Rientro in Italia degli assistenti familiari

Come segnalare il proprio rientro all'Ausl di Modena

Gli assistenti familiari che rientrano sul territorio della provincia di Modena da Stati inclusi negli elenco D ed E (vedi elenchi sul sito del Ministero degli Affari Esteri), oppure che rientrano da Stati inclusi nell'elenco C senza aver effettuato un tampone nelle 48 ore prima del rientro, devono segnalare il proprio rientro al Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Azienda Usl di Modena, compilando l'apposita piattaforma online collegandosi alla form regionale 

Solo se non si ha la possibilità di compilare il modulo online, telefonare al numero 059 3963663 dal lunedì al sabato dalle ore 8.00 alle 20.00.



Le segnalazioni di rientro ed eventuali procedure di sorveglianza verranno gestite secondo le disposizioni di legge attuali, in base al Paese di provenienza. 

 

Per maggiori informazioni sull’obbligo di comunicazione, sui comportamenti da adottare e sulle relative eccezioni, consultare le informazioni pubblicate sul portale Salute della Regione Emilia-Romagna oppure sul sito del Ministero degli Esteri

 

L’isolamento domiciliare

Solo se il domicilio della persona accudita ha caratteristiche tali da garantire un corretto isolamento, l'assistente familiare può trascorrere qui il periodo di isolamento, rispettando tutte le regole legate al protocollo di sicurezza consegnato (distanziamento, mascherina, guanti, misurazione  della temperatura, igiene della persona e sanificazione degli ambienti domestici ecc...) a cui saranno sottoposti tutti i componenti della famiglia presso cui alloggia. 
Se il domicilio non presenta caratteristiche adeguate, l’assistente familiare deve trascorrere il periodo di isolamento in un albergo convenzionato.
Per richiedere il soggiorno in albergo convenzionato, telefonare al numero 059 3963663 dal lunedì al sabato dalle ore 8.00 alle 20.00 o scrivere a rientri-estero-covid19@ausl.mo.it.

Ultimo aggiornamento: 14 Giugno 2021