Home
  • CORONAVIRUS
  • Misure di sicurezza per l'accesso alle strutture sanitarie

Misure di sicurezza per l'accesso alle strutture sanitarie per accompagnatori e visitatori

Ripristinato l’accesso libero alle strutture ospedaliere da parte di visitatori e accompagnatori, abrogato l’obbligo della certificazione verde, rimodulati gli screening e gli isolamenti.

 

Utilizzo delle mascherine

L’Azienda USL di Modena ha recepito le indicazioni Ministeriali e Regionali in merito all’utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie.
Di seguito si forniscono indicazioni aggiornate tenendo in massima considerazione le situazioni di fragilità presenti all'interno delle strutture sanitarie in relazione all'attuale scenario della pandemia da COVID-19.

UTENTI
È obbligatorio indossare la mascherina chirurgica nelle sale d'attesa e in tutti i contesti assistenziali. Si precisa che non sussiste l'obbligo di indossare il dispositivo di protezione delle vie respiratorie per:
- i bambini di età inferiore ai sei anni;
- le persone con patologie o disabilità incompatibili con l'uso della mascherina, nonché le persone che devono comunicare con una persona con disabilità in modo da non poter fare uso del dispositivo.

VISITATORI E ACCOMPAGNATORI
È obbligatorio indossare la mascherina chirurgica in tutti i contesti assistenziali incluse le sale di attesa.  

OPERATORI

- È obbligatorio indossare la mascherina chirurgica in tutti i contesti assistenziali sanitari: reparti con degenza ordinaria e diurna (Day Hospital), Hospice, OsCo, ambulatori e assistenza domiciliare (sono inclusi gli spazi comuni e le sale d'attesa).
- E' obbligatorio indossare il facciale filtrante FFP2 presso Pronto Soccorso,118.
- È obbligatorio indossare il facciale filtrante FFP2 per l'assistenza dei pazienti con sospetta o accertata infezione da SARS-CoV-2.
- Si ricorda, inoltre, che l'utilizzo del facciale filtrante, almeno FFP2 o FFP3 sulla base della valutazione del rischio, è sempre obbligatorio:
a) durante le procedure che generano aerosol
b) durante l'assistenza a pazienti con sospetta o accertata infezione da microrganismi trasmissibili per via aerea.”  

 
 
Ultimo aggiornamento: 05 Dicembre 2023