Home
  • Newsletter n° 33
Logo Newsletter
Newsletter n° 33 - SPSAL AUSL Modena - Luglio 2020
 

La newsletter contiene immagini e link che il programma di posta elettronica potrebbe non visualizzare correttamente.
In questo caso, si consiglia di consultare la versione online dove possono essere inoltre consultate tutte le edizioni precedenti della newsletter Modena Prevenzione & Sicurezza.

 

INIZIATIVE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA NEL SALONE DELLA SALUTE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO - AMBIENTE LAVORO 2020

PROGRAMMI PRELIMINARI DEI CONVEGNI DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA IN AMBIENTE LAVORO 2020

A Bologna, nei giorni 1, 2, 3 dicembre 2020, si terrà il XX Salone della Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro presso il Quartiere Fieristico di Bologna, principale manifestazione italiana in materia. Il salone ospiterà, tra le altre iniziative:

Tre convegni organizzati dalla Azienda Unità Sanitaria Locale (Ausl) di Modena per la Regione Emilia-Romagna, in collaborazione con l'Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (Inail)
 
Scaletta dei Convegni NAZIONALI RER-Inail-Ausl di Modena:

  • 1 Dicembre 2020 ore 9.00-13.30 - ASL_INCONTRI  Il rischio da SARS-CoV-2 in azienda: prevenzione, contenimento e collaborazione con l’Autorità Sanitaria
  • 2 Dicembre 2020 ore 9.00-13.30 - CLP_REACH_2020 – COVID – Rischio chimico nei luoghi di vita e di lavoro – Etichettatura, Scheda di Dati di Sicurezza e Notifica, Detergenti, Presidi Medico-Chirurgici, Biocidi e Tecnologie di sanificazione nei luoghi di lavoro
  • 3  Dicembre 2020 ore 9.00-13.30 - dBA2020 – COVID – La gestione del microclima nei luoghi di lavoro in presenza di una emergenza epidemica – Rischio fisico nei luoghi di lavoro
 

CONVEGNO NAZIONALE

ASL_INCONTRI

Il rischio da SARS-CoV-2 in azienda: prevenzione, contenimento e collaborazione con l’Autorità Sanitaria

Bologna – Martedì 1 Dicembre 2020 ore 9.00-13.30, nell'ambito di AMBIENTE-LAVORO 2020 - Quartiere Fieristico di Bologna
Con i DPCM dell’11 marzo 2020 e del 22 marzo, concernenti ulteriori disposizioni attuative del Decreto-Legge 23 febbraio 2020, n. 6, recanti misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale, è stata decretata la sospensione di molteplici attività, con l’esclusione di quelle dei servizi di pubblica utilità e dei servizi essenziali. Il 4 maggio, con l’inizio della fase 2 e dopo quasi due mesi di confinamento per 4,4 milioni di italiani, si sono riaperte le porte di fabbriche, laboratori e uffici che hanno ripreso la loro attività lavorativa dopo la sospensione decisa dal governo per cercare di contenere la diffusione del coronavirus. Fondamentale però è una ripresa delle attività che rispettino le misure di sicurezza finalizzate al contrasto e al contenimento della diffusione del virus COVID-19 nei luoghi di lavoro.
A tal fine, su proposta del governo, il 14 marzo 2020 è stato firmato un “Protocollo condiviso nazionale di regolamentazione”. integrato il 24 aprile successivo che ha rappresentato il modello su cui sono stati predisposti anche i protocolli per tutti gli altri settori di attività e che sono confluiti nelle “Linee Guida per la riapertura delle attività economiche, produttive e ricreative della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome” allegate agli ultimi DPCM.
L’iniziativa, partendo da indicazioni nazionali per le riaperture, contenute in modo particolare “Documento tecnico sulla possibile rimodulazione delle misure di contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nei luoghi di lavoro e strategie di prevenzione” dell’INAIL che ha guidato la gradualità  della ripresa, mira ad approfondire alcuni temi su cui la Regione Emilia-Romagna si è confrontata direttamente quali l’evidenza di una rilevante trasmissione della malattia COVID-19 nell’ambito degli impianti di macellazione e sezionamento delle carni nonché del settore della logistica a proposito dei quali la Regione ha emesso una specifica Ordinanza di cui saranno presentati i risultati, il problema dell’ingresso in Italia per lavoro di persone che frequentemente  non osservano il periodo di quarantena, la tutela dei lavoratori fragili, temi affrontati nell’ambito del Comitato di Coordinamento ex art.7 del D. Lgs. 81/08. Saranno, inoltre, presentati uno specifico Accordo tra le parti sociali artigiane, OPRA Emilia-Romagna, EBER e la Regione Emilia-Romagna per il contrasto e il contenimento del virus COVID-19 nei luoghi di lavoro artigiani e l’importante attività di assistenza e controllo svolta dai Servizi di Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro nei confronti del tessuto produttivo regionale. Sarà, inoltre, dedicata una sessione all’ambito sanitario, al lavoro di condivisione e accompagnamento svolte da un gruppo di lavoro regionale sui Dispositivi di Protezione Individuale e all’indagine epidemiologica sugli operatori sanitari risultati positivi al test diagnostico per SARS-CoV-2 svolta dall’Istituto Superiore di Sanità.

È possibile inviare contributi tecnico-scientifici relativi alla materia oggetto del Convegno entro il 15 settembre 2020. Per informazioni e proposte di relazioni inviare la proprio corrispondenza alla Segreteria Scientifica: Luca Zappi (l.zappi-ext@ausl.mo.it) esplicitando:

  • Titolo del lavoro;
  • Nomi e Cognomi degli Autori e relativi Enti/Aziende di appartenenza;
  • Nominativo, indirizzo, telefono fisso, cellulare, fax e e-mail dell'Autore di riferimento;
  • Articolo originale di circa 10 pagine (Carattere Times New Roman, corpo 11, normale, maiuscolo/minuscolo margini pagina 12 cm x 6 cm).
 

CONVEGNO NAZIONALE

CLP_REACH_2020 - COVID

Etichettatura, Scheda di Dati di Sicurezza e Notifica, Detergenti, Presidi Medico-Chirurgici, Biocidi e Tecnologie di sanificazione nei luoghi di lavoro

Bologna – Mercoledì 2 Dicembre 2020 ore 9.00-13.30, nell'ambito di AMBIENTE-LAVORO 2020 - Quartiere Fieristico di Bologna

A seguito della pubblicazione dei Rapporti ISS COVID-19 n.19/2020 e n.25/2020, sulla base dell’attività di assistenza e controllo svolta dalle Regioni nel periodo di emergenza sanitaria ed in considerazione degli effetti della Delibera del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020 in cui è stato dichiarato lo stato di emergenza in conseguenza del rischio connesso all’insorgere di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili il Convegno ha l’obiettivo di fornire alle Imprese e a tutti gli attori della prevenzione coinvolti nel processo di miglioramento delle conoscenze in materia di attuazione dei Regolamenti CLP, REACH, BIOCIDI, DETERGENTI e di tutte le Normative verticali che è necessario conoscere per soddisfare alle esigente di tutela dei lavoratori e degli astanti nell’ambito dell’emergenza sanitaria causata dalla SARS-Cov-2.
Tra i numerosi effetti e cambiamenti che la pandemia COVID-19 ha provocato sul mercato, uno di ampia portata è stato l'incremento del numero di prodotti chimici impiegati per le mani e per le superfici.
Recentemente la Commissione Europea ed ECHA hanno confermato che è aumentato il numero di prodotti chimici impiegati per la sanificazione e, fra questi, quelli disinfettanti rappresentano quelli più illegittimamente presenti sul mercato, perché non conformi alle normative di settore. Su segnalazione di numerose Autorità nazionali sulla base della loro attività ispettiva, compresi i controlli delle vendite online, si è cercato di contrastare la commercializzazione di prodotti inefficaci oppure privi del necessario iter regolatorio. Le azioni del controllo condotte anche in Italia hanno previsto diffide, sanzioni e ritiri dei prodotti dal mercato, facendo emergere un quadro complesso, ingannevole per il consumatore, problematico per le imprese, inefficace per la salute nel bloccare la diffusione del virus.

È possibile inviare contributi tecnico-scientifici relativi alla materia oggetto del Convegno entro il 15 settembre 2020. Per informazioni e proposte di relazioni inviare la propria corrispondenza alla Segreteria Scientifica: reach2020@ausl.mo.it, esplicitando:

  • Titolo del lavoro;
  • Nomi e Cognomi degli Autori e relativi Enti/Aziende di appartenenza;
  • Nominativo, indirizzo, telefono fisso, cellulare, fax e e-mail dell'Autore di riferimento;
  • Articolo originale di circa 10 pagine (Carattere Times New Roman, corpo 11, normale, maiuscolo/minuscolo margini pagina 12 cm x 6 cm).
 

CONVEGNO NAZIONALE

dBA2020 – COVID

La gestione del microclima nei luoghi di lavoro in presenza di una emergenza epidemica

Bologna – Giovedì 3 dicembre 2020 ore 9,00 - 13.30 nell'ambito di AMBIENTE - LAVORO 2020 - Quartiere Fieristico di Bologna

La pandemia di Coronavirus - COVID-19 ha naturalmente coinvolto anche i luoghi di lavoro, evidenziando aspetti critici tra i quali la necessità di gestire ed utilizzare gli impianti di climatizzazione, sia estiva che invernale, per prevenire e limitare il rischio di diffusione di SARS-CoV2-19, i rischi da ROA derivanti dall’utilizzo di lampade germicide a UV, nonché il disconfort termico conseguente all’utilizzo prolungato di mascherine chirurgiche e filtranti facciali durante l’attività lavorativa. Il Convegno ha l’obiettivo di fornire alle Imprese e a tutti gli attori della prevenzione le evidenze scientifiche e le migliori prassi oggi disponibili relativamente alla riduzione del rischio di propagazione per via area (aerosol) del SARS-CoV2-19 tramite un impiego corretto degli impianti di climatizzazione ambientale e di ventilazione, delle lampade germicide a UV e dei DPI per le vie respiratorie.

È possibile inviare contributi tecnico-scientifici relativi alla materia oggetto del Convegno entro il 15 settembre 2020. Per informazioni e proposte di relazioni inviare la propria corrispondenza alla Segreteria Scientifica: dba2020@ausl.mo.it, esplicitando:

  • Titolo del lavoro;
  • Nomi e Cognomi degli Autori e relativi Enti/Aziende di appartenenza;
  • Nominativo, indirizzo, telefono fisso, cellulare, fax e e-mail dell'Autore di riferimento;
  • Articolo originale di circa 10 pagine (Carattere Times New Roman, corpo 11, normale, maiuscolo/minuscolo margini pagina 12 cm x 6 cm).
 
  1. 1. Call for papers - Informazione per la presentazione di relazioni ed articoli da pubblicare.
  2. 2. INFO sulla BIBLIOTECA di REACH, RisCh, dBA e SICUREZZA.

Informazione per la presentazione di relazioni ed articoli da pubblicare

I Convegni della Regione Emilia-Romagna, INAIL ed Azienda USL di Modena si rivolgono principalmente alle imprese, ai consulenti privati e ai tecnici pubblici che si occupano di valutazione del rischio ed igiene industriale, ai medici competenti, ai responsabili e agli addetti dei servizi di prevenzione e protezione aziendali e agli Organi di controllo.

I Convegni hanno l'obiettivo prioritario di fare comprendere l'importanza che riveste l'applicazione delle Normative europee e la loro corretta integrazione nell'ambito delle Normative nazionali relativamente alla salute e alla sicurezza nei luoghi di vita e di lavoro soprattutto nel contesto di emergenza sanitaria che stiamo vivendo.

Per ogni Convegno Nazionale è possibile inviare contributi tecnico-scientifici relativi alla materia trattata entro il 15 settembre 2020, dopo avere contattato con la Segreteria del Convegno interessata. Per informazioni sulle proposte di relazioni da inviare è pertanto necessario contattare le rispettive Segreterie Scientifiche richiamate nella presente Newsletter scrivendo all’email ivi indicata.

Logo Ambiente Lavoro


 
 

INFO sulla BIBLIOTECA di REACH, RisCh e dBA

Sono stati pubblicati on-line i Libri in formato pdf delle iniziative nazionali ed internazionali su REACH, CLP,  Rischio chimico e fisico nei luoghi di lavoro organizzate dalla Regione Emilia-Romagna negli ultimi 12 anni.

 
Per il Salone della Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro Ambiente Lavoro 2020 e tutte le iniziative collegate, continua
 

La informiamo, ai sensi del D.Lgs. 196/03, che il trattamento dei suoi dati è finalizzato unicamente alle comunicazioni di cui sopra e che il suo indirizzo non sarà trasferito ad alcun soggetto esterno a questo Dipartimento. Il Responsabile del trattamento dei Suoi dati personali per l'Azienda USL di Modena è la Direzione Amministrativa del Dipartimento di Sanità Pubblica della AUSL Modena, Strada Martiniana 21, 41026 Baggiovara di Modena (MO). In relazione al trattamento dei dati personali, lei potrà direttamente, in ogni momento, esercitare i diritti di cui all'art. 7 (come, ad esempio, l'aggiornamento, l'integrazione, la rettifica, la cancellazione dei dati, ecc.), scrivendo a: Azienda USL di Modena - Dipartimento di Sanità Pubblica Segreteria della Direzione Amministrativa Strada Martiniana 21, 41026 Baggiovara di Modena (MO) o alla casella di posta elettronica: comunicazionedsp@ausl.mo.it

Qualora non desiderasse ricevere questa newsletter la invitiamo a rispondere a questa mail scrivendo "Modena Prevenzione & Sicurezza" nel testo a: comunicazionedsp@ausl.mo.it

Ultimo aggiornamento: 24 Luglio 2020