Home

Condividi

In tutta la provincia di Modena, dal 19 al 26 ottobre, la seconda edizione di Màt, la settimana della salute mentale

Presentato il programma in occasione della giornata Mondiale della Salute mentale. Sette giorni di dibattiti, conferenze, spettacoli e mostre in tutta la provincia. Il direttore Fabrizio Starace per l'occasione ha esposto anche un sintetico bilancio dell'attività svolta dal Dipartimento nell'anno 2011

Dibattiti, conferenze, eventi artistici e culturali aperti a tutta la cittadinanza: dal 19 al 26 ottobre  "la Salute mentale non sarà solo 'roba' da matti" ma un tema che 'colorerà e arricchirà di spunti di riflessione la nostra provincia, coinvolgendo centinaia di persone, nella seconda edizione di "Màt", la settimana dedicata al mondo della Salute Mentale organizzata dall'Azienda Usl di Modena.
 

Màt 2012

 Un calendario ricco di eventi, quest'anno sono più di 40, pensato per far conoscere più da vicino il mondo che si cela dietro la definizione di 'Salute Mentale'. Con l'obiettivo di far comprendere ai cittadini come opera il servizio sanitario locale e superare un 'pregiudizio' diffuso rispetto a questo tema. "Salute mentale significa prima di tutto essere accettati, inclusi, riconosciuti dalla propria comunità. E i servizi socio-sanitari, per rispettare il patto che lega cittadini e amministrazioni, devono definire un'identità unitaria, che valorizzi l'ascolto, l'integrazione e il dibattito" afferma Fabrizio Starace, Direttore del Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze Patologiche.

"Una società moderna deve saper includere e sostenere le persone che hanno fragilità e patologie in ambito comportamentale, psicologico o psichiatrico", commenta Francesca Maletti, assessore alle Politiche sociali, sanitarie e abitative del Comune. "Modena è impegnata, insieme ai Centri per la salute mentale (CSM), in 398 progetti rivolti ad adulti con disagio psichico che, oltre al sostegno assistenziale, prevedono anche soluzioni abitative come posti in residenze, alloggi, sostegni economici all'affitto, inserimenti in famiglia - con il progetto Iesa - oppure inserimenti lavorativi, che nei primi otto mesi del 2012 sono stati 73".

 
da sinistra Relandini, Pedrazzini, Starace, Maletti, Barbieri

Màt ha preso il via, quest'anno, venerdì 19 ottobre all'Auditorium "Marco Biagi" di Modena, con una lezione magistrale del professor Michele Tansella, esperto dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) per la Salute Mentale, sulle strategie di promozione della Salute Mentale in una comunità attraversata da cambiamenti sociali e demografici.
Non mancherà una giornata di riflessione sulle "Reazioni psicologiche al sisma", tema di drammatica attualità, in programma per lunedì 22, con Massimo Casacchia e Rita Roncone, coinvolti in prima persona dal sisma che ha colpito l'Aquila. Numerosi altri eventi arricchiranno la settimana, che vedrà la partecipazione di membri del movimento nazionale "Le parole ritrovate", della Consulta Regionale e del Coordinamento Nazionale degli Utenti della Salute Mentale.
 

Le tematiche dell'infanzia e dell'adolescenza saranno oggetto di attenzione del Convegno Regionale SINPIA (Società di NeuroPsichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza) e SIP (Società Italiana di Psichiatria), giovedì 25 ottobre, che per la prima volta vedrà la partecipazione di docenti e studenti delle scuole superiori modenesi oltre a varie realtà associative di famigliari, accanto ai massimi esperti clinici e scientifici italiani.
Al programma di appuntamenti scientifici, si affiancherà un lungo cartellone di iniziative che prevede spettacoli, concerti, performance teatrali e mostre.

 
 

Link

 

Materiali

 
 
Ultimo aggiornamento: 03 Luglio 2018