Home

Esenzione dal pagamento del ticket per prima visita per nuclei familiari con almeno due figli a carico (codice esenzione FA2)

Dal 1 gennaio 2019 tutti i residenti in Emilia-Romagna appartenenti a nuclei fiscali con almeno 2 figli a carico, limitatamente ai genitori ed ai figli, sono esentati dal pagamento del ticket per la prima visita specialistica (23 €).

L’esenzione spetta al genitore, al coniuge e ai figli a carico solo se residenti in Emilia-Romagna.
Ai nuclei familiari che hanno diritto a questa esenzione, presenti sull'Anagrafe Regionale degli Assistiti, viene attribuito in automatico un codice di esenzione (FA2) sulla base delle informazioni presenti sulle dichiarazioni dei redditi rese disponibili dall’Agenzia delle Entrate.
É possibile verificare la presenza del codice di esenzione accedendo al proprio Fascicolo Sanitario Elettronico (sezione “Profilo - Dati personali”), oppure tramite gli uffici competenti dell'Ausl di assistenza.

 

I cittadini residenti e assistiti da un Medico di medicina generale in provincia di Modena che ritengono di avere diritto all’esenzione per una modifica del nucleo familiare fiscale, rispetto a quanto risulta nel sistema, possono rilasciare una dichiarazione che attesti la composizione del nucleo familiare fiscale compilando il modulo disponibile alla pagina dedicata.

In questo caso verrà assegnata l’esenzione a tutti i componenti del nucleo, come prima specificato, a partire dalla data di presentazione della dichiarazione.
Sulla base del certificato di esenzione rilasciato dall'Ausl, il medico che prescrive visite ed esami specialistici, farmaci di fascia A, interventi di chirurgia ambulatoriale, indica il diritto all’esenzione sulla ricetta di prescrizione.
L’esenzione ha una validità annuale dal 1° Aprile al  31 marzo dell’anno successivo a quello del rilascio e ogni anno viene rinnovata.

 
ATTENZIONE! 
Dal 1 gennaio 2022 le autocertificazioni per esenzione FA2 possono essere presentate solo tramite Fascicolo Sanitario Elettronico.
E' quindi importante attivare le credenziali SPID per accedere al proprio Fascicolo prima di presentare l’autocertificazione.
Chi non è ancora in possesso delle credenziali SPID può presentare una sola autocertificazione presso gli uffici dedicati e attivare contestualmente le credenziali. 
 

Qualora cambiassero le condizioni di reddito nel corso dell’anno e si perdesse il diritto all’esenzione, il cittadino deve comunicarlo tempestivamente alla propria Ausl presentando l'apposito modulo

Nel caso emergesse una non conformità a seguito del controllo dell’autocertificazione da parte di Agenzia delle Entrate e Ausl, sul proprio Fascicolo Sanitario Elettronico il cittadino riceverà una comunicazione che indica eventuali ticket da pagare all'Ausl.

L’autocertificazione di dati non veritieri è perseguibile penalmente in base all’art 76 del DPR 445/2000.
Se sono stati dichiarati dati non veri, anche a distanza di anni, la persona dovrà versare tutti gli eventuali ticket indebitamente non pagati per prestazioni sanitarie di cui ha usufruito.

In caso di dubbi sulla propria situazione di reddito è possibile rivolgersi all’Agenzia delle Entrate, ad un Patronato, al CAAF o ad altro soggetto che offre assistenza fiscale.
Nel caso di dubbi o necessità di chiarimenti rispetto alla compilazione dell'autocertificazione è possibile rivolgersi all'Ufficio Relazioni con il Pubblico dell'Ausl di Modena, territorialmente competente.

Ultimo aggiornamento: 10 Gennaio 2022