1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
Ausl Modena - Testata per la stampa
  1. Facebook
  2. Twitter
  3. Linkedin
  4. YouTube

Contenuto della pagina

Partecipazione degli enti locali alla programmazione sanitaria

La centralità del cittadino in quanto titolare del diritto alla salute, espressa a livello individuale e collettivo, è uno dei fondamenti della Legge di riforma regionale 29/2004 del Servizio Sanitario Regionale dell'Emilia Romagna e del Piano Sociale e Sanitario Regionale 2008-2010.

Per dare una risposta ai bisogni sempre più crescenti delle famiglie l'integrazione socio-sanitaria costituisce uno degli ambiti più importanti delle attività dell'Azienda.

In questi anni, gli Enti locali stanno consolidando il loro ruolo nel nuovo sistema di governance regionale tramite la Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria e i Comitati di Distretto, interpretando con sempre maggiore partecipazione la loro responsabilità sulle scelte in materia sanitaria e sociosanitaria.

E' proseguito nel 2011 il lavoro dell'Esecutivo della CTSS e del relativo tavolo tecnico di supporto, composto dai dirigenti delle due Aziende Sanitarie modenesi e dei Comuni Capo Distretto.

L'Esecutivo ha approvato ed esaminato fra gli altri le linee di indirizzo e il riparto per le risorse FRNA per i disabili e gli anziani; i bilanci e i piani programmatici delle aziende sanitarie; i piani programmatici delle aziende di servizi alla persona; le ipotesi di riorganizzazione delle sedi di erogazione dell'offerta sanitaria territoriale nella provincia.

E' stato inoltre approvato all'unanimità dalla Conferenza territoriale sociale e sanitaria il Piano Attuativo Locale (Pal) 2011-2013, il principale strumento di programmazione dei servizi sanitari della provincia di Modena. Quattro i principi-chiave: il potenziamento dell'assistenza e dei servizi forniti sul territorio; la rimodulazione dei ruoli delle strutture ospedaliere; una maggiore integrazione tra i servizi esistenti; la semplificazione organizzativa.

Il Pal è stato approvato dopo un percorso durato quasi un anno e mezzo, durante il quale sono state ascoltate le proposte e i suggerimenti non solo degli "addetti ai lavori" ma anche dei cittadini, in assemblee e incontri pubblici e attraverso questo sito web, dove è consultabile il documento.

Inoltre nel corso del 2011 sono state messe a regime l'organizzazione e le attività del Programma Territoriale della provincia di Modena "Comunicazione e promozione della salute", approvato dall'Ufficio di Presidenza della Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria il 24 marzo del 2010.

 
 

Menu di sezione