Piani di rimozione amianto

Bonifica di materiali contenenti amianto: procedure operative

Riferimento Decreto Legislativo 81/08, art. 256

ll Servizio prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro riceve e valuta tutti i piani per la rimozione di materiali contenenti amianto e le notifiche per gli altri interventi di bonifica senza rimozioni, fermo restando la possibilità di richiedere eventuali integrazioni.
Inoltre, effettua vigilanza nei cantieri in cui si effettua la rimozione di amianto compatto e friabile, e rilascio certificazioni per la restituibilità degli ambienti sottoposti a bonifica da amianto friabile.

Come presentare il piano di lavoro per la rimozione dell’amianto

L’impresa che rimuove materiale contenente amianto da edifici, strutture, apparecchi, impianti e mezzi di trasporto, deve inviare il piano di lavoro almeno 30 giorni prima dell’inizio dei lavori al Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro tramite PEC, scrivendo all’indirizzo dsp@pec.ausl.mo.it

Nel caso non sia possibile rispettare la data presunta id inizio lavori l’impresa esecutrice, 48 ore prima dell’inizio effettivo dei lavori, deve inviare il modulo per la comunicazione di inizio lavori al Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro tramite PEC all’indirizzo dsp@pec.ausl.mo.it

L’impresa, nel più breve tempo possibile, deve anche inoltrare il modello per la trasmissione della copia del formulario di identificazione per il trasporto dei rifiuti all’impianto di smaltimento tramite PEC all’indirizzo dsp@pec.ausl.mo.it

Piano di lavoro standard per interventi di rimozione di materiali in cemento amianto

Al momento della stipula del contratto d’appalto con l’Ente gestore delle reti e comunque all’inizio di ogni anno solare di durata del contratto, l’impresa appaltatrice deve inviare allo SPSAL il modello di piano di lavoro standard, scrivendo all’indirizzo di Posta Elettronica Certificata dsp@pec.ausl.mo.it

Nel caso l’intervento sia programmato con sole 48 ore di anticipo (casi di emergenza) è necessario trasmettere al Servizio di Prevenzione e Sicurezza in Ambienti di Lavoro il modulo per la comunicazione di inizio lavori programmati/emergenza tramite Posta Elettronica Certificata scrivendo all’indirizzo dsp@pec.ausl.mo.it.

Nel più breve tempo possibile, l’impresa deve anche inoltrare il modello per la trasmissione della copia del formulario di identificazione per il trasporto dei rifiuti all’impianto di smaltimento. La trasmissione del modulo al Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro competente per territori, deve avvenire esclusivamente tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) scrivendo all’indirizzo dsp@pec.ausl.mo.it

Notifica di inizio lavori rimozione amianto

Prima dell’inizio dei lavori, le imprese che effettuano lavori di:
– manutenzione di impianti e strutture senza rimozione di amianto
– lavori di lattoneria su coperture in eternit
– incapsulamento senza lavaggio preliminare e confinamento di materiali contenenti amianto
– trattamento e smaltimento di materiale contenente amianto
– lavorazioni negli impianti di stoccaggio rifiuti
– piccoli lavori manutentivi su acquedotti
devono inviare il modulo di notifica di inizio lavori rimozione amianto esclusivamente per PEC all’indirizzo dsp@pec.ausl.mo.it

Relazione annuale ex art. 9 L. 257/92

Le imprese che effettuano lavori di smaltimento e/o bonifica di materiali contenenti amianto devono inviare annualmente – sia al Servizio Prevenzione e Sicurezza in Ambienti di Lavoro che alla Regione Emilia-Romagna – la relazione annuale prevista dall’art. 9 della Legge 257/92.
La compilazione, da effettuarsi entro il 28 febbraio di ogni anno con i dati relativi alle lavorazioni svolte nell’anno solare precedente, deve avvenire collegandosi al Portale Regionale Progetto SIRSA.

Piano di rimozione amianto per piccole demolizioni domestiche di privati cittadini

Tutte le informazioni relative alle rimozioni di piccole quantità di materiale contenente amianto in matrice compatta da parte di privati cittadini sono disponibili alla pagina dedicata

Valutazione dello stato di conservazione delle lastre di copertura in cemento-amianto

I proprietari degli immobili con coperture in lastre di cemento-amianto possono compilare il modello della valutazione del rischio previsto dal D.M. 06/09/94 predisposto dalla Regione Emilia-Romagna.

Il documento è da tenere a disposizione degli Enti competenti in materia di vigilanza.

Tariffa restituzione ambienti bonificati da amianto: Euro 73,00

‘Questa pagina ti è stata utile? Hai trovato le informazioni che cercavi?

Grazie per il feedback!

feedback
Seleziona un'opzione
Commento
Compila questo campo