Home
  • Newsletter n. 27 - Campagna vaccinale 2019 contro Herpes Zoster
Immagine della testata della newsletter epidemiologica Modena in Salute del Dipartimento di Sanità Pubblica dell'Azienda USL di Modena

Newsletter epidemiologica n. 27 - DSP Ausl di Modena - Novembre

Questo numero Modena In Salute è stato realizzato in collaborazione con il Servizio Igiene Pubblica dell'Azienda USL di Modena.

La newsletter contiene grafici e tabelle che potrebbero non essere correttamente visualizzati se il programma di posta elettronica non carica le immagini. In questo caso, si consiglia di consultare la versione online.
Possono essere inoltre consultate tutte le edizioni precedenti della newsletter Modena In Salute.

Campagna vaccinale 2019 contro Zoster

Immagine di un uomo con Herpes Zoster

L'Herpes Zoster, comunemente noto come il Fuoco di Sant'Antonio è una patologia molto dolorosa, fortemente debilitante, che si prolunga per molto tempo.

Per tale motivo l'offerta attiva della vaccinazione gratuita è prevista dal recente aggiornamento dei LEA (Livelli Essenziali di Assistenza), cioè dal documento dello Stato che elenca tutte le prestazioni, anche in ambito di prevenzione vaccinale, cui hanno diritto gli assistiti dal Servizio Sanitario Nazionale.


 

Anche se non tutti i casi di patologie da virus Herpes Zoster sono notificati, si stima che nella provincia di Modena si verifichino circa 2.000 nuovi casi, dei quali almeno 400 caratterizzanti da neuropatia post-erpetica.
In Emilia-Romagna sono stimati circa 12.500  nuovi casi  di Zoster e 2.500 di neuropatia post-erpetica.

La Regione Emilia-Romagna già dallo scorso anno ha dato avvio a specifiche campagne vaccinali con la finalità di ridurre il rischio, più elevato dopo i 65 anni (o già dai 50 anni di età in portatori di alcune patologie croniche) di manifestazioni neurologiche da virus della Varicella Zoster (fuoco di Sant'Antonio). La vaccinazione viene effettuata dal Servizio di Igiene Pubblica secondo due modalità:

  • per coloro che nel corso del 2019 hanno 65 anni (nati nel 1954) sono stati predisposti, fino al dicembre dell'anno in corso, ambulatori espressamente dedicati. Ai sessantacinquenni residenti o domiciliati in provincia di Modena nel mese di marzo è stata inviata una lettera-invito con la quale, oltre che informare l'interessato del diritto alla vaccinazione gratuita, indicava la modalità di accesso alla prestazione: mediante prenotazione o riportando per ciascun distretto date e orari di libero accesso agli ambulatori vaccinali
  • per le persone di età uguale o superiore ai 50 anni e già affetti da alcune patologie croniche quali il diabete mellito, patologie cardio-vascolari (esclusa l'ipertensione arteriosa), broncopneumopatia cronica ostruttiva o qualora abbiano in programma terapie immunosoppressive, la vaccinazione gratuita viene effettuata prenotando la prestazione nei consueti ambulatori vaccinali tramite Cup, farmacie, numero verde

per i nati dal 1952 che non si fossero ancora vaccinati, permane il diritto alla prestazione gratuita

Il vaccino è ben tollerato ed è l'unico strumento a disposizione per prevenire questa malattia o quantomeno per ridurre fortemente il rischio delle relative manifestazioni neurologiche.

Non sono previste incompatibilità della vaccinazione contro l'Herpes Zoster con quelle contro influenza o del pneumococco: la sua somministrazione può pertanto avvenire anche a breve distanza di tempo dopo tali vaccinazioni e può quindi  effettuarsi anche durante la compagna vaccinale antinfluenzale.




 
Ultimo aggiornamento: 14 Novembre 2019