assistenziale complessiva è garantita da:

 - 8 Centri di Salute Mentale con 11 ambulatori periferici, 
 - 7 Ser.T. con 7 Centri Alcologici, 
 - 7 Centri Antifumo e 80 posti letto in strutture dirette da Enti Accreditati, 
 - 7 Centri di Neuropsichiatria Infanzia Adolescenza con 5 ambulatori esterni, 
 - 4 Centri di Psicologia Clinica, 
 - 4 Centri di Consulenza e Terapia Famigliare, 
 - 7 Centri di Tutela Minori,
 - 6 Centri per l'Adolescenza
 - 2 Ambulatori di Psicologia Ospedaliera.

È inoltre attivo una rete di Presidi Ospedalieri di Diagnosi e Cura e Servizi Psichiatrici Ospedalieri Intensivi, da un Sistema di Residenze Sanitarie, Socio Riabilitative e Terapeutico Riabilitative, da posti di Semiresidenza.

Le persone afferenti ai servizi del Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze Patologiche sono state caratterizzate nel modo seguente: 1) persone al primo contatto (persone che si presentano per la prima volta ai CSM), 2) persone in carico (persone che hanno attivo un progetto di cura
[1] con i CSM), 3) persone trattate (persone che nell'arco dell'anno ricevono almeno una prestazione da parte dei professionisti dei CSM).  

 

Settore Salute Mentale Adulti

Il numero dei soggetti trattati presso gli otto CSM nel periodo 2006-2011 mostra un incremento costante nel tempo Il numero di utenti trattati nel 2011 è pari a 11.149, un aumento pari al 1,4% rispetto al 2010.

Nell'anno 2011, nel territorio del Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze Patologiche della Ausl di Modena, mediamente l'1,9 % della popolazione residente è stata trattata presso i C.S.M.; circa l' 0,7% è in primo contatto e circa 1,5% ha un progetto di assistenza condiviso con i servizi.
Considerando i tassi divisi per distretto di residenza degli utenti si registra una discreta eterogeneità; il distretto di Mirandola registra bassi tassi di primi contatto (55,5x10.000), presa in carico (129,0x10.000) e di trattamento (161,4x10.000), mentre nel distretto di Pavullo si registrano alti tassi di primi contatto (101,6x10.000), presa in carico (195,3x10.000) e di trattamento (243,2x10.000).
 

 
Tassi  di trattamento e primo contatto nel DSM-DP di Modena (x10.000 residenti maggiorenni) - Anno 2011
Tassi di trattamento e primo contatto nel DSM-DP di Modena (x10.000 residenti maggiorenni) - Anno 2011

 
Nel calcolo del tasso dei primi contatti non è rilevata l'attività di consulenza effettuate in pronto soccorso e nei reparti ospedalieri svolte dai medici SPDC di Baggiovara e dei medici del servizio consulenze del policlinico. Per gli altri ospedali e pronto soccorso della provincia, le attività di consulenza ricade sugli operatori dei CSM e quindi registrata nel sistema dell'attività territoriale, ad eccezione per quelli del CSM di Sassuolo.
 

Percentuale di primi contatti con invio da parte del Medico di Medicina Generale - Regione E-R - Anno 2011
Percentuale di primi contatti con invio da parte del Medico di Medicina Generale - Regione E-R - Anno 2011

 
Nel corso del 2011, 2.421 utenti al primo contatto con i CSM del DSM-Dp di Modena (pari al 57,6% del totale) ha avuto come canale di accesso quello del Medico di Medicina Generale. In particolare, alta percentuale di invio MMG è registrata nel CSM di Carpi (68,9%), mentre basse proporzioni è registrata nel CSM di Pavullo (42,7%).
 
 
Nel calcolo del tasso di ospedalizzazione nei reparti psichiatrici - DSM - DP di Modena per l'anno 2011 sono state considerate le dimissioni ordinarie effettuate dei reparti psichiatrici delle strutture a gestione diretta e private accreditate dell'Ausl di Modena, escludendo l'effetto provocato dal trasferimento dei reparti SPDC e SPOI.
 
Nei tassi non considerata la mobilità passiva, ovvero i soggetti residenti nel territorio della provincia di Modena ricoverati nelle strutture fuori dalla provincia modenese.
 
Nel periodo 2011, il tasso complessivo di ospedalizzazione in acuto dei residenti nella provincia di Modena è pari a 20,7x10.000.
Confrontando il tasso 2011 con quello relativo al 2010 viene in luce una riduzione del 4,6%. In particolare la riduzione si registra sia per l'ospedalizzazione in SPDC (riduzione del 5,5%) che per l'ospedalizzazione in SPOI (riduzione del 3,6%).
A livello distrettuale, il tasso più elevato si registra per il distretto di Vignola, tasso pari a 25,6x10.000 mentre quello più contenuto si registra per i residenti nel distretto di Mirandola (10,9x10.000).


Tasso di ospedalizzazione x 10.000 residenti nei reparti psichiatrici - DSM-DP di Modena - Anno 2011
Tasso di ospedalizzazione x 10.000 residenti nei reparti psichiatrici - DSM-DP di Modena - Anno 2011

 
Nell'anno 2011, il tasso di ospedalizzazione per Trattamento Sanitario Obbligatorio degli utenti residenti nel territorio della Ausl di Modena è pari a 2,13x10.000 abitanti, valore in linea con il tasso medio regionale (2,18). A livello di distretto sanitario di residenza, il distretto in cui si regista il tasso di ospedalizzazione per TSO più elevato è il distretto di Vignola (4,26x10.000, incremento del 44,9% rispetto al 2010) mentre il distretto in cui il tasso ha il valore più contenuto è quello di Mirandola (0,69x10.000).
 

 

Volumi e tassi di ospedalizzazione per Trattamento Sanitario Obbligatorio - Regione E-R - Anno 2011
Volumi e tassi di ospedalizzazione per Trattamento Sanitario Obbligatorio - Regione E-R - Anno 2011
 

Settore Dipendenze Patologiche

Tassi  di trattamento e primo contatto di utenti con dipendenza da droghe nei Servizi di Tossicodipendenze del DSM-DP di Modena (x10.000 residenti di età 15-54 anni) - Anno 2011

 
 

 
 

Tassi  di trattamento e primo contatto di utenti con dipendenza da alcol nei Servizi di Tossicodipendenze del DSM-DP di Modena (x10.000 residenti di età 15-74 anni) - Anno 2011
 
 
 

 
 

Settore Neuropsichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza

Tassi  di trattamento e primo contatto di utenti nei Centri di Neuropsichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza del DSM-DP di Modena (x10.000 residenti minorenni) - Anno 2011

 

 

Menu di sezione