1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
Ausl Modena - Testata per la stampa
  1. Facebook
  2. Twitter
  3. Linkedin
  4. YouTube

Contenuto della pagina

Ricerca e formazione per il Governo Clinico

Nel corso del 2011 sono state consolidate e ampliate le attività di sperimentazione e valutazione d'impatto di alcuni specifici percorsi diagnostico terapeutici multidisciplinari e multi professionali. Promuovere l'appropriatezza è principio fondamentale che guida la definizione dei livelli essenziali di assistenza e rappresenta una sfida continua per governare in modo razionale la rapida evoluzione delle conoscenze e delle tecnologie disponibili in campo medico-assistenziale. Sviluppare e sostenere strumenti coerenti, quali la sperimentazione di percorsi clinico-assistenziali integrati, e svolgere attività di audit strutturato, sono elementi qualificanti per le politiche di ricerca e innovazione della nostra azienda sanitaria.

Nel corso del 2011, sono proseguite le attività di implementazione e sviluppo del progetto "La Risonanza Magnetica in Provincia di Modena: strutture in rete per l'eccellenza delle prestazioni offerte ai cittadini".
Il progetto si prefigge di migliorare l'appropriatezza della richiesta, dell'esecuzione e della refertazione delle prestazioni di
Risonanza Magnetica e prevede il forte coinvolgimento anche delle strutture private accreditate che eseguono l'esame in provincia di Modena, allo scopo di diminuire i tempi d'attesa per l'esecuzione della prestazione e limitare l'uso della mobilità passiva.

E' proseguita l'attività di audit periodico su esecuzione e refertazione delle prestazioni, grazie al supporto del gruppo di lavoro di cui fanno parte radiologi delle diverse strutture sanitarie, sia pubbliche che private accreditate della provincia di Modena. Sono state rese coerenti rispetto alle evidenze di letteratura le note informative per il paziente avviando, inoltre, un percorso di selezione e presa in carico dei pazienti claustrofobici.

Sono terminate le attività connesse al progetto finanziato con le risorse regionali messe a disposizione con il bando di Modernizzazione del 2008 ("Il percorso integrato di gestione dei pazienti con Gammopatia Monoclonale nella provincia di modena (MGUS)"), che prevedeva l'introduzione di un nuovo percorso diagnostico per consentire al MMG di classificare il livello di rischio del paziente di sviluppare una malattia linfo-proliferativa, utilizzando una specifica scheda di valutazione, e dando seguito ad un programma di follow up definito da una specifica flow chart.

I principali obiettivi del progetto sono:
- sperimentare un modello organizzativo presso gli ambulatori di medicina generale volto all'ottimizzazione della diagnosi e del follow up delle Gammopatie Monoclonali attraverso i parametri proposti nella specifica flow-chart;
- costituire una banca dati per il monitoraggio nel tempo della coorte dinamica dei portatori di Gammopatie Monoclonali della provincia di Modena;
- valutare l'impatto, sul volume di attività considerato standard del laboratorio centralizzato BLU dell'Ausl di Modena, dei volumi di attività aggiuntivi correlati a specifiche indagini utili a identificare i fattori di rischio di progressione;
- migliorare l'appropriatezza prescrittiva delle visite ematologiche dei pazienti con Gammopatia Monoclonale, in relazione ai differenti livelli di rischio identificati.

Conclusa la fase di implementazione del percorso diagnostico e della formazione dei professionisti,  il 2012 sarà avviata la valutazione d'impatto del percorso su tutto l'ambito provinciale.
È stato avviato il progetto di ricerca finanziato dal bando AIFA denominato "Antibiotici: soluzione o problema? Campagna di comunicazione per promuoverne il corretto utilizzo".

Il progetto è coordinato dal Ceveas in collaborazione con le Aziende USL di Modena e Parma, l'Agenzia Sanitaria Regionale dell'Emilia-Romagna e l'Istituto Change di Torino. Nel corso del progetto, è stata realizzata una ricerca per conoscere le cause che conducono a un uso inappropriato di questa classe farmaceutica. Il progetto ha coinvolto tutti i MMG e Pls della Provincia di Modena, insieme ai farmacisti, ed ha previsto la diffusione di una serie di strumenti di comunicazione cartacea, di interventi di formazione e il coinvolgimento dei mass-media locali. La valutazione d'impatto si concluderà nel corso del 2012.
È continuato il complesso percorso di implementazione delle attività collegate al progetto di ricerca sperimentale denominato "Sviluppo, attivazione e verifica di un modello di gestione del follow-up condotto dal MMG in donne con tumore della mammella diagnosticato in fase precoce e curato radicalmente".
Il progetto prevede lo svolgimento di un trial randomizzato, finanziato con fondi ministeriali, mentre l'analisi di fattibilità, di impatto organizzativo e di adesione da parte delle pazienti e dei medici, nonché di soddisfazione delle pazienti è finanziata con fondi del bando regionale di modernizzazione dell'anno 2009.
I risultati attesi sono quindi:
- Evidenze sulla fattibilità del programma di follow up gestito dai MMG derivate dal monitoraggio dei casi trattati nel contesto dell'RCT; valutazioni sul tasso di adesione delle pazienti e degli operatori; valutazione della percezione della qualità di vita correlata alla salute e livello di soddisfazione delle pazienti e dei medici.
- Sviluppo di un modello organizzativo di gestione del follow up gestito dai MMG, trasferibile nei contesti regionali (accordi con le categorie professionali coinvolte; modalità di visite e valutazione degli esiti delle indagini diagnostiche; protocolli, modulistica, gestione appuntamenti..)
- Riduzione della variabilità tra medici, centri specialistici e aziende sanitarie
- Modelli formativi collaudati per lo sviluppo delle competenze dei MMG
- Pacchetti informativi, modalità comunicative, percorsi educativo/motivazionali per le pazienti e strategie di coinvolgimento delle Associazioni.

Il progetto, particolarmente complesso ma di grande rilevanza in termini di innovazione organizzativa, è già stato avviato nell'AUSL di Reggio-Emilia e sarà avviato anche nella nostra realtà aziendale nel corso del 2012.

Menu di sezione